Stadio ‘Vigorito’: Comune e società gettano le basi per la conciliazione

Comune e Benevento Calcio sondano il terreno reciprocamente per valutare la possibilità di addivenire a una soluzione conciliativa sullo stadio ‘Vigorito’: nel pomeriggio i legali delle rispettive parti si sono dati appuntamento presso l’ufficio sport dell’assessorato ai servizi sociali di viale dell’Università dopo l’ultima udienza fissata lo scorso 7 dicembre che ha visto entrare in gioco il perito Gerardo Marco Di Pietro. Incaricato dal giudice Gerardo Giuliano, sarà l’esperto consulente tecnico d’ufficio a dover affiancare l’arbitro della contesa nel dirimere la questione “dare-avere” che da troppi anni si trascina fino ad essere approdata consensualmente in tribunale. Il Benevento chiede il risarcimento di tutti i lavori di adeguamento all’impianto rendicontati dal 2007 a oggi, Palazzo Mosti invece il pagamento di utenze mancate da quindici anni a questa parte oltre al canone stipulato attraverso la nuova convenzione firmata nel 2020. Gli avvocati Vincenzo Catalano, per parte del Comune, e Teodoro Reppucci, rappresentante del sodalizio di via Santa Colomba, nel corso del summit hanno gettato le basi per un possibile futuro dialogo esternando ognuno le proprie ragioni e soluzioni che saranno poi condivise con il sindaco Clemente Mastella e il presidente Oreste Vigorito, ai quali spetta l’ultima parola circa il percorso futuro da intraprendere. Il tutto, ovviamente, da svolgere in tempi stretti prima che la giustizia faccia il suo corso: le parti si riaggiorneranno dopo le feste.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.