San Giorgio del Sannio, Boniello: “Creare interazione tra Istituzioni e cittadini”

Avvicinare Istituzioni e cittadini. Creare interazione e dialogo. È questo uno degli obiettivi della lista “San Giorgio bene comune” con candidato a Sindaco Vincenzo Boniello. Strumenti per facilitare la “proposta” civica e consultazioni aperte a tutti i cittadini le “chiavi” per cogliere questi risultati”. Nei prossimi cinque anni – commenta Boniello – l’Amministrazione affronterà scelte, promuoverà progetti, aprirà opportunità per la consultazione sempre più efficace e non mediata dei cittadini. Faciliteremo nei prossimi anni anche la possibilità di uso dello strumento referendario per le grandi questioni cittadine”.

“Si deve mettere i cittadini nelle condizioni di fare proposte direttamente agli organi di governo locale – prosegue il candidato sindaco – Da molti anni una società civile matura e solida come quella di San Giorgio esprime idee, elabora soluzioni e progetta con grande ricchezza e responsabilità ma il percorso che queste idee devono fare per diventare oggetto di discussione e di decisione dell’Amministrazione comunale è spesso tortuoso, o si affida alla sensibilità del singolo consigliere, assessore o, alle volte, del sindaco stesso. Per questo, occorre costruire con trasparenza un percorso che possa permettere ai cittadini di fare proposte direttamente alle Istituzioni”. 

Il Comune “stimolerà” questa interazione, poi, anche attraverso il coinvolgimento di cittadini in processi di valutazione su servizi primari, quali ad esempio quelli relativi all’igiene urbana. Altro argomento, poi, sempre centrale, quello relativo alla tassazione fiscale ed alla “necessità di alleggerire la pressione”.

Per raggiungere questo obiettivo – spiega Boniello – sarà fondamentale ampliare la base dei contribuenti, secondo il principio del ‘pagare tutti per pagare meno’. E’ innegabile che l’Ente debba fare ogni sforzo affinché la pressione contributiva dei propri cittadini sia il più sostenibile possibile. Nostro compito sarà quello di ridurre la pressione fiscale e redistribuire maggiormente il carico delle tariffe su chi consuma effettivamente i servizi. Nostro impegno sarà, perciò, quello di combattere l’evasione fiscale – la conclusione – facendo pagare tempestivamente a tutti le dovute imposte, canoni, tasse e tariffe”.

Comunicato Stampa

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.