1

Concorso “Città di Airola”, i premiati delle sezioni scuole e Musica da Camera

In 1650 studenti provenienti da Scuole Medie e Licei a indirizzo musicale da varie regioni italiane sono arrivati ad Airola, tra martedì 14 e mercoledì 15, per concorrere ai premi dell’XI edizione del Concorso Internazionale di Esecuzione Musicale “Città di Airola”, diretto dal M° Anna Izzo e organizzato dall’Accademia Musicale “Mille e una nota”, in partnership con il Teatro di San Carlo di Napoli e con il patrocinio del Comune di Airola.
I primi verdetti sono stati emessi dalla Commissione presieduta dal M° Luigi Monterossi e composta dai Maestri Laura Quarantiello, Carmine De Sisto, Dario Giordano, Guido Formato e Anna Izzo. Tra i solisti raggiungono il massimo punteggio di 100/100 il clarinettista Leandro Fanelli (I.C. “Torre” di Benevento), il chitarrista Daniele Cambio (Istituto Superiore “Terra di Lavoro” di Caserta), il sassofonista Domenico Tornatelli (I.C. “Montalcini” di Afragola), l’oboista Giulia Vigliotti e le pianiste Raffaella Sgambato e Raffaella Crisci (I.C. “Galilei” di Arienzo) le pianiste Paola Di Lecce e Marta Epifania e il chitarrista Raffaello D’Agostino (Liceo “Stigliani” di Matera), la pianista Daphne Pisaniello (I.C. “Del Balzo” di San Martino Valle Caudina), i pianisti Desirée Colella, Mariano Guarracino, Francesco Martiniello, Eleonora Nardone, Giorgia Sateriale e, con lode, Alessandra Pozzuto, Chiara e Mariaclaudia Parziale, Alfonso e Carmen Todesca (Scuola Elementare “Montalcini” di San Giorgio del Sannio), mentre i pianisti Saverio Di Meo (I.Si.S. “Albertini” di Nola, sezione “Aldo Ciccolini”) e Isabella Di Bernardo (I.C. “Marco Polo” di Calvizzano) guadagnano premio speciale e borsa di studio.
Per le formazioni, spiccano il coro a cappella del Liceo “Pitagora – Benedetto Croce” di Torre Annunziata e le orchestre dell’I.C. “Falcetti” di Apice, dell’I.C. “Falcone-Borsellino” di Pietramelara, della Scuola Media “Stanzione” di Frattamaggiore, dell’I.C. “Trifone” di Montecorvino Rovella, di orchestra e quartetto d’archi del Liceo Musicale “Lombardi” di Airola, tutti insigniti di premio speciale e borsa di studio, e dell’ottetto di chitarre dell’I.C. “Montalcini” di Afragola, valutato con il massimo punteggio.

Giovedì 16 è stata la volta dei tanti musicisti accorsi da tutta Italia per la sezione Musica da Camera. La giuria della sezione è composta da alcuni tra i nomi più celebrati della classica italiana: il presidente Matteo Fossi (Scuola di Musica di Fiesole, presidente), i giurati Alberto Maria Ruta (Quartetto Savinio), Sandro Meo (Conservatorio “Stanislao” di Cosenza, Philharmonia Mediterranea Orchestra), Edoardo Rosadini (Scuola di Musica di Fiesole), Antonello Cannavale (Conservatorio di Campobasso), Viviana Desiderio (prima arpa presso le Orchestre). Tra gli arpisti, da segnalare i primi premi attribuiti a Giovanna Rivetti (98), Rosalia Landolfi (96), Marika Tranquillo (95) per la categoria A e Antonella Pecoraro (96) per la D. Per gli archi, conquistano i primi premi nella categoria A il contrabbassista Eduardo Marino (100 e lode), il violoncellista Andrea Spezzano (99) e la violinista Beatrice Spezzano (98) e nella categoria D il violoncellista Antonio Pellegrino. Tra le esibizioni cameristiche, applausi e massimo apprezzamento per il Quartetto Kaleidos, composto da Daniele Dalpiaz, Maria Salvatori, Simona Collu e Wiexiao Zou, premiati con una speciale borsa di studio. La Direzione artistica del Concorso ha inoltre voluto premiare, con una borsa ad hoc, il duo composto da Angelo Federico (violoncello) e Fabio Gattabria (pianoforte), primo premio (98) nella categoria D.

Ma è il Concorso è solo agli inizi. Mentre sono in corso le esibizioni della sezione Jazz e Musica Leggera, c’è grande attesa per il Canto Lirico e per l’ambito Premio di Interpretazione Pianistica “Francesco Moscato”, che attirano in Valle Caudina musicisti da tutto il mondo.

Comunicato stampa




“Music Summer Campus”, domani il via alle masterclass internazionali

MusicSummerCampus-Locandina[1]Evento internazionale ad Airola per musicisti e cultori delle sette note. Nel centro caudino, infatti, si terrà dal 4 all’8 settembre “Music Summer Campus”, ciclo di masterclass e concerti organizzato dall’Accademia Musicale “Mille e una nota”, diretta dal M° Anna Izzo, con il patrocinio del Comune di Airola e del Liceo Musicale dell’Istituto di Istruzione Superiore “Alessandro Lombardi”.
Durante il “Music Summer Campus”, saranno tenute lezioni individuali e collettive per singoli e formazioni (dal duo al sestetto), presso le aule del Liceo Musicale in Largo Capone, grazie alla collaborazione offerta dal Dirigente Scolastico Marilina Cirillo. Inoltre, gli iscritti al “Music Summer” avranno la possibilità di seguire, come uditori e come effettivi, le lezioni degli altri docenti previa richiesta del proprio docente. I giovani musicisti che si metteranno in luce potranno esibirsi nel concerto conclusivo, in programma, sabato 8 settembre, nella splendida location della vanvitelliana Chiesa della SS. Annunziata di Airola. Docenti dalla comprovata esperienza internazionale contribuiranno alla formazione degli allievi per l’intera durata dell’evento.
Il corso di Violino e Musica da Camera sarà tenuto dal M° Alberto Maria Ruta,  primo violino fondatore del pluripremiato Quartetto Savinio e concertista di prestigio (si è esibito come solista e in varie formazioni in Inghilterra, Francia, Germania, Turchia, Brasile, Stati Uniti, Belgio, Russia, Spagna per eventi come i Concerti di RadioTre, Ravello Festival, Festival dei Due Mondi di Spoleto, Festival Santander, Biennale Venezia). I suoi cd per Classici Voice, Stradivarius , Decca, Camerata Tokyo, Brilliant Classics sono stati pluripremiati dalla critica.
Il M° Rossella Bertucci terrà le lezioni del corso di Violino e Viola. Con l’Orchestra da Camera di Praga, da solista e con i fratelli Aurelio e Stefania, Bertucci si è esibita per varie associazioni; ha collaborato con il M° Roberto De Simone; ha inciso con Agorà Musica le ultime sei sinfonie di Mozart trascritte da Muzio Clementi. In qualità di membro del Quartetto Savinio, ha ottenuto numerosi premi nazionali e internazionali e si è esibita nei teatri di tutto il mondo, oltre ad incidere cd apprezzati dalla critica specialistica.
Gli allievi del Corso di Viola e Musica da Camera seguiranno le lezioni del M° Edoardo Rosadini, docente di Quartetto d’Archi e direttore dell’Orchestra dei Ragazzi presso la Scuola di Musica di Fiesole, è direttore stabile dell’Orchestra “I nostri tempi” e regolarmente invitato a dirigere l’Orchestra Sinfonicadi Aosta.
Un’eccellenza internazionale guiderà gli allievi della masterclass di Pianoforte e Pianoforte a quattro mani: il M° Matteo Fossi. Concertista fin da giovanissimo, ormai considerato uno dei principali cameristi italiani, nel 1995 ha fondato il Quartetto Klimt, uno dei gruppi cameristici italiani più attivi in Italia e all’estero, e da dieci anni suona in duo pianistico con Marco Gaggini. Con queste formazioni, e come solista, Fossi si è esibito in tutti i più importanti Festival e per le principali stagioni italiane (tra cui Biennale di Venezia, Maggio Musicale Fiorentino, Ravello Festival), e, all’estero, in Germania, Francia, Austria, Svizzera, Ungheria, Inghilterra, Spagna, Polonia, Stati Uniti, Brasile, Cina, Corea del Sud. Da sempre Fossi ha una particolare predilezione per la musica d’oggi, con collaborazioni  con i compositori Mauricio Kagel, Peter Maxwell-Davies, Sofia Gubaidulina, Krysztof Penderecki e Ivan Fedele, e vanta un’intensissima attività discografica, per prestigiose etichette. I suoi cd da solista sono stati dedicati a Brahms (2014), Schumann (2015), Schubert (2016), Debussy (2017) e all’integrale della musica da camera di Poulenc (2017). Fossi è inoltre direttore artistico dell’Associazione “Nuovi Eventi Musicali”, con cui ha portato a Firenze alcune delle più importanti personalità musicali e artistiche a livello mondiale, presidente dell’Orchestra da Camera “I nostri tempi”, docente di Pianoforte principale presso l’Istituto Superiore di Studi Musicali “Rinaldo Franci” di Siena e di Musica da camera presso la Scuola di Musica di Fiesole.
Insieme a Fossi, il M° Federica Ferrati, vincitrice di numerosi primi premi in concorsi nazionali e internazionali, solistici e di musica da camera. Scrittrice di saggi musicologici e didattici, si è esibita alle Serres d’Auteuil di Parigi dal Consolato Italiano in Francia, al Museo Chopin di Varsavia, presso la Doheny Mansion e l’Istituto Italiano di Cultura a Los Angeles. Docente di Didattica della Musica all’Università di Firenze e membro del direttivo del Centro Studi Musica & Arte di Firenze, Ferrati tiene regolarmente master di perfezionamento e corsi di formazione pianistici.
Infine, il Corso di Violoncello e Musica da Camera si avvarrà del M° Sandro Meo. Fondatore e  principale violoncello della Philharmonia Mediterranea Orchestra, con la quale ha affrontato il repertorio principale lirico-sinfonico e quello solistico, si esibisce regolarmente in tutto il mondo, tenendo concerti nelle sale più celebrate di New York, Washington, Philhadelphia, Los Angeles, Londra, Amburgo, Amsterdam, Utrecht, L’Aia, Anversa, Pietroburgo e Melbourne. La sua attività discografica, pluripremiata dalla critica, spazia dall’esperienza classica sugli strumenti d’epoca, ai repertori sinfonici, operistici e solistici fino alla musica contemporanea. Tiene corsi di perfezionamento in Italia, Spagna e Stati Uniti ed è stato membro di importanti giurie nazionali e internazionali. Dal 1986 insegna Violoncello al Conservatorio “Stanislao Giacomantonio” di Cosenza.
Per ulteriori informazioni è possibile consultare il sito ufficiale www.concorsocittadiairola.it oppure contattare l’Accademia “Mille e una Nota” (telefono e fax 0823 714 747, email: annaizzo.concorsocittadiairola@gmail.com).




Concorso Internazionale “Città di Airola”, alle 19 la serata finale

concorso città di airola

Si concluderà questa sera presso il Teatro Comunale di Airola, alle ore 19, con la proclamazione e l’esibizione dei vincitori assoluti, la decima edizione del Concorso Internazionale di Esecuzione Musicale “Città di Airola”, diretta dal M° Anna Izzo e organizzata dall’Accademia Musicale “Mille e una Nota”, in partnership con il Teatro di San Carlo di Napoli e con il patrocinio del Comune di Airola e della Provincia di Benevento.

Ma prima della serata finale, in mattinata sarà decretato l’atteso vincitore del Premio di Interpretazione Pianistica “Francesco Moscato”, di cui ieri pomeriggio si sono svolte le eliminatorie. Arduo il compito della Commissione, composta da musicisti dal profilo professionale di rilievo internazionale: si tratta del presidente M° Pasquale Iannone, pianista, concertista, docente di Pianoforte presso il Conservatorio “N. Piccinni” di Bari e Direttore Artistico del “Barletta Piano Festival”, M° Stefania Bertucci, docente di Pianoforte presso il Conservatorio “D. Cimarosa” di Avellino, M° Giuseppe Devastato, docente di pianoforte presso “Universitad Alfonso X el Sabio” di Madrid e Direttore Artistico del Concorso Internazionale “The Neapolitan Masters” a Napoli, M° Vincenzo Marrone d’Alberti, docente di pianoforte presso il Conservatorio “C. Gesualdo da Venosa” di Potenza, il M° Carles Marìn, docente di pianoforte presso“Universitad Alfonso X el Sabio” di Madrid. La Commissione dovrà valutare il migliore pianista, al quale sarà attribuita una borsa di studio del valore di 2mila euro e la possibilità di esibirsi al Teatro di San Carlo di Napoli.

Intanto, tra sabato 26 e domenica 27 maggio, sono andate in scena le esibizioni della sezione Pianoforte,. Nella categoria è Giulia Falzarano (classe 2005) a incantare la Commissione, guadagnandosi il primo premio assoluto (100/100) con l’esecuzione di Le Rossignol di Franz Liszt. Apprezzata anche l’esibizione di Luigi Merone (primo premio con 98), che ha suonato Sonata Op. 27 n. 2 – Movimento 1 e 2 di Ludwig van Beethoven. Buoni risultati (primo premio con 96) anche per Desiré Molinaro e Raffaele Vitagliano. È Pierluigi D’Ippolito, sedicenne cosentino, a dominare la categoria B: al pianista calabrese va il primo premio assoluto grazie all’esecuzione di Partita in A minor, BWV 827 di Johann Sebastian Bach, Piano Sonata in F major, K332, Allegro di Wolfgang Amadeus Mozart e Première Année Suisse di Liszt. Ottime prove anche per il quindicenne potentino Matteo Pierro, in competizione con Les jeux d’eau à la Villa d’Este e La Campanella (Paganini Etude No. 3) di Liszt, premiato con 99, e per l’avellinese Michele Santaniello (98), che ha suonato Op. 52 di Moritz Moszkowski, Toccata di Aram Il’ič Chačaturjan e Il volo del calabrone di Nikolaj Andreevič Rimskij-Korsakov.

Per la categoria C, il primo premio assoluto (100) va alla diciassettenne Gaia Damiana Minervini, da Terlizzi (Bari), in gara con Seconda partita di Bach e Preludio Op. 23 n. 6 di Sergej Vasilevic Rachmaninov. Appena un gradino più in basso Alessandro Volpe (classe 2000) da Agropoli, la cui esecuzione di Variations sérieuses, op. 54 di Félix Mendelssohn è valsa un primo premio con 99.

Nella categoria D, unanime elogio per Luigi Borzillo, primo premio assoluto (100) e borsa di studio, che ha convinto i giurati suonando Studio trascendentale n. 8 e Rapsodia spagnola di Liszt. Applausi e riconoscimenti (primo premio con 96) anche per la ventenne salernitana Giovanna Basile, che ha proposto Preludio e Fuga n. 10 BWV 855 di Bach e Studi Op. 10 n. 4 e n. 5 e Ballata n. 2 in Fa magg. Op. 38 di Frédéric François Chopin.

Trionfo rumeno nella categoria E, in cui eccelle il ventiseienne Adrian Nicodim (100, primo premio assoluto e borsa di studio), grazie alla straordinaria esecuzione di Studio Op. 10 n. 4 di Chopin e Sonata n. 2 Op. 14 di Sergej Prokofiev.

Frattanto cresce l’attesa per la finale del Premio di Interpretazione Pianistica “Francesco Moscato”, in cui sono approdati il sannita Luigi Borzillo, il palermitano Francesco Cataldo, i leccesi William Greco e Tiziano Rossetti, il cosentino Luca Lione e il rumeno Adrian Nicodim.

Appuntamento a stasera (ore 19, Teatro Comunale di Airola, Benevento) per assistere alle esecuzioni dei migliori talenti della decima edizione del “Città di Airola”.




Concorso “Città di Airola”, tutti i premi per Musica da Camera, Archi e Fiati

concorso internazionale esecuzione musicale

Proseguono le esibizioni al Teatro Comunale di Airola per la decima edizione del Concorso Internazionale di Esecuzione Musicale “Città di Airola”, ideato e diretto dal M° Anna Izzo e organizzato dall’Accademia Musicale “Mille e una Nota” con la prestigiosa partnership del Teatro di San Carlo di Napoli e il patrocinio del Comune di Airola.

Ieri, venerdì 25 maggio, è stata la volta dei musicisti in gara per le sezioni Musica da Camera, Archi e Fiati, guidati da una Commissione presieduta dal M° Giuseppe Devastato, pianista e compositore che svolge attività concertistica in tutto il mondo, e formata dal M° Pawel Radziński, docente ordinario di violino presso l’Accademia di Bydgoszcz, dal M° Andrea Noferini, violoncellista, direttore d’orchestra e già direttore del Conservatorio “G.B. Martini”, dal M° Francesco Belli, clarinettista e docente presso il Conservatorio di Latina, dal M° Alberto Maria Ruta, docente di Violino e Musica da Camera presso la Accademia Europea di Musica e Arti dello Spettacolo (AEMAS), e, per i Fiati, dal M° Sisto Lino D’Onofrio, primo clarinetto nell’Orchestra del Teatro di San Carlo e già docente nei Conservatori di Avellino, Benevento e Salerno, mentre, per l’Arpa, dal M° Sara Simari, docente di Arpa presso il Conservatorio “N. Piccinni” di Bari e ospite regolare in diversi Festival internazionali.

Il primo turno di esibizioni è toccato agli Archi.

Nella categoria A, si segnala la performance della tredicenne violinista polacca Maya Cheblicka, che ha eseguito Souvenir de Moscow di Henryk Wieniawski, ottenendo un primo premio con votazione di 98/100. Stessa valutazione per l’undicenne violinista casertano Luigi Racioppoli, per l’esecuzione di Sonata n. 12 in Mi minore di Niccolò Paganini e Mazurka (Obertass) Op. 19 n. 1 di Wieniawski. Secondi premi per l’undicenne sannita Laura Falzarano (90).

Domina la categoria B un altro talento polacco, il violinista quindicenne Daniel Dziatkowiak (primo premio con 100), con un brano dal Faust di Charles Gounod, l’Op. 20  di Wieniawski e Capriccio n. 24 in A minor di Paganini. Stessa storia nella categoria C, dove la ventenne violinista Anna Maria Kreplewska ha ottenuto un primo premio (98), suonando un brano da Porgy and Bess di George Gershwin e Op. 19 di Igor Frolov.

Nella categoria D, exploit del ventitreenne violinista foggiano Rocco Roggia, primo premio (98) per l’ottima esecuzione di Recitativo und Scherzo di Fritz Kreisler e A Paganini di Alfred Schnittke.

Le esibizioni degli Archi si sono concluse nel modo migliore con primo premio assoluto (100) e borsa di studio attribuiti, per la categoria E (la più competitiva), al ventitreenne violinista polacco Michael Nowak, che ha suonato magistralmente Theme original varié, Op.15 di Wieniawski e Capriccio n. 24 di Paganini. Da segnalare, nella stessa categoria, il primo premio (95) alla violinista casertana Flavia Fazzi, in gara con Polonaise brillante di Wieniawski e Concerto di Aram Khachaturian.

Nel pomeriggio il palco del Comunale è stato occupato dalla sezione Fiati. Nella categoria, primo premio per il flautista Francesco Racioppoli (95), che ha eseguito Carnival of Venice di Paul-Agricole Génin, Minuet di Georg Philipp Telemann e Gavotte di Johann Sebastian Bach.

Nella categoria C la diciassettenne sassofonista napoletana Ileana Termini surclassa i competitor grazie ad un’apprezzata esecuzione di Concertino da camera di Jacques Ibert (primo premio, 95).

Un altro talentino napoletano, Chiara Maria Beatrice Cannavale (classe 2004), domina la categoria D, conquistando il primo premio (97) con l’esecuzione di Sonata Op. 29 di Robert Muczynski, Fantaisie Impromptu di André Jolivet e Improvisation et caprice di Eugène Bozza.

Infine, nella musica da camera, parla “spagnolo” la categoria D: l’esibizione del duo pianistico valenciano composto da Sandra Felis Grau e José Andres Mazarrota conquista primo premio assoluto (100) e borsa di studio grazie all’eccezionale esecuzione di Le Sacre du Printemps di Igor Stravinsky.

Oggi, sabato 26, si esibiranno i pianisti delle diverse categorie. Domani mattina, domenica 27, sarà la volta della categoria E (la più impegnativa) sempre della sezione Solisti – Pianoforte. Nel pomeriggio di domenica 27, si svolgeranno le qualificazioni del Premio di Interpretazione Pianistica “Francesco Moscato”, la cui finale è prevista nella mattinata di lunedì 28. Nella serata del 28, infine, l’attesa serata finale con proclamazione dei vincitori assoluti.