“Concordo con la dichiarazione affidata dal Sindaco alla stampa ed aggiungo che il programma che il Primo Cittadino individua come strada maestra contiene, nella sostanza, gli stessi punti pure oggetto dei vari programmi elettorali stilati nel tempo per il buon andamento dell’amministrazione cittadina, obiettivo primario finanche dei cittadini stessi”: celere la risposta di Vincenzo Sguera, capogruppo del neonato Patto Civico in seno alla maggioranza di Palazzo Mosti, nei confronti del sindaco Mastella. La fascia tricolore ha lanciato un ultimo avvertimento ai propri consiglieri, trovando risposta nell’avvocato Sguera:

“In ogni caso, il Patto Civico ha redatto un documento in cui evidenzia l’imprescindibilità di alcuni di questi punti programmatici che restano la “stella cometa” della neonata compagine e, pertanto, fin quando gli obiettivi saranno comuni a quelli che il Sindaco intende perseguire, saremo solidali con la maggioranza, di cui, allo stato, facciamo parte. Voglio solo precisare – prosegue Sguera – che noi non abbiamo mai tirato nessuno per la giacchetta, né abbiamo cercato pubblicità estemporanea; non abbiamo alimentato sterili polemiche, né meno che mai abbiamo mai formulato “richieste assessoriali”. Si da il caso, infatti, che noi componenti del patto siamo tutti professionisti che non elemosinano incarichi. Anzi, il Primo Cittadino farebbe bene a fare nomi e cognomi di chi ha “pretese” nei suoi confronti”.

“Dunque, pronti a sostenere il Primo Cittadino nella realizzazione del programma, ma senza che ciò possa essere individuata quale “condizione assillante”, nel rispetto delle priorità attesa l’insistenza di questioni non più rinviabili come, ripeto, evidenziato nel documento a nostra firma” conclude il capogruppo di “Patto Civico”.