Sannio, disoccupazione alle stelle: quasi il 70% dei giovani non lavora

Il dato è acclarato e i numeri sono allarmanti: Benevento e il Sannio non sono più luoghi per giovani e territori fertili dal punto di vista occupazionale.

Il declino, inesorabile, è partito già da qualche anno e lo studio di Info Data de “Il Sole 24 Ore” inchioda ulteriormente la nostra amata terra, che infatti risulta essere la peggiore in Italia per quanto riguarda la disoccupazione giovanile: quasi il 70% dei ragazzi non risulta avere un’occupazione. I parametri di valutazione riguardano la percentuale di under 35 residenti nella provincia (20%) corrisposta alla percentuale dei ragazzi dai 25 ai 34 anni attualmente sotto contratto (31%).

Tante sono le variabili che influenzano tali fattori ma i numeri sono implacabili: opposto a quello beneventano è il dato di Milano, che offre possibilità lavorative al 75% dei giovani-adulti, frutto di un reddito maggiore e di una facilità nel trovare un impiego non comune nella nostra martoriata terra. Un esempio virtuoso, secondo questo rapporto, è quello di Vicenza: tenendo il mercato del lavoro come primo elemento in assoluto da prendere in considerazione, quella vicentina è una provincia che offre lavoro all’83% dei 25-34enni mentre la fetta di giovani resta intorno alla media italiana.

Un dato che mette ancora una volta a nudo le differenze tra Nord e Sud e nello specifico, per quanto riguarda il Sannio, un dato che deve far riflettere e che va di pari passo con lo spopolamento delle nostre aree interne. Anche se, per riflettere, il tempo pare sia bastato e impone serie valutazioni e azioni da mettere in pratica al più presto.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.