1

Asia, percettori RdC: ecco dove saranno impegnati in settimana

L’Asia comunica che i percettori del reddito di cittadinanza che collaborano con l’Azienda attraverso i Puc, i Progetti utili alla collettività portati avanti grazie ad un progetto realizzato con la collaborazione dell’amministrazione comunale, saranno impegnati questa settimana per la pulizia delle seguenti zone: area adiacente l’Arco di Traiano; giardini via De Caro; area dei giardini adiacenti la sede provinciale di piazzale Carducci; Spina Verde lato San Modesto e Spina Verde circostante alla sede Arpac; giardini del Ponte Tibaldi; giardini Piccinato; giardini via Di Tocco fino all’area verde del terminal.

Comunicato Stampa




Asia, avviata in mattinata la sanificazione delle strade cittadine

L’Asia, di concerto con il comune di Benevento, comunica di aver dato avvio, questa mattina, alle operazioni di sanificazione delle strade cittadine. I dipendenti hanno provveduto ad igienizzare una parte del rione Libertà (lato San Modesto) che sarà completato nella giornata di domani. Venerdì 30 ottobre sarà la volta della zona alta della città (viale degli Atlantici, viale Mellusi e quartiere Pacevecchia); lunedì 2 novembre gli operatori si sposteranno nel centro storico (comprese i vicoli limitrofi) e zona bassa; si proseguirà con il rione Ferrovia e, poi, con il quartiere Capodimonte.

L’Azienda prevede di terminare la sanificazione nella zona ‘urbana’ entro il prossimo mercoledì 4 novembre. Dalla giornata successiva gli operatori si dedicheranno alle contrade. Le operazioni di sanificazione si svolgeranno tra le ore 4 e le 7 del mattino. L’Asia ricorda che i prodotti utilizzati per la sanificazione sono conformi ai dettati delle normative regionali e di quelle dell’Istituto Superiore di Sanità e non sono tossici né per le persone, né per gli animali domestici.

Comunicato Stampa




Concorso “Città di Airola”: in arrivo musicisti da ogni angolo del mondo, prorogato il termine di scadenza

Il “Città di Airola” cresce ancora: per far fronte all’impetuoso flusso di richieste di iscrizione in arrivo dall’Italia e da vari Paesi esteri, la Direzione Artistica del Concorso Internazionale di Esecuzione Musicale, in programma presso il Teatro Comunale della cittadina beneventana dal 13 al 26 maggio prossimi, ha esteso la deadline per le iscrizioni fino al 10 maggio (invece che il 5 maggio).

L’ulteriore crescita del trend di iscrizioni è alimentato sia dalla rinnovata e prestigiosa partnership artistico-istituzionale con il Teatro di San Carlo di Napoli – tra i massimi enti lirici al mondo – sia dall’elevato profilo delle giurie per il Premio di Interpretazione Pianistica “Francesco Moscato”, per il Premio per il Canto Lirico “Angelo Affinita” e per le sei sezioni del Concorso Internazionale, ideato, fondato e diretto dal M° Anna Izzo e organizzato dall’Accademia Musicale “Mille e una Nota”, con il patrocinio del Comune di Airola.

Il prestigioso Premio di Interpretazione Pianistica “Francesco Moscato”, che attira nel cuore del Sannio giovani talenti del pianismo internazionale che eseguono programmi di cinquanta minuti, sarà assegnato da una Commissione presieduta dal M° Alberto Nosè (giurato del “F. Chopin” di Varsavia) e composta dai Maestri Alessandra Brustia (docente del Conservatorio “C. Monteverdi” di Bolzano),Olivier Cazal (docente al Conservatorio di Chantilly e presidente del Concorso internazionale di piano di Oleggio), Mario Coppola (docente del Conservatorio “Bonporti” di Trento), Tamara Kordzadze(docente del Conservatorio di Zurigo), Xin Wang (tra le più alte espressioni del pianismo cinese) e dal direttore artistico Anna Izzo.

I cantanti lirici saranno valutati da un team di esperti, presieduto dal M° Franco Andolfi (Segretario Artistico del Teatro di San Carlo di Napoli, violinista ed esperto di organizzazione musicale), di cui faranno parte i Maestri Vincenzo De Vivo (direttore artistico della Fondazione Pergolesi-Spontini di Jesi, della Stagione lirica del Teatro delle Muse di Ancona e dell’Accademia d’Arte Lirica di Osimo),Cristina Ferrari (direttore artistico della Fondazione Teatri e del Teatro Municipale di Piacenza, primo direttore artistico donna di una fondazione lirico-sinfonica in Italia), Davide Dellisanti (professore onorario presso l’International University di Changwon, la Kaywon High School of Arts e la Sunwha Art School di Seoul) e Alberto Triola (direttore artistico del Festival della Valle d’Itria di Martina Franca, fondatore della nuova Accademia del Belcanto “Rodolfo Celletti” ed ex presidente del Conservatorio “Nino Rota” di Monopoli).

Sarà il M° Matteo Fossi (docente l’Istituto Superiore di Studi Musicali “R. Franci” di Siena e musica da camera presso la Scuola di Musica di Fiesole) a guidare la Commissione della Sezione “Musica da Camera, Quattro mani”, completata dai Maestri Alberto Maria Ruta (primo violino e fondatore del pluripremiato Quartetto Savinio), Sandro Meo (docente di violoncello del Conservatorio “G. Stanislao” di Cosenza e fondatore della Philharmonia Mediterranea Orchestra), Edoardo Rosadini (docente di Quartetto d’Archi e direttore dell’Orchestra dei Ragazzi presso la Scuola di Musica di Fiesole),Antonello Cannavale (docente di Musica da Camera al Conservatorio di Campobasso), Viviana Desiderio (prima arpa presso le Orchestre sinfoniche RAI di Milano, Roma, Napoli e Torino).

Concorreranno all’assegnazione del montepremi di 12mila euro complessivi, nonché alla possibilità di esibirsi sul palcoscenico del San Carlo e a set di strumenti musicali professionali in palio, migliaia di giovani e giovanissimi musicisti in arrivo da tutta Italia e dall’estero. A iscrizioni ancora aperte, sono già ventuno le scuole medie e i licei a indirizzo musicale che hanno formalizzato la richiesta di partecipare all’apposita sezione del Concorso: solo per questa sezione giungeranno in Valle Caudina oltre mille allievi da tutta Italia. Sono inoltre state perfezionate le procedure di iscrizione di musicisti provenienti da Stati Uniti, Inghilterra, Russia, Ucraina, Spagna e, come è ormai consuetudine da alcuni anni, dall’Estremo Oriente – soprattutto per il canto lirico e il “Moscato”.

Per far fronte alle varie richieste alloggiative, a causa della scarsissima ricettività alberghiera della Valle Caudina e del Sannio in generale, da alcune edizioni del “Città di Airola” l’Accademia “Mille e una Nota” ha varato un progetto di accoglienza interculturale, favorendo accordi diretti tra i musicisti provenienti dall’estero e le famiglie degli allievi dell’Accademia stessa. Grazie a questo progetto, i musicisti stranieri hanno potuto alloggiare gratuitamente in ambienti domestici e, così, conoscere e apprezzare l’ospitalità caudina, mentre le famiglie di Airola e del circondario hanno sperimentato l’importante occasione di conoscenza e approccio ad altre culture, lingue e stili di vita. “Grazie alla sensibile crescita di iscrizioni dall’estero, siamo costretti a chiedere l’aiuto delle famiglie caudine anche per quest’anno”, esordisce il M° Anna Izzo. “Purtroppo siamo alle prese con gravissime carenze di alloggi disponibili e dobbiamo ricorrere alla grande generosità di alcune famiglie del territorio, che hanno compreso e apprezzato l’iniziativa garantendo posti letti letto all’organizzazione. Faccio appello a tutti affinché questa rete di accoglienza cresca ulteriormente”.

Bandi e moduli di iscrizioni, informazioni logistiche e organizzative e contatti diretti sono disponibili al rinnovato sito istituzionale, disponibile all’indirizzo www.concorsocittadiairola.it.

Comunicato Stampa




Asia-Comune, Sguera: ” se non prestiamo attenzione non ci meravigliamo se i conti non tornano”

sguera vincenzoDa una nota diffusa alla stampa da parte del consigliere Vincenzo Sguera:

“E’ giusto che i cittadini sappiano. Con ricorso depositato il 24.1.17 presso il Tribunale di Benevento – sezione lavoro, un dipendente dell’Asia ha chiesto di dichiarare illegittima la disposizione di servizio dell’Ente del 03.11.2016 e/o, comunque, di dichiarare la inidoneità della detta disposizione a revocare “l’uso aziendale che prevede una retribuzione del lavoro notturno degli operatori con con la maggiorazione del 133%”; per l’effetto, ha altresì richiesto di dichiarare l’illegittimità della unilaterale rideterminazione della maggiorazione delle ore di lavoro notturno prestate dai lavoratori dell’ASIA, nella misura del 33% in luogo del 133%, riconosciute in virtù dell’uso aziendale.

In sintesi, la controversia sottoposta all’attenzione del Giudice del lavoro aveva ad oggetto l’accertamento della sussistenza dell’uso aziendale adottato dall’ASIA per diversi anni (a partire dal 2009) e concernente la retribuzione del lavoro notturno- prestato dai dipendenti addetti alla raccolta differenziata- nella misura del 133%, anziché nella misura del 33%, come invece prevista dal CCNL, nonché la conseguente dichiarazione di illegittimità della modifica unilaterale del detto uso da parte del datore di lavoro.

Il Giudice del Tribunale di Benevento –sezione lavoro – ha accolto il ricorso ed ha dichiarato il diritto del ricorrente di percepire la maggiorazione per le ore di lavoro notturno nella misura del 133% – diritto consolidatosi in virtù dell’uso aziendale- in luogo della minore retribuzione nella misura del 33% prevista dal CCNL e dall’ordine di servizio del 3.11.2016, con condanna della resistente al pagamento, in favore del ricorrente, delle differenze retributive. Per il principio della soccombenza, inoltre, l’Azienda è stata condannata anche al pagamento delle spese processuali, opportunamente liquidate in sentenza.

Ora vi è che, al di là dei principi riportati nella sentenza innanzi menzionata, l’Asia non solo sarà tenuta al pagamento delle spettanze maturate per le suddette ragioni in favore di tutti i dipendenti che hanno prestato il servizio notturno alle condizioni determinate dall’uso, ma, ovviamente, non potrà più richiedere prestazioni notturne alle consacrate pattuizioni, al fine di non incorrere in esborsi retributivi esorbitanti rispetto a quelli previsti nel CCNL. E’ chiaro che solo un accordo transattivo e sindacale porrebbe al riparo l’Asia, sia per  evitare l’esborso di considerevoli somme di danaro, sia per riportare alla legalità le prestazioni lavorative negli orari notturni.

Prendendo spunto da tale ultima “sconfitta” giudiziaria, rtiengo opportuno richiamare l’attenzione di tutti noi amministratori – e non solo – sull’intero contenzioso legale che riguarda il Comune di Benevento (e quindi tutti i cittadini), senza dimenticare le numerose   cause tributarie che vengono gestite, ribadisco ancora una volta,  da un’unica dipendente dell’ufficio tributi anzichè dal settore legale dell’Ente.

E poi non ci meravigliamo se i conti non tornano!

 




Asia: “Possibili disservizi nella raccolta dei rifiuti”

Simolo Asia

Alla già difficile situazione conseguente ai gravissimi danni subiti dallo STIR di Casalduni e all’incendio della piattaforma Di Gennaro dei giorni scorsi, si e’ aggiunto poche ore fa un ulteriore incendio che sta interessando un deposito di plastica a Maddaloni.

Tale situazione non fa che acuire i gravi problemi che l’Asia sta incontrando nel conferimento dei rifiuti, che avevano già indotto la società a segnalare nei giorni scorsi la seria possibilità di disservizi nella raccolta dei rifiuti.

Il Comune di Benevento e la stessa ASIA si sono attivati prontamente per individuare impianti alternativi cui conferire i rifiuti ma, a causa della carenza impiantistica nel territorio regionale, potrebbero verificarsi disservizi sia nella raccolta porta a porta che in quella presso gli ecopunti nelle contrade.

Si rinnova pertanto l’invito alla cittadinanza di ridurre il più possibile la produzione dei rifiuti, trattenendo in casa quelli non putrescibili, per i prossimi giorni.

Ci scusiamo per i disagi, non dipendenti dall’ASIA, la quale sta adottando ogni utile iniziativa per ridurre al minimo i disservizi, e confidiamo nella massima collaborazione della cittadinanza in momento di grave ed obiettiva difficoltà nella gestione del ciclo dei rifiuti in Regione Campania.




Rifiuti, il Comitato Nuovo Rione Ferrovia chiede la collaborazione dei residenti

asia porta a porta igiene urbana differenziata“Negli ultimi giorni alcuni condomini hanno lamentato il mancato ritiro del secco indifferenziato”: così il Comitato di quartiere Nuovo Rione Ferrovia invita alla collaborazione dei residenti per quanto riguarda la raccolta differenziata.

“Questo quartiere come più volte segnalato in alcuni comunicati stampa precedenti, vive situazioni di disagio e di degrado per i troppi rifiuti abbandonati. Invitiamo tutta la comunità a segnalare al numero verde dell’ASIA l’eventuale mancata raccolta al fine di evitare che le buste vengano aperte e disperse, ma anche tutti i condomini e le attività commerciali a rispettare gli orari e i giorni di conferimento, a evitare di depositare attorno alle campane di vetro rifiuti addirittura ingombranti. La raccolta porta a porta è un sistema che chiede la collaborazione di tutti per mantenere igiene, decoro e pulizia”.




Riunione Coordinamento Cittadino del PD: tra i temi caldi la questione ASIA

PD-CONFERENZA-8-MAGGIO-2017-15Ieri, venerdì 17 novembre, si è riunito per la seconda volta il nuovo Coordinamento Cittadino del Partito Democratico. Mediante una nota stampa il Circolo Democratico spiega:

“Tra le varie questioni afffrontate è stata sopratutto la situazione ASIA ad animare la discussione: l’inesorabile declino dell’azienda che da una condizione di attivo economico e da una premialità riconosciuta anche a livello nazionale, si trova oggi con un passivo molto pesante e con un’inefficienza denunciata a più livelli. A farne le spese, come sempre, innanzitutto i lavoratori, che stanno vivendo una situazione di enorme difficoltà e di smarrimento. Nei loro confronti il Coordinamento del PD esprime una solidarietà forte ed una vicinanza che non vogliono essere però solo di forma, ma di sostanza. Per questo motivo, si è individuato un gruppo di lavoro, che vede impegnati in prima linea il coordinatore cittadino Giovanni De Lorenzo e due componenti del Coordinamento, Rita Maio e Patrizia Romano, affiancati dal consigliere comunale Italo Di Dio. C’è la consapevolezza, infatti, che occorre non solo analizzare approfonditamente il problema, ma anche cercare soluzioni reali, concrete e condivise, per tutelare i lavoratori e il servizio di nettezza urbana. Bisogna inoltre scongiurare il pericolo che l’azienda diventi strumento di influenza elettorale all’approssimarsi delle politiche. La situazione ASIA, in questo senso, insieme col problema della mensa scolastica, è la cifra del malgoverno mastelliano della città, caratterizzato da imbarazzante inadeguatezza amministrativa e da una politica, nel migliore dei casi, assente.

Il Coordinamento cittadino del Partito Democratico ha posto poi l’attenzione sull’iniziativa relativa alle vaccinazioni che si è tenuta in città lunedì 13 novembre, ritenendo del tutto condivisibili la denuncia e la presa di distanza dell’Ordine dei Medici, dell’ASL e dell’A.O. Rummo, che hanno biasimato la diffusione di informazioni prive di qualsiasi valenza scientifica ed estremamente pericolose per la salute pubblica, nonostante la sacrosanta legge che introduce l’obbligatorietà vaccinale.
Quantomeno discutibile la presenza addirittura di entrambi i consiglieri comunali del Movimento 5 Stelle, Sguera e Farese, tra un pubblico peraltro quasi esclusivamente composto dagli attivisti di uno dei due meetup di Benevento. Una partecipazione massiccia all’iniziativa, quella grillina, in tutta evidenza più intesa ad omaggiare, e a sponsorizzare, che ad ascoltare. Questo, in un momento estremamente delicato, dove le Istituzioni e tutte le figure di responsabilità politica e amministrativa avrebbero invece il dovere di assumere posizioni in linea con quelle della comunità scientifica.

Per agevolare le dinamiche organizzative interne al circolo beneventano, si è infine istituita una segreteria organizzativa, coordinata da Antonio Furno, che sarà coadiuvato da Gretel Francesca Marulli e Nunzio Castaldi.”




IoXBenevento risponde ai Consiglieri De Nigris e Quarantiello: "Mancano di confronto e hanno il coraggio di polemizzare"

ioxbenevento“Apprendiamo che i Consiglieri Comunali De Nigris e Quarantiello, abbiano polemizzato in merito all’organizzazione del dibattito pubblico “Dissesto Finanziario: Quali ricadute sui cittadini? ASIA: che futuro?”, promosso dalla nostra Associazione lo scorso giovedì 2 marzo, presso la sede dell’ASIA” comincia così la nota diramata dall’associazione IoXBenevento rivolta ai Consiglieri De Nigris e Quarantiello.
“A questo punto, è doveroso chiarire quanto accaduto ai due Consiglieri che, evidentemente, parlano senza essere informati.
Innanzitutto, la sede del dibattito doveva essere la sala Consiliare di palazzo Mosti, la nostra associazione ha provveduto a protocollare la richiesta di utilizzo della sala il 17 febbraio ma ad oggi, nessuno ha avuto nemmeno il garbo istituzionale di rispondere.
Contestualmente, abbiamo provveduto ad inoltrare invito di partecipazione, prima scritto e poi telefonico, sia all’Assessore alle Finanze Serluca che al Presidente della Commissione Finanze Tomaciello che hanno declinato.
A questo punto, poichè il dibattito è stato organizzato per la pressante sollecitazione dei cittadini che volevano avere contezza di ciò che stava accadendo al Comune e relativamente ai servizi erogati dall’ASIA, è stato necessario chiedere al presidente della municipalizzata di ospitarci presso la propria sede.
Ciò che rimane perplessi, e sinceramente non solo a noi dell’associazione, è che nonostante gli Amministratori di maggioranza, gli Assessori, il Sindaco, vengano puntualmente invitati dai cittadini o dalle organizzazioni sociali che in qualche modo cercano di rappresentare gli interessi e i dubbi dei cittadini, si continua non solo a mancare di confronto, non dando modo di prendere conoscenza di ciò che accade, ma oltretutto si ha anche il coraggio di polemizzare quando i cittadini-contribuenti cercano chiarezza”.




M5S all'attacco: "Mastella e Lonardo diano spiegazioni sulla probabile trasformazione dell'ASIA"

c__data_users_defapps_appdata_internetexplorer_temp_saved-images_12717978_578762165617476_7206949378202429499_n

Il Movimento 5 Stelle in data odierna ha pubblicato una nota in merito alla questione ASIA Benevento. Eccola riportata interamente:

“Abbiamo acquisito dalla stampa notizie di rilievo sulla gestione dei rifiuti solidi urbani nel Comune di Benevento, che incrociamo con quanto saputo nella commissione Ambiente, dove per altro il Presidente dell’Asia è stato ascoltato. Dunque, ci sarebbe la volontà del Sindaco Mastella e del Presidente ASIA Lonardo di apportare dei radicali cambiamenti all’attuale gestione.
In attesa di leggere il piano industriale (e dunque queste considerazioni siano prese con beneficio d’inventario), rileviamo quanto segue.
Mastella pare che vorrebbe trasformare la propria partecipata ASIA da azienda interamente a capitale pubblico ad azienda mista, pubblico-privato, con la scusante di scaricare per intero il comune dell’onere finanziario del servizio di raccolta e trasporto rifiuti e gravarlo interamente sui cittadini. E focalizzando l’attenzione su questo punto c’è da chiedersi: ma fino ad oggi non sono stati i cittadini a pagare questo servizio? Cosa cambierebbe? Nulla. Allora va effettuata una lettura del perché di questa probabile svolta, nelle pieghe di questa storia e vanno cercate le cause di questa gravosa situazione in cui versa l’ASIA nonostante i proclami del presidente che sventola raggiungimenti di obiettivi, bilanci in attivo et cetera.
Ricordiamo al Sindaco e al Presidente che ci sono precisi obblighi normativi derivanti dalla legge Regionale 26 maggio 2016, n. 14 con la quale si è stabilito che la gestione integrata dei RSU passa in carico ai comuni obbligatoriamente in forma associata sotto forma di ATO provinciale, e siccome la nostra provincia è in forte ritardo rispetto alle altre, il suo avvio sarà molto ravvicinato. Tra i comuni che devono rispettare tale norma e che rientra in questo nuovo prossimo processo, non è esonerato Benevento. Quindi di che si parla?
È doveroso ricordare e precisare che la nostra provincia è in mora sulla costituzione dell’ATO (rispetto al quale noi abbiamo espresso voto contrario nel Consiglio preposto) e dell’avvio di una gestione integrata provinciale. Ciò è dovuto alla mancata adesione nel 2010 del comune di Benevento alla provincializzazione che si cercò di attuare allora, facendo rimanere il tutto a bagnomaria. Inoltre il presidente ASIA Lonardo più volte ha dichiarato che il rinnovo del contratto di servizio tra l’azienda e comune ha scadenza 31 dicembre 2016 proprio in virtù dell’imminenza dell’avvio di questa nuova fase, confermando quanto da noi detto.
Bisogna ora capire perché questa brusca accelerazione e voler a tutti i costi effettuare questa strana ed inutile trasformazione prima di un eventuale dissesto. Coprire responsabilità di qualcuno? Buttare tutto in un nuovo pentolone, cambiare casa e tener lontano il commissario che verrebbe dai bilanci ASIA?
Riteniamo, infine, sbagliata la proposta di inserire la TARI alla bolletta GESESA, imitando di fatto il governo Renzi con il Canone RAI in bolletta ENEL.
Ora in attesa che il Sindaco Mastella ed il presidente Lonardo confermino o smentiscano queste voci giornalistiche, noi continueremo a lavorare su questo tema e a breve chiederemo un consiglio monotematico in cui esporre tutte le nostre perplessità in merito.

Marianna Farese – Nicola Sguera
Movimento 5 Stelle”