Dopo la vittoria di domenica scorsa sul campo del Calvi è tornato alto il morale in Casa Sanniti con la classifica che ora inizia a fare meno paura; certo, il divario dalla zona Play-Off resta sempre ampio (7 punti), ma come hanno sottolineato nel corso delle settimane i mister della formazione beneventana, i Sanniti Five Soccer hanno tutte le carte in regola per giocarsela contro qualsiasi avversario e l’ultima partita a Calvi ne è stata la dimostrazione.

Dopo diverse belle prestazioni è arrivato il momento della gioia personale anche per il giovane calcettista Marcello Lepore, che con la sua marcatura ha contribuito a regalare la vittoria ai suoi e, questa settimana, abbiamo ascoltato proprio il giovane atleta sannita con cui abbiamo parlato della bella prestazione di domenica scorsa e di quale sarà il futuro in casa Sanniti Fice Soccer.

Ciao Marcello, domenica siete finalmente tornati alla vittoria dopo le due sconfitte consecutive e, dopo una serie di belle prestazioni, è finalmente giunto anche la gioia personale con la bella rete messa a rete in quel di Calvi. Raccontaci cosa hai provato in quel momento:

Buonasera a tutti, analizzando la partita di domenica contro il Calvi devo dire che siamo scesi in campo con la convinzione giusta e con la cattiveria che caratterizza ogni atleta che ha vissuto e vestito questa maglia, in settimana abbiamo lavorato sodo con i mister e alla fine il lavoro svolto viene sempre ripagato. Sono felice per il gol, ma soprattutto per la vittoria che ci ha permesso di compiere un bel salto in classifica.”

Domenica affronterete l’Atletico Sannita che come il Calvi venderà cara la pelle. Come preparerete questo delicato match che apre il girone di ritorno?

Domenica ci aspetta un’altra battaglia contro l’Atletico Sannita che nonostante una classifica deficitaria ci darà del filo da torcere, ma credo che abbiamo tutte le carte in regola per giocarcela dando il massimo per dare continuità alla vittoria di domenica scorsa. Vogliamo con tutte le nostre forze raggiungere i Play-Off e giocarci le nostre possibilità poi negli spareggi, lo dobbiamo a noi stessi e ai mister.”

Oltre al tuo impegno in campo, sei molto disponibile anche a dare una mano nel portare avanti la struttura “Casa Sanniti”. Quanto bene vuoi a questa società che ti ha fatto sentire parte integrante di questo progetto?

Essere un “Sannita” è una sensazione indescrivibile e con la creazione di “Casa Sanniti” nel rione in cui vivo. Mi sono messo in discussione per aiutare i mister a portare avanti questo progetto che con tanti sacrifici e caparbietà sta dando risultati incredibili a questa società. Sento il dovere di ringraziare i membri della società ed i “senatori” di questa squadra per avermi fatto sentire da subito uno di loro, un membro di questa splendida famiglia. Credo che con questi presupposti si possano raggiungere traguardi importanti e soddisfacenti.”

Comunicato stampa