1

Cremonese, Baroni: “È stato emozionante tornare in questo stadio”

Terminata la gara il primo dei due allenatori a raggiungere la sala stampa è stato Marco Baroni: “Nel primo tempo la mia squadra mi è piaciuta e abbiamo creato anche delle occasioni. Nell’intervallo infatti ho chiesto ai ragazzi di crederci, però nel secondo tempo la squadra non mi è piaciuta. Ho avuto come l’impressione che la squadra si fosse accontentata della prestazione e il Benevento ha iniziato a crearci delle difficoltà. Il Benevento nella ripresa è stato superiore a noi, però il loro primo gol era in fuorigioco. Gli episodi non sono stati favorevoli, ma ripeto nella ripresa il Benevento è stato superiore alla mia squadra”.

Mancanza di cattiveria – “Proponiamo anche un buon calcio, ma dobbiamo fare di più sotto il punto di vista della cattiveria. Abbiamo delle qualità, ma non sono sufficienti. Senza la determinazione non si va da nessuna parte”.

Ritorno a Benevento – “Resterà sempre la bellezza di aver scritto una pagina di storia e mi ha fatto tanto piacere salutare tante persone di Benevento e anche voi della stampa. Non ho ancora incrociato il presidente Vigorito e gli mando un grande abbraccio a lui e alla sua famiglia. Il Benevento ha tutto per giocarsela fino in fondo”.




Benevento – Cremonese 2-0: Coda e Improta e la Strega torna a vincere

Al “Vigorito” di scena uno dei due posticipi della decima giornata di serie B, con il Benevento che ospita la Cremonese degli ex Baroni e Ceravolo. Il fischio d’inizio è preceduto dalla coreografia della Curva Sud in ricordo di Ciro Vigorito, essendo trascorsi nove anni dalla sua scomparsa. Al 13′ è degli ospiti il primo affondo verso l’area avversaria e a provarci è Mogos, la cui conclusione da posizione centrale è respinta in angolo dalla retroguardia giallorossa. Un minuto più tardi risponde il Benevento e la conclusione dalla distanza di Kragl si spegne sul fondo. Il tedesco ci riprova al 22′ con una punizione dalla lunga distanza e anche in questo caso il pallone termina sul fondo. Al 25′ stregoni vicini al gol con un tiro-cross di Viola, la difesa lombarda allontana il pericolo e sul capovolgimento di fronte la truppa di Baroni riesce a guadagnare un calcio d’angolo. Al 31′ cross dalla sinistra di Renzetti e Arini ci prova con un colpo di tacco, ma Montipò non si lascia sorprendere. Al 33′ stregoni vicinissimi al vantaggio: Kragl dagli sviluppi di un corner serve Tello e Ravaglia allontana come può il pericolo nuovamente in angolo. Al 40′ Viola recupera palla e conclude dalla distanza, ma Ravaglia si distende ed evita il vantaggio giallorosso. Trascorrono pochi secondi e ci prova Coda, con il suo tiro che termina di poco fuori. Al 42′ risponde la Cremonese, cross dalla sinistra di Valzania, Ceravolo smista per Arini che da ottima posizione conclude incredibilmente fuori.

Nella ripresa, al 3′, ripartenza del Benevento, con Coda che serve Tello e il colombiano si fa respingere incredibilmente la conclusione da Ravaglia. In quest’inizio di secondo tempo appare un Benevento con un piglio decisamente diverso e al 5′ gli stregoni con Tello vanno anche in gol, ma la rete è annullata per fuorigioco. Al 19′ Armenteros ruba palla dalla destra e crossa in area, con Tello che vede respingersi il suo colpo di testa da Ravaglia. Il vantaggio della strega è rimandato al 21′, con Kragl che da posizione centrale vede libero Coda e il numero nove giallorosso con un potente diagonale gonfia la rete e realizza il suo secondo gol di questo campionato. Incassato il gol, la Cremonese prova a reagire e al 27′ il tiro-cross dalla sinistra di Renzetti e allontanato in angolo da Montipò. Al 30′ punizione dalla destra di Soddimo e colpo di testa di Palombi che finisce sopra la traversa. Al 37′ Maggio prende il posto di Armenteros e con questo avvicendamento la Strega passa al 3-4-3, con il tridente offensivo formato da Tello, Coda e Improta. Gli stregoni controllano il gol di vantaggio e al 48′, nel terzo dei quattro minuti di recupero, Tello serve Improta che realizza il 2-0 che pone la parola fine al match. Con questo successo la truppa di Inzaghi sale a quota ventuno, a tre punti di distanza dal Crotone secondo.

Tabellino
Benevento (4-4-2): Montipò; Antei, Tuia, Caldirola, Letizia; Kragl (31′ st Improta), Hetemaj (16′ st Schiattarella), Viola, Tello; Coda, Armenteros (37′ st Maggio). A disp.: Manfredini, Gori, Rillo, Del Pinto, Gyamfi, Insigne, Di Serio, Sau, Vokic. All.: Filippo Inzaghi

Cremonese (3-5-2): Ravaglia; Caracciolo, Bianchetti, Ravanelli (33′ st Ciofani); Mogos, Valzania, Gustafson (25′ st Soddimo), Arini, Renzetti; Ceravolo, Palombi. A disp: De Bono, Volpe, Dos Santos, Boultan, Migliore, Deli, Castagnetti, Zortea, Kingsley, Cerri. All.: Marco Baroni

Arbitro: Eugenio Abbattista della sezione di Molfetta
Assistenti: 
Michele Grossi di Frosinone e Damiano Margani di Latina
IV ufficiale: 
Luca Massimi di Termoli

Marcatori: 21′ st Coda, 48′ st Improta

Note: terreno di gioco in ottime condizioni. Ammoniti: Valzania (C), Improta (B). Recupero: 0′ pt, 4′ st. Angoli: 3-6. Spettatori: 9019