Cacciano: “Comunità democratica sannita è con Scurati”

“Oggi, nell’anno di grazia 2024, avere a che fare con la censura in Italia appare semplicemente folle. Parlare di censura per un monologo di un minuto su antifascismo e postfascismo, alla vigilia della festa della Liberazione, è inquietante oltre che folle”: così il segretario provinciale Pd, Giovanni Cacciano.

“Inquietante perché – scrive Cacciano – il monologo di Scurati, cui va la totale solidarietà del Partito Democratico di Benevento, non appare neanche un fiammeggiante manifesto, una dichiarazione di sfida aperta a qualcuno o a qualcosa, bensì un semplice scritto di buonsenso che ricorda storie, fatti e ruoli. Di contro, è inquietante che qualcuno abbia potuto sentirsi sfidato da tali parole, in palese evidenza che più di un nervo tuttora scoperto è stato irritato.

È oltremodo inquietante che la Rai, il servizio pubblico nazionale, si senta in diritto di lenire il formicolio di quel nervo scoperto, indossando vesti che non le competono: quelle censorie, appunto. Come detto, la Comunità Democratica Sannita è schierata in maniera compatta con Antonio Scurati, e contro ogni forma di censura al libero pensiero”.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.