Sport sannita in lutto, il piccolo Mauro non ce l’ha fatta

Ha lottato con tutte le sue forze ma alla fine il piccolo Mauro, il 12enne rugbista ricoverato in prognosi riservata all’ospedale Santobono di Napoli dopo il malore accusato allo stadio “Alfredo Dell’Oste”, non ce l’ha fatta e il suo cuoricino ha smesso di battere nel pomeriggio. Una notizia tremenda che getta nello sconforto l’intera comunità sannita e in modo particolare il mondo del rugby cittadino che lo scorso 22 ottobre ha organizzato anche una fiaccolata silenziosa per far sentire alla famiglia grande vicinanza. Solidarietà anche dagli ottici cittadini che quest’oggi nell’apprendere la tragica notizia hanno deciso di chiudere o spegnere le luci dei rispettivi negozi in segno di rispetto per la famiglia Balestrieri Ernesto, padre dello sfortunatissimo Mauro. “Siamo tutti vicini alla famiglia del piccolo Mauro che purtroppo non ce l’ha fatta. Colpito da malore, mentre giocava a rugby, era stato trasportato poi al Santobono. La morte è sempre terribile, ma quando tocca un bambino ci chiediamo perché. Entriamo in crisi. Solo la fede ci aiuta a tentare di capire e soprattutto ad accettare. Ai familiari la vicinanza umana e cristiana” il post del sindaco Mastella su Facebook. Al dolore della famiglia, degli amici e della società del IV Circolo si unisce l’intera redazione di Cronache del Sannio che porge loro sentite condoglianze per quanto di tragico accaduto.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.