Stretta sulla movida, stop vetro e limiti alla musica

Stretta sulla movida, stop vetro e limiti alla musica

L'ordinanza coinvolge tutti i locali del Centro Storico: nel mirino tutela dell'ambiente, raccolta differenziata e sicurezza

SHARE

Tutela dell’igiene e raccolta differenziata, sicurezza e decoro urbano, vendita delle bevande in bottiglie o lattine: è stretta sulla movida cittadina con l’arrivo dell’estate nel Sannio. Da Palazzo Mosti emanata l’ordinanza che coinvolge tutti i locali “by night” del Centro Storico (area compresa tra Piazza Orsini, Piazza Duomo, Corso Vittorio E., Viale dei Rettori, Via del Pomerio, Via Perasso, Piazza Risorgimento, Via XXIV Maggio, P.zza Castello, Via del Sole, Via delle Puglie, Via dei Mulini, Via G. Rummo): stop al vetro e limiti alle emissioni sonore.

Già la scorsa estate l’Ente cittadino aveva emanato un’ordinanza che disciplinava gli esercenti, in seguito ad episodi violenti avvenuti durante il classico “struscio del sabato sera”. Quella appena pubblicata sarà valida fino al 30 settembre, tenendo in considerazione anche manifestazioni organizzate dal Comune che si svolgono per i vicoli del centro cittadino. La diffusione acustica sarà permessa dal lunedì al giovedì fino alle ore 24, il venerdì e il sabato fino alla ora 1.00 del giorno successivo e la domenica fino alle ore 24. Rimangono impregiudicati i limiti di emissione sonore prescritti da vigenti leggi e regolamenti.

Ai titolari degli esercizi pubblici e commerciali, anche di natura temporanea e ambulante, è fatto divieto di vendere bevande di qualsiasi tipo in bottiglie di vetro e/o lattine metalliche e che le stesse dovranno essere vendute o somministrate in appositi bicchieri monouso.
Ai medesimi titolari ò fatto obbligo di provvedere alla raccolta differenziata dei rifiuti derivanti dall’attività svolta mediante appositi contenitori e di lasciare l’area pulita al termine delle manifestazioni, così come previsto dalle Ordinanze Sindacali disciplinanti il Servizio di raccolta dei rifiuti urbani in ambito comunale;
Gli esercenti attività di preparazione di alimenti dovranno utilivzare attrezzature conformi alle normative vigenti e dovranno essere dotati di estintore.
Gli esercenti che utilizzano apparecchiature elettriche dovranno garantire che esse siano coniormi alle norme vigenti e che vengano impiegate in modo da assicurare la pubblica incolumità.