1

Adani: “A Cagliari 1 fisso?”. Cassano: “3-0 facile!” E poi chiede scusa a Pippo

Alla Bobo Tv con Christian Vieri, Lele Adani, Antonio Cassano e Nicola Ventola, è tempo di parlare del sorprendente Benevento del grande amico Pippo Inzaghi. I quattro si scatenano su Twitch ma i più focosi sul tema sono Cassano e Adani. Il primo dava per scontata una netta sconfitta della Strega in Sardegna, ma soprattutto si scusa con SuperPippo che lo ha fatto ricredere. Adani elogia il lavoro dell’ex attaccante di Milan e Nazionale e parla anche dell’assenza di una punta di peso. Ecco il dialogo sui giallorossi (nel video dal minuto 12.25):

Vieri: “Mi sembra giusto parlare del mio amico Pippo perché sta facendo buon calcio, vince le partite ed è messo benissimo in classifica. Dobbiamo fare i complimenti perché sta facendo bene col Benevento”.

Adani: “Più che bene. Ha vinto 6 partite, pareggiato con Lazio, Juve e meritava di più col Milan. Io vi dico: Cagliari-Benevento, non eravate più propensi a mettere 1?”.

Cassano: “3-0 facile! Quando hanno iniziato i fratelli Inzaghi a fare gli allenatori ero convinto al 100% che Pippo avrebbe fatto una carriera clamorosa. Ma inizialmente ha fatto grande fatica, cacciato dal Milan poi andato al Venezia e per come giocava il Bologna dicevo “questo non può allenare”! Da quello che ho visto l’anno scorso ma soprattutto quest’anno, con un 4-3-3 da squadra, se gli dai una punta rischia che questo fa un campionato clamoroso! E ha capocannoniere Sau che non gioca con 4 gol (ndr in realtà si confonde con Caprari, capocannoniere della Strega). Mi devo ricredere, sta facendo molto molto bene con una squadra mediocre, ha stradominato la B e le altre partite meritava qualcosa in più. Chapeau”.

Ventola: “Pippo che è uomo di calcio ed è competente ha capito che a Bologna ha fatto male e nel percorso ha cambiato e ci vuole esperienza. Il Benevento gioca da squadra, attaccano e difendono un po’ come fa suo fratello con la Lazio. Sa difendere e sa attaccare da squadra, con buoni giocatori. Lo zampino di Pippo è incredibile quest’anno, con la squadra che ha”.

Adani: “Io ho commentato Roma-Benevento 5-2. Vi assicuro che il Benevento ha fatto una gran partita. Va in vantaggio, poi va sotto e pareggia. Ha la palla per andare 3-2 con un’azione costruita da dietro, poi perde 5-2. Lì elogiavo il Benevento come una squadra che crede e ha idee. Poi attenzione, il Benevento palleggia, vuole lavorare non solo in fase di non possesso ma palleggia da dietro con giocatori un po’ tutti da scoprire a certi livelli, ed è decimo in classifica. Il lavoro ragazzi è un valore, il lavoro lo ha portato a migliorare e a ottenere. Non perché ha passione ma perché ama il lavoro, sennò non diventa giocatore Schiattarella!”.

Vieri: “Si è messo in gioco in C e in B…”.

Cassano: “In B poteva essere semplice con una grande squadra, ora sta facendo delle robe incredibili. Ionita non giocava mai e l’ha valorizzato, Schiattarella è una ex ala e l’ha messo davanti alla difesa, Insigne non giocava in B nemmeno ad Avellino e sta facendo una grande stagione giocando lì come lui vuole. Mi son ricreduto e chiedo scusa a Pippo perché non pensavo potesse fare questo lavoro, anche se è mio amico”.

Adani: “E poi c’è il fatto delle punte e anche lì hai ragione. Sei il Benevento, ti procuri tre o quattro occasioni e se non le fai si va a casa senza niente…”.