Strega, riecco Barba e Ionita: i due ex subito punti fermi dei toscani

Foto: Ufficio Stampa Pisa Sporting Club

A distanza di pochi mesi dal loro addio con il Benevento, sabato pomeriggio al “Vigorito” in una partita che per la Strega si ripresenta come l’ennesima da non fallire per non precipitare sempre più in basso in classifica, torneranno a calpestare l’erba di quello che per diverso tempo è stato anche il loro stadio Federico Barba e Artur Ionita. Il difensore romano, acquistato dal club toscano che ha investito un’importante cifra per il suo cartellino nei minuti finali della recente sessione di calciomercato, sin da subito è diventato un titolarissimo della retroguardia nerazzurra e finora ha saltato soltanto l’impegno di domenica scorsa contro il Modena. Accantonato il problema muscolare patito nella partita contro il Palermo e precedente a quella contro i canarini di Tesser, sabato sarà con ogni probabilità in campo dal primo minuto e accanto a lui uno tra l’islandese Hermannsson e Canestrelli, con Calabresi e Beruatto terzini.

È diventato subito un punto fermo dei nerazzurri anche Artur Ionita e il moldavo, fortemente voluto in Toscana da Rolando Maran, con il ritorno di Luca D’Angelo continua ad essere una prima scelta e il tecnico abruzzese nelle tre gare nelle quali l’ha avuto a disposizione l’ha utilizzato sia da trequartista che da mezzala. Anche lui finora ha saltato una sola partita ed è quella vinta dai toscani a Perugia per 3-1 e coincisa con il ritorno di D’Angelo in panchina. Il motivo dell’assenza al “Curi” è legato al doppio giallo rimediato a Venezia nel turno precedente e con quell’1-1 finale costato di fatto l’allontanamento di Maran dalla città della torre pendente.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.