San Salvatore Telesino, domani “I mille passi della memoria”

Saranno gli studenti e le studentesse dell’Istituto Telesi@ i protagonisti dell’evento in programma domani venerdì 31 gennaio organizzato dall’Associazione Massimo Rao in occasione della Giornata della memoria.  Attraverso musica e parole, i giovani della classe 5^C2  del Liceo Classico del Telesi@, coordinati dal loro tutor prof. Vittorio Chietti, racconteranno la cultura ebraica nel tempo, valorizzandone gli aspetti salienti e dando risalto ai suoi maggiori protagonisti.

Patrizia Bove, presidente dell’Associazione Massimo Rao, ha voluto presentare così l’evento: «Questa serata rientra nel progetto ministeriale “Adotta un monumento” che vede la collaborazione tra l’Istituto Superiore Telesi@ e l’Associazione Massimo Raoche gestisce l’omonima Pinacoteca Comunale. Sarà una serata particolare nella quale i ragazzi del Telesi@ si cimenteranno in recital , canti e narrazione ispirati all’ebraismo. Un percorso culturale e spirituale, dunque, che non si limita alle testimonianze legate all’eccidio degli Ebrei ad opera dei nazi fascisti ma che intende ripercorrere la storia di un popolo. La ricerca culturale degli studenti del Telesi@, a nostro avviso, è molto interessante perché non si può comprendere a fondo la shoah se non si conosce la cultura ebraica».

Nel corso della serata ci sarà anche il “passaggio di consegne” dalla classe 5^C2 del Liceo Classico alla classe 3^C2 dello stesso Liceo per la gestione del progetto “Adotta un monumento”, nell’ambito del quale l’ Istituto  Telesi@ ha adottato la Pinacoteca Massimo Rao. Si tratta di un progetto di educazione permanente al rispetto e alla tutela del patrimonio storico-artistico e più in generale dell’ambiente. Il progetto muove dal riconoscimento della centralità della scuola e della cultura classica ed individua nelle giovani generazioni il soggetto privilegiato per l’affermazione di una nuova consapevolezza del bene culturale.

Comunicato stampa

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.