Ottocentosessanta sono i giorni trascorsi dall’ultima gara del Benevento in serie A, con la Strega che il 20 maggio 2018 al “Bentegodi” di Verona fu sconfitto dal Chievo e quest’oggi i giallorossi affrontano la Sampdoria nella prima partita della seconda avventura in massima serie. Così come nella precedente esperienza si parte sempre contro i blucerchiati e sempre dal “Ferraris”, con la formazione doriana sconfitta nella gara d’esordio dalla Juventus per 3-0. Rispetto al match di domenica scorsa il tecnico Claudio Ranieri può fare affidamento anche sull’esperienza di Candreva, con l’ex Inter pronto a fare il proprio debutto in blucerchiato a gara in corso. Non sarà della gara, invece, Keita Balde, acquistato con la formula del prestito dal Monaco ma non inserito nella lista dei convocati. L’undici di casa dovrebbe disporsi in campo con il 4-4-2 e davanti al portiere Audero la linea a quattro difensiva sarà composta da Bereszynski, Colley, Tonelli e Augello. A centrocampo Ramirez e Jankto saranno gli esterni, con il norvegese Thorsby ed Ekdal a dirigere il traffico nella zona centrale. In avanti la coppia formata dall’intramontabile Quagliarella e da Bonazzoli. Partirà dalla panchina, invece, Gabbiadini.

Nonostante una lunga lista di indisponibili, Inzaghi per l’esordio di questo pomeriggio può fare affidamento su tutti e sei i calciatori acquistati finora e di essi ben quattro dovrebbero essere nella formazione iniziale. Nel 4-3-2-1 di SuperPippo, davanti a Montipò, il pacchetto arretrato sarà completato da Letizia, Glik, Caldirola e Foulon. In mediana a Schiattarella è affidato il compito di impostare la manovra e ai suoi lati agiranno Ionita e Hetemaj, con la coppia Insigne – Caprari, anche se a quest’ultimo potrebbe esser preferito Sau, a supporto di Moncini. Nel corso della gara e potendo usufruire dei cinque cambi, ci sarà spazio anche per Dabo e Lapadula, così come per qualche giocatore destinato a cambiare maglia entro il prossimo 5 ottobre.

Arbitro: Federico Dionisi della sezione dell’Aquila
Assistenti:
Sergio Ranghetti della sezione di Chiari e Alessio Berti della sezione di Prato
IV ufficiale: Marco Serra della sezione di Torino
Var: Daniele Doveri della sezione di Roma 1
Avar: Matteo Passeri della sezione di Gubbio