Strade “groviera”, Valentino: “Sempre costretti a contare danni e denunce”

Strade “groviera”, Valentino: “Sempre costretti a contare danni e denunce”

“Non possiamo mettere a rischio la vita di chi, giornalmente, è costretto a salire in auto per recarsi sul posto di lavoro e prima di raggiungerlo deve, pericolosamente, evitare centinaia di crateri e disconnessioni di un manto stradale in condizioni che definire “indecorose” è assolutamente riduttivo”

SHARE

Sono sempre più numerose le denunce di incidenti da parte di cittadini ed automobilisti che, quotidianamente, percorrono le arterie viarie provinciali che collegano Sant’Agata de’ Goti alle Valli Caudina, Telesina e alla provincia di Caserta.
La S.P. 121 S. Agata-Molino Corte verso Caserta, la S.P. 128 Via Santisi, la S.P. 122 verso Durazzano, la S.P. 123 che collega S. Agata a Moiano, sono diventante impercorribili, come anche la Cinquevie-Migliara  e Cinquevie – Frasso Telesino.
La situazione delle strade provinciali “groviera” è stata più volte portata all’attenzione della Provincia di Benevento, con segnalazioni dirette da parte dell’Ente locale e del consigliere provinciale Renato Lombardi.
“Siamo quotidianamente costretti a contare danni e denunce, sottolinea il sindaco della città Carmine Valentino. Continue segnalazioni giungono anche da parte del locale comando di Polizia Municipale e dalla stazione Carabinieri, spesso chiamati ad intervenire per incidenti avvenuti lungo queste strade provinciali.
Pur comprendendo le difficoltà gestionali degli Enti locali e quelle della Provincia di Benevento, non possiamo più tacere né aspettare fiduciosi. La mia non vuole essere una provocazione ma una constatazione sullo stato di queste arterie viarie che mettono a rischio la sicurezza e l’incolumità di chi, quotidianamente, le percorre per arrivare o uscire da Sant’Agata de’Goti. Ad oggi si contano centinaia di segnalazioni e conseguenti ingenti danni. Fortunatamente parliamo solo di danni a mezzi di trasporto di sfortunati automobilisti e non di accadimenti ancor più gravi. Non possiamo mettere a rischio la vita di chi, giornalmente, è costretto a salire in auto per recarsi, ad esempio, sul posto di lavoro e prima di raggiungerlo deve, pericolosamente, evitare centinaia di crateri e disconnessioni di un manto stradale in condizioni che definire “indecorose” è assolutamente riduttivo.
Il mio è un vero e proprio appello alla Provincia di Benevento in primis, ma anche alle massime Istituzioni di Governo del territorio. Un appello, non strumentale, ma anche una richiesta, inderogabile, di intervento su queste arterie viarie provinciali, affinché si tuteli e si salvaguardi l’incolumità dei viaggiatori.
Siamo stanchi di raccogliere denunce e di sperare che si tratti sempre e solo di danni alle autovetture e non alle persone”.

Comunicato stampa