Riceviamo e pubblichiamo la lettera del Sindaco di Sant’Agata de’ Goti, Giovannina Piccoli dopo aver appreso delle dimissioni di ben 13 consiglieri decretando la fine dell’Amminsitrazione.

“Cari concittadini
ho appreso dalla stampa on line che stanotte tredici consiglieri comunali hanno rassegnato contestualmente le proprie dimissioni dalla carica, ponendo fine all’Amministrazione eletta lo scorso 26 maggio 2019.
In questo momento voglio solo dire che ringrazio tutti i cittadini santagatesi per avermi eletto Sindaco di Sant’Agata de’ Goti e per avermi dato l’altissimo onore di essere la prima ed unica donna ad aver ricoperto questo incarico.
Io ho cercato di ripagare chi mi ha eletto lavorando ogni giorno con impegno, con serietà ed agendo sempre nel solo ed esclusivo interesse di Sant’Agata e dei santagatesi.
Non posso rimproverarmi nulla se non di aver agito così. E se questo non è piaciuto a qualcuno non posso farci niente. Il mio compito non era quello di piacere a qualcuno ma di curare l’interesse pubblico, anteponendolo sempre a quello dei singoli, anche al mio personale interesse a restare in carica mediante inaccettabili compromessi.
A quegli assessori e a quei consiglieri che con le dimissioni hanno sfiduciato sé stessi, dico solo buona fortuna per le prossime elezioni. Li comprendo e li giustifico perché, come sappiamo tutti, se uno il coraggio non ce l’ha, nemmeno Iddio glielo può dare.
Grazie ancora a tutti.
Avv. Giovannina Piccoli
Sindaco di Sant’Agata de’ Goti”