1

Polizia di Stato, il Questore di Benevento presenta i progetti di legalità per l’Anno Scolastico 2018/2019

polizia benevento

Ripartono anche per questo nuovo anno i percorsi di legalità e gli incontri con gli studenti programmati dalla Questura negli Istituti Scolastici di tutta la Provincia al fine di promuovere la diffusione della cultura della legalità e del rispetto delle regole.
Il Questore di Benevento, Giuseppe Bellassai ha tenuto questa mattina un incontro di presentazione, alla presenza dei “referenti della legalità” degli Istituti di ogni ordine e grado, dei progetti promossi dalla Polizia di Stato di Benevento.
L’incontro si è tenuto presso la sala riunioni della Questura di Benevento e ha visto l’intervento di Monica Matano, dirigente dell’Ufficio Scolastico provinciale di Benevento; Antonietta Menechella, referente di “Educazione alla Salute” dell’Azienda Sanitaria Locale di Benevento; Elina Antonia Barricella, direttore provinciale Arpac e Stefania Glielmo, delegata dell’Unicef di Benevento.

Il Questore Bellassai ha illustrato ai docenti e ai giornalisti presenti i tre progetti che saranno realizzati per l’Anno Scolastico 2018/2019.

Il primo ad essere presentato è stato il progetto provinciale, senza concorso, dal titolo “Contro il bullismo… insieme. Bullo in rete” che si terrà a Benevento per il secondo anno consecutivo ed è caratterizzato da interventi didattici di carattere informativo / formativo affiancati da simulazioni, rappresentazioni teatrali, laboratori e dimostrazioni pratiche e teoriche di difesa, per continuare ad approfondire il discorso già avviato nel precedente anno scolastico. Si tratta di un progetto indirizzato a tutte le scuole di ogni ordine e grado con diverse modalità di approccio.

La seconda proposta progettuale di carattere provinciale, senza concorso, s’intitola “Conoscere per prevenire” sul tema della droga tra i giovani con la presenza di una esperta psicologa dell’Azienda Sanitaria Locale che affiancherà il personale della Polizia di Stato, della specialità della Polizia Postale e dell’Arpac. È rivolto alle scuole primarie e alle secondarie di primo e secondo grado.

Il terzo progetto è relativo al concorso nazionale indetto dal Dipartimento della Pubblica Sicurezza dal titolo “PretenDiamo Legalità, a scuola con il Commissario Mascherpa”, alla sua seconda edizione, che si articolerà in due moduli in relazione alla classe di appartenenza dei ragazzi: gli alunni della scuola primaria dovranno sviluppare l’argomento “Con le regole si vive meglio insieme” mentre gli studenti della scuola secondaria di primo e secondo grado dovranno, invece, approfondire la tematica “Impara a fare le scelte giuste… puoi cambiare il mondo”. Il progetto, realizzato secondo il bando predisposto dal Ministero dell’Interno in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, sensibilizzerà i ragazzi a una riflessione sulla necessità di recuperare ogni

“La Questura di Benevento – ha spiegato il Questore – è impegnata in prima linea nell’azione di promozione della cultura della legalità e di sensibilizzazione delle giovani generazioni su temi come la sicurezza stradale, l’abuso di alcol e droghe, la violenza e la discriminazione di genere, il bullismo, la riduzione della distanza tra cittadini e Forze di Polizia. È necessario che i concetti di giustizia e legalità trovino sempre maggiori spazi di approfondimento e riflessione a partire dalle scuole. Per questo il coinvolgimento dei referenti della legalità assume un ruolo strategico nell’avvicinare la nostra azione al mondo dei ragazzi per stimolare sempre di più quel senso vero di partecipazione che è l’unica ed efficace traduzione di ciò che è la legalità”.

Comunicato stampa




Sant’Agata de’ Goti, l’assessore all’Istruzione regionale Fortini inaugura l’anno scolastico 2018/19

assessore lucia fortiniL’Assessore all’Istruzione della Regione Campania, Lucia Fortini inaugurerà, il prossimo 21 settembre, l’Anno Scolastico 2018-2019 a Sant’Agata de’ Goti, con l’Istituto d’Istruzione Superiore “Sant’Alfonso Maria de’ Liguori”, l’Istituto Comprensivo n. 1 “A. Oriani”, l’Istituto Comprensivo n. 2 e l’Istituto Alberghiero “Artusi”.
L’assessore arriverà presso l’Istituto d’Istruzione Superiore “Sant’Alfonso Maria de’ Liguori” alle ore 10.00 e incontrerà i dirigenti, gli studenti, le famiglie, i docenti, il personale Ata delle scuole di Sant’Agata de’ Goti in occasione dell’inaugurazione dell’Anno Scolastico.
A introdurre l’incontro sarà Giovannina Piccoli, assessore comunale all’Istruzione di Sant’Agata de’ Goti. Seguiranno i saluti di Carmine Valentino, sindaco di Sant’Agata de’ Goti, Maria Rosaria Icolaro, dirigente dell’Istituto d’Istruzione Superiore “Sant’Alfonso Maria de’ Liguori”, Antonio Montella, dirigente dell’Istituto Comprensivo n. 1 “A. Oriani”, Elisabetta Di Maio, dirigente dell’Istituto Comprensivo n. 2 ed Ettore Scocca, dirigente dell’Istituto Alberghiero “Artusi”.
Previsti, poi, gli interventi della dirigente dell’Ufficio Scolastico Provinciale di Benevento, Monica Matano e del Consigliere regionale della Campania, Erasmo Mortaruolo.
Le conclusioni saranno affidate all’Assessore Lucia Fortini in dialogo con tutti gli studenti delle scuole partecipanti per evidenziare le esperienze positive nate con il progetto regionale “Scuola Viva”.




Telese Terme, vicenda suore: il chiarimento dell’assessore Filomena Di Mezza

telese_terme

Di seguito dichiarazione dell’Assessore ai rapporti con l’Istituzione Scolastica Filomena Di Mezza:
“Per fare chiarezza sulla vicenda suore ritengo opportuno riportare la questione sui giusti binari e passare dal sentito dire a quelle che sono state le scelte dell’amministrazione comunale, che sono cristallizzate negli atti amministrativi.
In prima battuta, occorre precisare che l’Istituto Suore degli Angeli hanno sempre e solo svolto servizi educativi per l’infanzia.
Pertanto non è mai stata una scuola Materna o dell’Infanzia, in senso tecnico.
Ma è opportuno rimarcare che la scuola dell’Infanzia non è una scuola dell’obbligo.
Con un atto del Consiglio Comunale e precisamente la delibera di C.C. n. 7 del 17.3.2015, con cui per la prima volta si decide, regolarizzando una situazione poco chiara,  di dare in comodato la struttura comunale all’Istituto religioso, di accollarsi la manutenzione della struttura e di erogare un contributo, si da atto, inoltre, che l’organizzazione e la gestione dei servizi erano condotti autonomamente e che non vi era nessun regolamento che disciplinava il funzionamento dei servizi ed in particolare (frequenza, retta…).
Per cui si approvava la convenzione prevedendo la manutenzione e l’erogazione del contributo.
Un anno dopo lo stesso consesso, tutti presenti ad eccezione di due consiglieri, si decide unanimemente, senza nessuna discussione, di rinnovare la convenzione, ma non ritenendo più sostenibile, per l’Ente, l’assegnazione del contributo si rinnova la convenzione, senza l’erogazione del contributo.
Presenti anche i consiglieri che oggi avversano tanto tale scelta. Sul punto nessun intervento.
La volontà è rimasta tale anche per i successivi anni 2017 e 2018.
Addirittura nel 2017 l’Amministrazione voleva rinnovare la convenzione fino al 30.6.2019.

Infatti, con delibera n. 25 del 30.7.2018, si rinnova la convenzione, per un solo anno, per espressa richiesta dell’Istituto religioso, benché la volontà, dell’amministrazione fosse anche in questo caso il rinnovo per due anni.
Di più, la volontà inequivocabile di continuare questo percorso, risulta anche nella formulazione del nuovo bando per la mensa scolastica, ove si prevede l’erogazione del servizio all’Istituto in parola.
Questi i fatti inequivocabili.
Tutto quanto appreso dai quotidiani e dai social, con svarioni e imprecisioni, che talvolta rasentano la diffamazione, non meritano commenti.
I passaggi istituzionali presso la Madre Superiora, S.E. Domenico Battaglia e presso il parroco sono già avvenuti e in tali passaggi è stata confermata la volontà dell’Ente: rinnovare la convenzione e mantenere il servizio.
Si sarebbe potuto fare di più , lo confermo, se chi dice di essere stato già a conoscenza di questo epilogo, avesse anticipato le criticità, che non sono mai state manifestate anche quando la madre superiora è stata invitata a sottoscrivere la convenzione ad agosto di questo anno.
La soluzione del giorno dopo non è percorribile.
Sentita per le vie brevi la Madre Superiora ha smentito quanto appreso dai giornali e nessun impegno è stato mai preso dall’amministrazione e dal Sindaco, in ordine ad una proroga, o ad una diversa soluzione, peraltro mai formulata in modo ufficiale, che apprendo, con molto stupore sul quotidiano di oggi.
Il mio compito di amministratore è quello di riportare notizie vere.
Detto questo la polemica si conclude qui, confermando tutto quanto già espresso nelle mie precedenti dichiarazioni”.




Anno scolastico 2018/19, accoglienza festosa al “De Sanctis” di Moiano

DeSanctis-2018-09-13_145618[1]Grande festa inaugurale per il nuovo anno scolastico in tutti e quattro i plessi dell’Istituto Comprensivo “Francesco de Sanctis” (Moiano, Luzzano, Bucciano e Forchia), che hanno accolto i bambini, in particolare quelli che entrano per la prima volta nella scuola dell’infanzia e primaria. L’accoglienza è stata affidata ad animatori che, nei panni dei personaggi della fantasia come il Cappellaio Matto e la Principessa Aurora, hanno intrattenuto gli alunni con giochi musicali, giochi di gruppo e di squadra. Alla guida dell’istituto, da quest’anno la nuova Dirigente Scolastica, prof.ssa Rosaria Perrotta, che si è subito messa al lavoro per affrontare e risolvere le problematiche dei vari plessi: “Abbiamo trasferito – spiega la  Dirigente – la scuola dell’ infanzia di Bucciano nell’edificio del vecchio Comune. Ciò per consentire i lavori di ristrutturazione della sede principale; così come la scuola primaria di Moiano, che dovrà a breve trasferire tutte le sue classi (infanzia e primaria) nella sede delle Opere Parrocchiali e due classi della primaria (le quinte) alla scuola Media di via Peraine per consentire i lavori di adeguamento previsti per i locali di Via della Valle”.
La nuova Dirigente Perrotta ha ringraziato per la fattiva collaborazione le Amministrazioni comunali di Bucciano, Moiano e Forchia per la sollecitudine e la cura con cui si stanno occupando del necessario trasloco e per il supporto che stanno dando alla scuola. Infine ha rivolto un particolare ringraziamento alla Preside uscente, Prof.ssa Vanda Lidia Denza, per il sapiente lavoro svolto al De Sanctis in questi anni con dedizione, impegno ed onestà intellettuale.




San Bartolomeo in Galdo, la dirigente del “Medi-Livatino” incontra le Istituzioni locali

IMG-20180912-WA0006[1]L’inizio dell’anno scolastico per l’Istituto d’Istruzione Superiore “Medi-Livatino” di San Bartolomeo in Galdo (che raggruppa le Scuole Superiori di San Bartolomeo, Baselice e San Marco dei Cavoti) è stata l’occasione per un momento di confronto e dialogo tra la dirigente dell’I.I.S. “Medi-Livatino”, Maria Cirocco, e le Istituzioni locali. All’incontro con la Dirigente, tenutosi ieri a San Bartolomeo in Galdo, hanno preso parte il sindaco Carmine Agostinelli ed il presidente della Comunità Montana del Fortore, Zaccaria Spina, accompagnato dalla sua Giunta, gli assessori Salvatore Brancaccio e Marianna Paradiso.
Il momento di confronto è stato mezzo per testimoniare la fondamentale collaborazione ed interazione tra le Istituzioni locali e quelle scolastiche, “oggi più che mai necessaria – a detta degli interlocutori – per contrastare  le grandi criticità che investono i territori in tutti i suoi aspetti e quindi anche il mondo scolastico”.
Sono state evidenziate durante l’incontro le problematiche che caratterizzano questo particolare momento storico, quali il decremento demografico, il disastro della viabilità e l’inadeguatezza dei trasporti, “criticità che – come rimarcato da tutti i presenti – sicuramente non favoriscono le iscrizioni alle scuole del comprensorio e la frequenza agevole da parte degli studenti”.
Si è, quindi, convenuto sulla necessità di aumentare gli sforzi, ognuno per quanto di sua competenza, “affinché – si è sostenuto – le scuole del territorio siano ancor di più attrattive e di eccellenza, sia per evitare una dispersione degli studenti, sia per cercare di attrarre nuovi iscritti provenienti da altre realtà, viciniore e non”.
Dal dibattito è emersa la volontà e l’impegno di tutti affinché ciò si realizzi e si è concordato di procedere nell’immediato ad adeguare la programmazione e le strategie all’andamento demografico esistente.
La Comunità Montana del Fortore, dal canto suo, si è già resa disponibile a riprendere il discorso interrotto di raccordo tra le Istituzioni locali e quelle scolastiche, favorendo tra l’altro la costituzione di un tavolo permanente che coinvolga anche le rappresentanze delle famiglie e che verifichi periodicamente le criticità, discuta in termini di prospettive ed obiettivi programmatici. Un tavolo di confronto, dunque, ma anche, e soprattutto, per individuare possibili soluzioni alle problematiche e programmare, insieme, le strategie da porre in essere per superare le criticità.