Sant’Angelo a Cupolo, presentato il nuovo Piano Urbanistico Comunale

“Siamo soddisfatti del lavoro svolto in tempi rapidissimi, vista la materia trattata. Il PUC è stato sempre considerato uno strumento difficile da trattare, perché attraverso le scelte adottate o da adottare  si incide direttamente nelle economie familiari, oltre che tracciare delle ipotesi di sviluppo del territorio. Consapevoli di questo abbiamo agito con la “testa”, ossia analizzando in maniera razionale le istanze ed aspettative dei cittadini, e con il “cuore”, ossia salvaguardando il territorio,  operando delle ipotesi di sviluppo in linea con le nostre idee, ossia creare quella coesione territoriale che manca, favorendo i collegamenti con tra le frazioni, vedi nuovi assi viari, piuttosto che l’espansione ai confini della città di Benevento”. Ad affermarlo in una nota è il sindaco di Sant’Angelo a Cupolo, Diego Cataffo.

“Nella massima trasparenza – prosegue Cataffo – senza chiuderci nelle nostre stanze,  abbiamo avviato nel luglio scorso un confronto sereno con i  cittadini sia nelle piazze che negli uffici, pronti  ad ascoltare le richieste e nel contempo a spiegare i nostri obiettivi. Otto incontri frazionali, due manifestazioni pubbliche, questionari e contatti diretti, ci hanno permesso di elaborare un Piano altamente condiviso. Ovviamente, i cittadini hanno ancora tempo per presentare osservazioni, che saranno valutate con attenzione.

Un ringraziamento particolare a tutti coloro i  quali sono stati coinvolti nel lavoro, in particolare all’assessore Tornusciolo, per la dedizione e la professionalità con cui ha coordinato tutte le attività necessarie per arrivare all’approvazione del PUC, all’architetto Iadarola ed all’ingegnere Maioli per la disponibilità e per l’impegno profuso”, conclude il primo cittadino.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.