Quattro punti preziosi, non solo per la vittoria in trasferta. I Dragoni Sanniti domenica scorsa hanno espugnato il ‘Casino’ di Santa Maria Capua Vetere per 22 a 13, nella quarta giornata del campionato di serie C.

Vigilia del match in piena emergenza, dopo una settimana di allenamenti segnata dagli infortuni: tanti punti interrogativi per il XV di Ezio Fallarino, costretto a fare i conti con una rosa più che rimaneggiata e diversi giocatori da adattare fuori ruolo. Nonostante gli esperimenti, soprattutto tra i primi otto, il segnale positivo è arrivato proprio dagli avanti, che sono riusciti a tener testa agli avversari in mischia. I padroni di casa hanno premuto sull’acceleratore dai primi minuti. Dopo tre punti conquistati dalla piazzola, sono andati in meta con una bella azione dei tre quarti intorno al 20′ (la marcatura non è stata trasformata). La reazione non si è fatta attendere ed è arrivata con un break di Laviano, andato in meta al centro dei pali. Nel secondo tempo, nonostante la panchina cortissima, i Dragoni hanno imposto il ritmo e i risultati sono arrivati con una marcatura di Botticella, conquistata dopo diverse fasi di gioco che ha premiato il lavoro degli avanti; poi, altri sette punti con il bis di Laviano al termine di una bella azione personale. Nella fase finale dell’incontro i Dragoni hanno contenuto la sfuriata dei gialloblu. Sabella ha arrotondato il punteggio con altri 3 punti, mentre il Rugby clan è riuscito a trovare solo altri 7 punti.
Ancora una volta, troppi i falli concessi: con due cartellini gialli i rossoneri hanno giocato 20 minuti dell’incontro in 14.

A San Martino Sannita invece è andata in scena una nuova giornata del campionato di under 18: affermazione facile per i ragazzi di Franco Cioffi, che hanno superato senza pensieri i salentini del Treputium Rugby per 43 a 0.

Comunicato stampa