Sanità, anche il coordinamento sannita di Fdi alla manifestazione di Salerno

“Il giorno 27 ottobre 2022 in piazza Vittorio Veneto a Salerno alle 18.30 il coordinamento regionale di Fratelli d’Italia organizza una manifestazione per difendere il sacrosanto diritto alla salute del tutto inattuato dalla regione Campania. Dopo tanti interventi e appelli che Fratelli D’Italia, tramite il suo responsabile provinciale del partito nel Sannio Sergio Ferrara, ha rivolto, ormai da tempo immemorabile, al presidente della Giunta regionale della Campania e alle Istituzioni locali affinché venisse garantita una assistenza sanitaria adeguata ed efficiente, si registra un deciso peggioramento dell’assistenza sanitaria in regione nonostante le promesse di “miracolosi interventi” ad opera del presidente De Luca”: lo scrive in una nota il coordinamento sannita di Fratelli d’Italia.

“I suoi miracoli si sono materializzati e aggravati in lunghissime liste di attesa – prosegue la nota – provocando per i pazienti, di fatto, il rinvio delle cure; le sue promesse non conciliabili con la sua miope concezione ragioneristica della assistenza sanitaria, determinano o la sospensione delle cure o viaggi fuori regione alla ricerca delle opportune cure con conseguenti aggravi economici a carico della regione Campania; l’assenza di una programmazione adeguata nonché il caparbio disinteresse rispetto a un fabbisogno di prestazioni (oltre dodici milioni annuali) non finanziate; il mancato utilizzo della medicina territoriale mai potenziata e organizzata e le gravi carenze di personale sanitario.

Tutto e tanto altro si traduce, in Regione Campania, in un sistema sanitario lontanissimo da chi ha bisogno di cure. La manifestazione a Salerno cui parteciperà una nutrita rappresentanza degli iscritti a FDI Sannio guidata dal Senatore Domenico Matera, è di sicuro l’inizio di una serie di interventi che verranno proposti perché riteniamo che è fondamentale rivendicare con determinazione la dignità di essere cittadini tutelati e non discriminati, aiutati e non abbandonati a se stessi!”.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.