Camera di Commercio, Valisannio, Comune di Bonea e Comune di Sant’Agata de’ Goti hanno siglato oggi pomeriggio l’intesa che condurrà, a inizio dicembre, alla realizzazione di una due giorni di eventi scientifici, storici e degustativi nei due comuni sanniti.

Nessun antagonismo con Sannio Falanghina Città Europea del Vino, anzi, “nuove sinergie – ha rimarcato Aurelio Grasso, vicepresidente della Camera di Commercio – per far crescere il valore e l’immagine della produzione vitivinicola sannita. la Camera, del resto, è impegnata sulla città europea del vino con uno sforzo significativo, il più rilevante dal punto di vista economico. Valorizzare territori storicamente legati alla produzione di Falanghina è un’azione strategica utile a tutti”. Giampietro Roviezzo, Sindaco di Bonea, ha enfatizzato il legame antico del territorio caudino con la Falanghina e la sapienza degli agricoltori che hanno contribuito a rilanciare una produzione che comemrcialmente era sostanzialmente estinta. “Sant’Agata de’ Goti già tra i promotori di Sannio Falanghina Città Europea del Vino – ha spiegato la Sindaca Giovannina Piccoli – accoglie con favore la nuova intesa col Comune limitrofo e l’ente camerale per realizzare insieme attività che possano condurre nei due paesi visitatori ed accrescere la notorietà del territorio”.

Le iniziative di Sannio terra di Falanghina si svolgeranno il 6 e il 7 dicembre e avranno l’obiettivo di rafforzare l’immagine percepita, la reputazione e il legame territoriale della cultivar falanghina, con il suo territorio produttivo di elezione. I comuni di Bonea e Sant’Agata de’ Goti tracciano un arco ideale che descrive la storia della Falanghina del Sannio: Bonea in cui risiede la culla della Falanghina sannita e Sant’Agata de’ Goti dove nel 1979 è stata vinificata ed imbottigliata la prima Falanghina in purezza al mondo.

Comunicato stampa