Sblocca cantieri, la Ricciardi al veleno sulla Lonardo: “Meno eventi mondani, lavori...

Sblocca cantieri, la Ricciardi al veleno sulla Lonardo: “Meno eventi mondani, lavori seriamente”

"È evidente che la Lonardo non abbia letto bene il provvedimento, la sua è solo smania di protagonismo"

SHARE

La Senatrice Sandra Lonardo ha presentato un emendamento allo sblocca-cantieri con cui chiede la nomina di un Commissario straordinario per accelerare la realizzazione del collegamento Caserta-Benevento. È evidente che la Lonardo non abbia letto bene il provvedimento, e pertanto le consiglio di passare più tempo a studiare non illudendo i sanniti con proposte che non hanno né capo, né coda. Suggerisco alla Lonardo di partecipare a meno feste o eventi mondani, così da poter lavorare seriamente ed onorare il ruolo che ricopre”: a tuonare contro la signora Mastella è la Senatrice pentastellata Sabrina Ricciardi, sul tema caldo dello “sblocca cantieri”.

“La Senatrice ignora che lo “sblocca cantieri” non prevede, ex ante, la lista dei cantieri da commissariare, in quanto l’unico titolato a nominare i Commissari è il Presidente del Consiglio dei Ministri, su proposta del Mit, di concerto col Mef. Evidentemente la sua è solo smania di protagonismo, con la quale calpesta il ruolo attribuito ex lege al Premier. In un altro emendamento, invece, ha richiesto uno stanziamento per la messa in sicurezza del Ponte Morandi, dimostrando ancora una volta di avere poca dimestichezza con il funzionamento della macchina amministrativa. La competenza nell’assegnazione delle risorse finanziarie per la messa in sicurezza di ponti e viadotti sulle strade provinciali sannite è comunale e non ministeriale. Strano che non abbia affrontato l’argomento con suo marito, il Sindaco Clemente Mastella, titolato ad intervenire economicamente” afferma la Ricciardi.

“Tuttavia, con decreto 49/2018 sono stati stanziati 1,6 miliardi per le province, attribuendo loro il compito di fissare il piano degli interventi da portare a termine nel territorio di propria spettanza. Dunque – conclude la senatrice 5Stelle – chiedo al Presidente della Provincia di Benevento se nella suddetta programmazione rientri il ponte Morandi di Benevento: non vorrei che fossero andati persi i fondi erogati dal Governo, magari per la mancata richiesta del primo cittadino di Benevento. L’incompetenza e gli schizzi di fango scagliati dai coniugi Mastella stanno impantanando il Sannio, territorio meraviglioso ma umiliato dai latifondisti di Ceppaloni e dalla loro schiera di Valvassori e Valvassini”.