Servizio Civile, due i progetti della cooperativa sociale di comunità iCare

La cooperativa sociale di comunità iCare continua ad essere tra gli organismi presso i quali è possibile svolgere il Servizio Civile Universale. Due i progetti presenti, per un totale di sei posti disponibili per tutti i giovani dai 18 ai 28 anni (28 anni e 364 giorni compiuti). Uno riguarda l’area dell’assistenza per persone con disabilità e s’intitola “Insieme è possibile”. Il numero dei volontari richiesti è di quattro e l’obiettivo è quello di migliorare complessivamente la qualità della vita delle persone con disabilità, riducendo le limitazioni e le barriere di tipo fisico, sociale e culturale. Sede di lavoro, “Casa Santa Rita” (sede di iCare) a Cerreto Sannita.

Il secondo progetto, sempre riguardante l’area dell’assistenza, intitolato “Libere di essere noi”, avrà come obiettivo quello di accogliere, informare, orientare e sostenere le donne vittime di violenza, attraverso il sostegno psicologico, legale e relazionale, e avrà come sede di lavoro “Casa delle Donne”. Il servizio per questa progettualità è riservato solo a due volontari di sesso femminile, essendo “Casa delle Donne”, com’è noto, una casa-rifugio per donne vittime di violenza che, proprio per la tipologia di struttura di accoglienza e di orientamento, prevede appunto, al suo interno, la presenza solo di personale e volontarie femminili.

E’ possibile compilare la domanda cliccando sul sito domandaonline.serviziocivile.it entro il prossimo giovedì 15 febbraio. Il Servizio Civile Universale, una significativa esperienza educativa e formativa, è una importante occasione di crescita personale e professionale, un’opportunità di educazione alla cittadinanza attiva e al volontariato per contribuire alla costruzione di una comunità più giusta, un prezioso strumento per aiutare le fasce più deboli della società e un’esperienza che cambia la vita.

Comunicato stampa

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.