1

Economia post Covid, Del Mese: “210 milioni di euro per oltre 3101 Comuni”

Il partito di Calenda, Azione, con concretezza al fianco delle aree interne e piccoli comuni, a sostegno della competitività territoriale sostenibile. “3.101 Comuni riceveranno 210 milioni di euro per sostenere le attività economiche per contrastare gli effetti della pandemia”.

A riportarlo Antonio Del Mese, candidato Sindaco di Azione che, con la proposta a firma dell’On. Nunzio Angiola, ha depositato un’interrogazione al Ministro per il Sud e la Coesione territoriale, dopo aver raccolto numerosissime lamentele da parte di sindaci che non avevano ricevuto nulla delle somme assegnate dal DPCM del 24 settembre 2020. Si trattava di somme destinate a 3.101 comuni, con complessivi 4.171.667 abitanti. Tali somme pari complessivamente a 210 milioni di euro in un triennio, di cui 90 milioni nel 2020, miravano a sostenere le attività economiche, artigianali e commerciali, nonché a contrastare gli effetti dell’epidemia da COVID 19. Finalmente il Governo Draghi ha inserito nei sistemi di pagamento della Ragioneria Generale dello Stato tutti i 3.101 beneficiari della misura in argomento, di cui 1.847 già eseguiti per un totale di circa 60,5 milioni di euro e 1.245 in corso di esecuzione per 29,5 milioni.

L’obiettivo è creare nuove possibilità di reddito e di assicurare agli abitanti l’accessibilità ai servizi essenziali (trasporto pubblico locale, istruzione e servizi socio-sanitari) nonché migliorare la manutenzione del territorio stesso. Dopo tanti slogan ecco una proposta concreta per i piccoli comuni in sofferenza, con Azione la politica
della concretezza.

Comunicato stampa




del Mese: “Sciolta ogni riserva, mi candido a Sindaco”

“In un quadro generale di forte crisi istituzionale e sociale è giunto il momento che ognuno contribuisca, in modo concreto e fattivo, a risollevare le sorti di Benevento, ripiegata su stessa senza nessuna prospettiva, senza nessuna visione e organizzazione di città. Di fronte al grido di allarme di tanti concittadini che, da mesi e mesi, mi sollecitano ad un impegno diretto nella prossima competizione elettorale, non potevo restare indifferente: con determinazione, onore e sincero orgoglio ho accettato l’invito e, insieme a tanti amici, professionisti, studenti, operatori del sociale, donne e uomini di ogni ceto sociale, ci organizzeremo per la candidatura a Sindaco della mia città, Benevento”. Ad affermarlo in una nota è Antonio del Mese, che di fatto ufficializza la propria candidatura alla carica di sindaco di Benevento alle prossime elezioni comunali.

“Sarà un percosso entusiasmante che arricchirà il nostro bagaglio politico ed umano, ora dopo ora, giorno dopo giorno. Il nostro è un progetto concreto che condurrà ad un rinnovamento culturale della classe dirigente. Benevento non può continuare ad essere governata dai soliti noti o da coloro che propugnano un civismo di facciata: dobbiamo ricondurre il dibattito politico sulla centralità dei cittadini che devono essere partecipi della gestione della cosa pubblica e non meri spettatori chiamati ad esprimere il consenso solo nel momento elettorale. Un nuovo approccio culturale: rispetto e libertà nei confronti di tutti, creazione di una comunità dove non si lascia indietro nessuno, superando le discriminazioni, la crescita umana e culturale non solo attraverso l’istruzione ma, anche e soprattutto, attraverso il buon esempio di chi intende porsi alla guida di una comunità. Il tutto senza prescindere dal mondo giovanile, sfiduciato e provato dalla pandemia: non considerato, silenziato ed invisibile. Mondo da collegarsi al sistema produttivo.

Dovrà rivalutarsi, sul fronte opposto, il settore della sanità e dell’emigrazione ospedaliera che a Benevento è molto più alta della media regionale. La nostra Città dovrà essere orientata dalla volontà, concreta, di un nuovo modo di far politica: con competenza, concretezza, legalità e serietà dell’impegno pubblico. Questi i punti centrali del mio impegno con Benevento e per Benevento nel nome di una rinnovata coesione istituzionale. Questo impegno sarà sostenuto anche dal partito di Azione dei miei amici Carlo Calenda e Matteo Richetti a cui vanno, fin d’ora, i più sentiti ringraziamenti di tutti noi. E’ un progetto politico nuovo e concreto fondato su di un profondo rinnovamento culturale della classe dirigente, essenza della rinascita della buona politica. Con Azione vogliamo impegnarci a superare le criticità di una convivenza tra i modelli di assistenza e quelli dello sviluppo economico.

Con Azione – conclude del Mese – intendiamo rimodulare il rapporto tra il pubblico ed il privato sociale. Avremmo modo di approfondire la nostra proposta politico-amministrativa nei prossimi giorni, intanto rivolgo un appello a tutte le elettrici ed elettori, ai giovani ed alle forze “sane” di questa Città che vogliono mettere Benevento sopra ogni interesse di parte: insieme possiamo farcela.

Comunicato Stampa