Social Lab 76 chiama enti pubblici e privati ad aderire alla Rete Lei

Casa L.E.I. è una casa rifugio per donne vittime di violenza, gestita dalla Social Lab76. Si tratta di una struttura ad indirizzo segreto, attiva e operante sul territorio, che fornisce accoglienza, protezione e ospitalità alle donne, sole o con figlie e figli, che subiscono violenze e per le quali è necessario un percorso di protezione, fuoriuscita dalla violenza e riconquista dell’autodeterminazione.

Quello della violenza di genere è un fenomeno complesso, che trae origine da una cultura maschilista diffusa e che si esprime attraverso stereotipi condivisi. Inoltre, spesso, tra gli ostacoli che impediscono ad una donna di uscire dalla relazione maltrattante troviamo le difficoltà economiche e l’isolamento, entrambi risultati della stessa violenza. Mantenere la donna in una condizione di dipendenza economica impedendole di lavorare, allontanarla dalla rete amicale e familiare sono due processi attraverso cui l’uomo violento continua a mantenere il suo potere sulla vittima.

Questi elementi ci fanno comprendere come quindi siamo davanti ad un fenomeno che ci chiama ad una responsabilità condivisa. La violenza di genere non può essere un fatto privato, non sono panni sporchi da lavare in casa, come per anni ci è stato fatto credere. La sua matrice culturale ne richiama il carattere pubblico e politico. E’ compito dell’intera comunità restituire ad ogni donna la possibilità di progettare il proprio futuro, anche costruendo forme di risarcimento e reti di solidarietà laddove questa possibilità è stata interrotta dalla violenza.

Con questa consapevolezza nasce l’idea della Rete L.E.I., una rete per coinvolgere, a vario titolo, enti pubblici e privati nell’attivazione di azioni concrete finalizzate non soltanto alla prevenzione e al contrasto della violenza di genere ma anche al supporto attivo all’empowerment femminile. L’intento è di avviare con la comunità locale un lavoro di coprogettazione su quattro macro-aree: lavoro e formazione, sport e tempo libero, socialità, cura del sé.

Alla rete possono aderire associazioni ed enti del terzo settore, esercizi commerciali, aziende, organizzazioni, associazioni di categoria, Istituti Scolastici, Enti pubblici, cittadinanza e chiunque voglia dare il suo contributo attivo. Per aderire alla rete occorre compilare il form a questo link. Per ulteriori informazioni è possibile chiamare o scrivere su WhatsApp al numero 0824 040252, dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 13.

Comunicato stampa

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.