Prende le parti di Umberto Del Basso De Caro il coordinatore del PD sannita Italo Palumbo, all’interno della querelle esplosa tra i dem circa presunte dichiarazioni del deputato sannita su Zingaretti e De Luca riportate da quotidiani nazionali.

“La serietà di Insogna che ricopre un ruolo importante nel partito sannita lo avrebbe dovuto indurre a chiedere al nostro deputato se quanto apparso sui giornali fosse vero. Ciò non è avvenuto e mi rammarico che egli al pari di altri ha sposato una causa senza verificare le fonti”. Lo stesso De Caro ha voluto smentire quanto apparso sui giornali e Palumbo lo difende dagli attacchi di Rossano Insogna, presidente provinciale del PD che ha voluto prendere le distanze: “Il partito sannita che ho l’onore di rappresentare in segreteria regionale sostiene convintamente la candidatura di De Luca, il quale non ha bisogno di difese di ufficio, strumentali ad una lotta politica che si vuole avviare nel Sannio strumentalizzando il Presidente della giunta regionale e il segretario nazionale del partito a cui va il nostro ringraziamento per il lavoro importante che sta svolgendo soprattutto nell’interesse degli italiani e non di parte di gruppi dirigenti del partito” ha poi aggiunto Palumbo.

“Mi dissocio dalle dichiarazioni rese dal deputato Umberto Del Basso De Caro su Nicola Zingaretti e su Vincenzo De Luca, e riportate da alcune testate giornalistiche nazionali. Sia chiaro che il pensiero di De Caro non corrisponde a quello dei Democratici del Sannio e non va confuso con quello della Federazione provinciale di Benevento, come troppo spesso è accaduto in passato” aveva dichiarato con una nota Insogna in riferimento a quanto riportato da alcuni giornali. “Un giudizio così irrispettoso, ostile ed immotivato su Nicola Zingaretti – ha poi rincarato la dose – risulta essere offensivo ed ingeneroso per tutto il Partito Democratico, che ha eletto il suo attuale Segretario nazionale con il 70% dei voti alle primarie e che per ben due volte ha consentito a Umberto Del Basso De Caro di essere eletto alla Camera dei Deputati attraverso liste bloccate, sfruttando proprio quel simbolo che oggi dileggia, delegittimandone il leader politico. Prendo le distanze anche dal gratuito ed inopportuno attacco portato al Presidente De Luca. Sia chiaro che i Democratici del Sannio non si faranno trascinare ancora una volta in una immotivata ed improduttiva guerra personale contro il Governatore, al quale invece garantiremo pieno, sincero e convinto appoggio”.