San Lorenzello, deiezioni canine: multe salate ai trasgressori

A fronte di un numero sempre maggiore di animali da affezione che oggi vivono in Paese, è basilare costruire un corretto rapporto Uomo-Animale-Comunità. Vivere in un Paese pulito è il desiderio e il diritto di ogni cittadino laurentino. Rimuovere le deiezioni canine dai marciapiedi e dal verde pubblico, significa rispettare l’ambiente e la libertà di muoversi di ogni cittadino. La mancata asportazione delle deiezioni causa malcontento tra i cittadini e notevoli disagi alle fasce più deboli della popolazione: bambini, ipovedenti e anziani. Le scarpe, infatti, possono veicolare nelle abitazioni i batteri e i parassiti contenuti nelle deiezioni canine, aumentando così il rischio di contrarre malattie infettive.

Lo scarso senso civico di alcuni può incidere sullo stato di salute degli altri e provocare infezioni tra i cani sani. La raccolta delle deiezioni canine rappresenta un vero e proprio obbligo giuridico imposto a tutti i cittadini che, a qualunque titolo, conducono a spasso un cane. L’obbligo di raccolta vige anche in assenza di specifico cartello. A carico di chiunque si renda responsabile della violazione delle disposizioni contenute nell’Ordinanza Sindacale del comune di San Lorenzello n. 77 del 21/05/2021 verrà comminata la sanzione amministrativa di €uro 150,00, così come prevista dall’art. 7 bis del TUEL n. 267/2000 e dalla deliberazione di Giunta Comunale n. 20 del 25/03/2021.

“Al fine di accertare comportamenti illeciti dichiara il comandante Fioravante Boscodisporrò che gli agenti di Polizia Locale effettuino i controlli anche in abiti civili, per evitare il perpetrarsi di condotte scorrette da parte dei proprietari dei cani che non rispettano il decoro cittadino”.

Comunicato Stampa

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.