1

L’Unifortunato in Romania per un progetto di ricerca su Traiano

UNADJUSTEDNONRAW_thumb_4a24Dal 5 al 7 dicembre scorsi una delegazione dell’ Università Telematica Giustino Fortunato composta dai docenti Paolo Palumbo, Alessio Guasco,  Stefano Forgione e da una rappresentanza di studenti, si è recata a Bucarest per partecipare ad una serie di attività didattiche e di terza missione collegate al progetto di ricerca su Traiano denominato “L’optimus princeps. Diritto, religione, amministrazione all’ombra dell’Arco di Traiano”.

Nella giornata di martedì 5 dicembre la delegazione è stata ricevuta presso l’Università Crestina Dimitrie Cantemir di Bucarest  dove si è tenuta la conferenza italiana sul tema Diritto, religioni e culture, inserita nel progetto, che ha visto protagonisti i professori Paolo Palumbo e Alessio Guasco a cui ha fatto seguito un interessante dibattito con gli intervenuti alla presenza  anche del Pro Rettore dell’Università – Prof.ssa Ramon Mihaila.

In tale occasione  è stato sottoscritto un accordo per la mobilità Erasmus ed un protocollo di intesa caratterizzato da una collaborazione scientifico-didattica che vedrà i due Atenei protagonisti di nuovi progetti.

UNADJUSTEDNONRAW_thumb_4a23

Mercoledì 6 dicembre la delegazione dell’Unifortunato, accompagnata dal professor Livio Zerbini dell’Università di Ferrara, ha fatto visita al Museo di Storia Romana di Bucarest dove sono custoditi i calchi della Colonna Traiana che si trova a Roma. Nel corso della lezione il professor Zerbini si è soffermato sull’importanza della figura dell’Imperatore  Traiano, sulla rilevanza mondiale dell’Arco di Traiano di Benevento e su tutta una serie di eventi legati alla vita dell’Imperatore.

Nel pomeriggio, poi,  la delegazione è stata ricevuta, presso l’ambasciata d’Italia in Romania dall’ambasciatore S.E. Marco Giungi che si è a lungo intrattenuto con i rappresentanti dell’Università Giustino Fortunato e dell’Università di Ferrara, apprezzando le iniziative che si stanno svolgendo legate alla figura di Traiano.

Successivamente, presso l’Istituto italiano di cultura, i professori Paolo Palumbo ed Alessio Guasco hanno presentato al numeroso pubblico presente il progetto di ricerca e terza missione dell’Università Giustino Fortunato, illustrando le tappe del calendario delle attività da svolgersi e di quelle già fatte, assicurandosi l’interesse dell’Istituto italiano di cultura a collaborare ed a prendere parte attiva alle iniziative anche attraverso attività in streaming.

UNADJUSTEDNONRAW_thumb_4a28

In definitiva  si è trattato di una due giorni di grande interesse culturale scientifico didattico, con prospettive interessanti per le ricadute che le attività di ricerca potranno avere anche sul territorio.