1

‘Accussì Mò’: Shark Emcee ci parla dell’amore ai tempi dei social

Shark Emcee ci parla di amore e della sua trasposizione sui social, nell’epoca delle stories e delle instant views, lì dove tutto viene centrifugato e consumato con un solo clic. Il distacco da una persona cara e quel filo sottilissimo connesso al tap sullo schermo del proprio smartphone che tiene legati l’uno all’altro: c’è tutto questo all’interno di un sound fresco ma che non tradisce le origini del pioniere del rap beneventano. In poche parole è ‘Accussì Mò’, il nuovo singolo del rapper, al secolo Fabio Fallarino, in uscita venerdì 26 novembre a mezzanotte su tutte le piattaforme digitali per l’etichetta Dischi Rurali con la distribuzione di Artist First.

Shark Emcee, da Orgoglio Sannita a Accussì Mò

Un brano che segna l’inizio di un nuovo percorso discografico per Shark, a dieci anni ormai di distanza dallo storico successo di ‘Orgoglio Sannita’ che fece letteralmente il giro del Paese valicando i confini delle mura longobarde. Un pezzone che raccontava la Benevento dell’epoca e che consegnava uno spaccato delle tradizioni e delle consuetudini locali abbinate all’intercalare e ai modi di dire autoctoni. Un unicum del nostro genere che rappresentò l’esplosione definitiva del rapper e songwriter e che oggi non si può che tradurre inevitabilmente in un nuovo approccio al mondo del rap e al suo vasto parco di influenze. C’è l’attitudine old school di Shark Emcee abbinata alle sonorità contemporanee di Nathys, giovane producer beneventano alla ribalta della scena musicale campana con numerosi collaborazioni di successo (lo abbiamo intervistato a gennaio, LEGGI QUI).

“Lo conosco da anni e soprattutto negli ultimi due siamo stati tantissimo tempo in studio per lavorare anche a musica di altri artisti” ci dice Shark Emcee a margine della presentazione in anteprima alla stampa del suo nuovo singolo. “Il beat di ‘Accussì Mò è nato totalmente da lui: un giorno mi contattò e mi disse “ho fatto questo beat perfetto per il tuo stile” e in effetti quando l’ho ascoltato in studio da lui nel giro di qualche ora abbiamo confezionato il tutto. E’ venuto tutto molto spontaneo ed è un connubio che mi piace portare avanti, così come anche con Darry Bryan, produttore di tanti pezzi che potrete ascoltare più in là”. I suoi beat infatti li troveremo nel prossimo lavoro del rapper sannita che vuol tenersi al passo coi tempi e parlare alle nuove generazioni, a distanza di due anni da ‘Fuoco sulla traccia’, seguita da ‘Boom’, singoli che si distinguevano per una vena più cattiva rispetto a quella perennemente sorridente degli ‘smiley mc’ nella quale si rispecchiava da giovane.

“Sto crescendo come naturale che sia e come ogni artista fa, anche perché per noi è importante trovare sempre nuovi stimoli, soprattutto in un periodo come questo che ce ne offre davvero pochi. Io ne ho approfittato per ampliare i miei ascolti musicali, ragionare sulla mia musica e presentare delle proposte diverse rispetto a quelle che ho presentato finora”: è la svolta dell’artista che ha tratto ispirazione, un po’ come tutti del resto, dal periodo del lockdown durante l’emergenza pandemica. “Ho riflettuto sul fatto che al tempo d’oggi sia difficile chiudere le relazioni in maniera netta e tagliare i ponti attraverso i social network. Ho deciso quindi di affrontare l’argomento con questo brano in storytelling, anche se non è un pezzo autobiografico penso ci si possano rispecchiare tantissime persone”.

Ma come lo accoglieranno i fan, storici e neofiti? ‘Accussì Mò’ è un brano che secondo me funziona, rimane impresso ed è diverso dalle mie ultime uscite. Mi aspetto che possa colpire le persone e lo spero con tutto il cuore”. In effetti al primo ascolto si fissa subito nella testa l’attacco iniziale e l’attitudine totalmente diversa. Il flow della new wave partenopea che fa da letto al fiume di parole del songwriter, senza mai rompere gli argini ma incanalandosi alla perfezione fino al ritornello “Nun me lassà accussì mò, te dong’ chell c’ vuò”. L’artwork vede due bocche avvicinarsi alla ricerca di un bacio in una tonalità di amaranto dall’effetto ‘grungie’ che risalta i tratti dei protagonisti nel lavoro curato da Antonio Ruggiero e che a impatto, prim’ancora di assaggiare il nuovo singolo, dà già la sensazione che qualcosa di diverso è in arrivo. E sarà tutto da ascoltare: clicca qui per pre-salvare il singolo su Spotify.

https://www.instagram.com/p/CWYLqJPqess/