1

“Cerro d’Oro”: boom di iscritti per il primo premio sannita

Sono 20 gli oli extravergine d’oliva, di altrettante aziende olivicole della provincia di Benevento, in concorso per il premio “Il Cerro d’Oro”, primo riconoscimento nel Sannio dedicato all’extravergine prodotto sul territorio. Un’iniziativa di Coldiretti Benevento e Comune di Cerreto Sannita, in collaborazione con Aprol Campania – organizzazione dei produttori olivicoli – e Cna Benevento. Il premio “Il Cerro d’Oro” sarà assegnato domenica 24 novembre nella sala convegni di Palazzo del Genio, in occasione della giornata di chiusura delle Domeniche dell’Olio. L’iniziativa si avvale anche della collaborazione del Gal Titerno e del comitato promotore del Distretto del Cibo della provincia di Benevento. Il premio sarà costituito da una ceramica artistica ad opera dei maestri artigiani cerretesi.

Novità nella novità è anche il metodo di valutazione. La commissione infatti sarà composta dagli stessi concorrenti. Obiettivo del premio è stimolare l’attenzione verso la qualità sensoriale degli oli da parte degli stessi produttori. Le aziende olivicole ammesse a partecipare hanno sede operativa nei Comuni della provincia di Benevento e confezionano a marchio proprio. La partecipazione è gratuita. I campioni saranno sottoposti, in forma anonima, al giudizio della commissione costituita da un presidente e dagli stessi produttori (o loro delegati) partecipanti al Premio con un proprio prodotto. Domenica 24 novembre alle ore 15, la commissione si riunirà presso Palazzo del Genio a Cerreto Sannita e, utilizzando una scheda di valutazione appositamente predisposta, assegnerà a ciascun campione un punteggio pari alla media aritmetica dei punteggi espressi dai singoli componenti. Sarà proclamata vincitrice unica del Premio il Cerro d’oro 2019 l’azienda olivicola che avrà riportato il punteggio più elevato. Il Premio sarà un “numero zero”, in previsione dal prossimo anno di un’edizione più ampia.

La proclamazione del Premio sarà la conclusione del convegno sul tema “Olio Evo: la sfida della qualità”, che si terrà nella stessa sala di Palazzo del Genio alle ore 18. Sono previsti i saluti di Giovanni Parente, sindaco di Cerreto Sannita e di Antonio Di Maria, presidente della Provincia di Benevento. Modera Nicola De Ieso, responsabile comunicazione di Coldiretti Campania. Relazionano Maria Luisa Ambrosino, capo panel, Pasquale Calabrese, entomologo e capogruppo consiliare, Danila Carlucci, Accademia Italiana della Cucina, Roberto Mazzei, coordinatore Aprol Campania. Concludono i lavori Erasmo Mortaruolo, vicepresidente Commissione Agricoltura Regione Campania, Annarita De Blasio, direttore CNA Campania Nord – Area Benevento, e Gennarino Masiello, vicepresidente nazionale della Coldiretti.

Comunicato stampa




Nasce il primo premio dedicato all’olio extravergine d’oliva

Nasce per la prima volta nel Sannio un premio dedicato all’olio extravergine d’oliva per iniziativa di Coldiretti Benevento e Comune di Cerreto Sannita, in collaborazione con Aprol Campania – organizzazione dei produttori olivicoli – e Cna Benevento. Il premio “Il Cerro d’Oro” sarà assegnato domenica 24 novembre nella sala convegni di Palazzo del Genio, in occasione della giornata di chiusura delle Domeniche dell’Olio. L’iniziativa si avvale anche della collaborazione del Gal Titerno e del comitato promotore del Distretto del Cibo della provincia di Benevento. Il premio sarà costituito da una ceramica artistica ad opera dei maestri artigiani cerretesi.

Novità nella novità è anche il metodo di valutazione. La commissione infatti sarà composta dagli stessi concorrenti. Obiettivo del premio è stimolare l’attenzione verso la qualità sensoriale degli oli da parte degli stessi produttori. Sono ammesse a partecipare le aziende olivicole con sede operativa nei Comuni della provincia di Benevento che confezionano a marchio proprio. La partecipazione è gratuita. La richiesta di partecipazione deve pervenire entro venerdì 22 novembre all’indirizzo: benevento@coldiretti.it. Nella richiesta è necessario specificare: denominazione dell’azienda, indirizzo, nome del titolare, telefono, mail, ampiezza del lotto di cui il campione è rappresentativo, nominativo della persona designata a far parte della giuria. Entro le ore 12 del 23 novembre 2019 ogni partecipante dovrà consegnare al Comune di Cerreto Sannita un campione di olio extra vergine d’oliva dell’annata in corso confezionato ed etichettato per la distribuzione in n° 2 bottiglie preferibilmente da 0,50 litri. I campioni saranno sottoposti, in forma anonima, al giudizio della commissione costituita da un presidente e dagli stessi produttori (o loro delegati) partecipanti al Premio con un proprio prodotto. Domenica 24 novembre alle ore 15, la commissione si riunirà presso Palazzo del Genio a Cerreto Sannita e, utilizzando una scheda di valutazione appositamente predisposta, assegnerà a ciascun campione un punteggio pari alla media aritmetica dei punteggi espressi dai singoli componenti. Sarà proclamata vincitrice unica del Premio il Cerro d’oro 2019 l’azienda olivicola che avrà riportato il punteggio più elevato. Il Premio sarà un “numero zero”, in previsione dal prossimo anno di un’edizione più ampia.

La proclamazione del Premio sarà la conclusione del convegno sul tema “Olio Evo: la sfida della qualità”, che si terrà nella stessa sala di Palazzo del Genio alle ore 18. Sono previsti i saluti di Giovanni Parente, sindaco di Cerreto Sannita e di Antonio Di Maria, presidente della Provincia di Benevento. Modera Nicola De Ieso, responsabile comunicazione di Coldiretti Campania. Relazionano Maria Luisa Ambrosino, capo panel, Pasquale Calabrese, entomologo e capogruppo consiliare, Danila Carlucci, Accademia Italiana della Cucina, Roberto Mazzei, coordinatore Aprol Campania. Concludono i lavori Erasmo Mortaruolo, vicepresidente Commissione Agricoltura Regione Campania, Annarita De Blasio, direttore CNA Campania Nord – Area Benevento, e Gennarino Masiello, vicepresidente nazionale della Coldiretti.




Il treno storico “Sannio Express” fa tappa a Morcone

trenostorico-Morcone3[1]

Un fine settimana all’insegna del treno storico quello appena trascorso a Morcone, dove il 14 luglio scorso, in una stazione gremita, la comunità morconese ha salutato con entusiasmo l’arrivo del “Sannio Express”, il treno storico-turistico promosso da Fondazione Fs e finanziato dalla Regione Campania. Un progetto che vede protagonista la CNA di Benevento con il suo brand di valorizzazione del territorio, “Sannio Autentico” e vede il coinvolgimento diretto delle associazioni culturali del territorio. Vecchie locomotive, pezzi da museo per nostalgici che tornano magicamente a vivere. Bambini, ragazzi, giovani e meno giovani hanno accolto il ritorno del treno nella stazione di Morcone, una grande festa a cui hanno preso parte, oltre ai circa 200 passeggeri del treno storico organizzato per visitare i luoghi di Padre Pio, tantissimi cittadini che, con gli occhi colmi di nostalgia, hanno voluto fare un tuffo nel passato e rivivere le emozioni di un tempo. Sullo sfondo della vecchia stazione, alcuni ragazzi morconesi hanno indossato abiti di inizio ‘900, un immagine unica che ha restituito quella che era la Morcone di un tempo, una scena che ha sorpreso e stupito non solo la popolazione ma soprattutto le tante autorità presenti.
Oltre al Sindaco di Morcone, Luigino Ciarlo, hanno preso parte alla manifestazione On. Costantino Boffa, delegato della Regione Campania, Rossella Del Prete, Assessore all’Istruzione del Comune di Benevento, Domenico Masone, sindaco di Pietrelcina, Pasquale Carofano, sindaco di Telese Terme, Lucio Mucciacciaro, sindaco di Fragneto L’ Abate, Pasquale Narciso, sindaco di Campolattaro, Gianfranco Rinaldi, sindaco di Pontelandolfo, Pasquale Iacovella, sindaco di Casalduni, Pasqualino Cusano, sindaco di Sassinoro, Antonio di Maria, sindaco di Santa Croce del Sannio e Presidente della Comunità Montana Titerno – Alto Tammaro,  Danilo Viscio, consigliere del Comune di Castelpagano, Paolo D’Anello, sindaco di Sepino, Angelo Cadagnone, sindaco di San Giuliano del Sannio.
Come sottolineato dal sindaco Ciarlo, la loro presenza è la prova evidente di quanto si senta l’esigenza di collaborazione e sinergia tra i diversi comuni del territorio al fine di incentivare lo sviluppo ed il turismo dell’intero Sannio. Anche il sindaco di Pietrelcina, Domenico Masone, ha rimarcato l’importanza della manifestazione, che vede per la prima volta le due comunità, indissolubilmente legate nel nome di Padre Pio, insieme. Significativo anche l’intervento del sindaco di Santa Croce del Sannio, Antonio Di Maria: “Abbiamo bisogno che tutti comuni dell’Alto Tammaro siano uniti e condividano gli stessi percorsi perché se ci dividiamo dimezziamo le possibilità. Al contrario, solo uniti possiamo invertire la rotta. Il progetto ferroviario è uno strumento importante per avviare un processo di sviluppo economico, turistico ed occupazionale per tutto l’Alto Tammaro, uno sviluppo che può avvenire solo se tutti lavoriamo insieme, dagli amministratori, alle associazioni, ai cittadini comuni”, ha dichiarato il Presidente della Comunità Montana Titerno – Alto Tammaro. La cerimonia istituzionale si è conclusa con l’intervento dell’ On. Costantino Boffa, che ha seguito, passo dopo passo, l’iter di realizzazione del progetto. Dopo la benedizione solenne da parte dell’Arcivescovo di Benevento, Mons. Felice Accrocca, le autorità, i visitatori e i cittadini tutti hanno avuto la possibilità di gustare alcuni dei prodotti tipici della cucina morconese, sapientemente preparati dagli Agriturismi presenti sul territorio, quali “Agriturismo Di Fiore”, l’Agriturismo Mastrofrancesco,“Yes Boss” e “Cavatello”.
La giornata di festa è poi continuata all’interno del Borgo antico, alla scoperta dei luoghi caratteristici del centro storico. Santuario della Madonna della Pace, Piazza del Pozzo, Auditorium San Bernardino: ecco alcuni dei luoghi che i visitatori hanno avuto modo di ammirare durante il percorso. In particolare, in Piazza del Pozzo sono stati accolti da alcuni figuranti del “Presepe nel Presepe” i quali, nonostante le calde temperature, hanno riproposto alcune delle scene del presepe vivente, manifestazione che ha reso Morcone celebre in tutta Italia. La passeggiata per il centro storico ha avuto anche un momento di convivialità, durante il quale i visitatori hanno potuto assaggiare alcuni dei piatti tipici morconesi. La visita al paese si è conclusa al Convento dei Padri Cappuccini, luogo che ha visto il noviziato di San Pio da Pietrelcina.
Si pensava di non sentir più fischiare un treno lungo la via ferrata che collega Benevento a Morcone, invece, grazie all’iniziativa promossa da Fondazione FS Italiane, i treni sono ripresi a marciare offrendo un’esperienza dal gusto retro, piena di storia e fascino. Quello del 14 luglio è stato solo il primo viaggio del “Sannio Express”, che farà nuovamente tappa a Morcone il prossimo 22 luglio. Il viaggio a bordo del treno storico, dunque, continua.




Turismo: arriva il “Treno di Arechi”, riapre la fermata ferroviaria “Arco Traiano”

treno storico Salerno e Benevento unite dalla storia longobarda. Domenica 10 giugno sarà il treno storico di Fondazione Fs-Regione Campania, “Sannio Express”, a collegare le due principali città longobarde della regione.
Dopo il pienone di turisti di maggio (sold-out a Pontelandolfo e all’Oasi WWF di Campolattaro), sarà la volta de “Il Treno di Arechi”, a cura della CNA Benevento e “Sannio Autentico”, che da mesi si occupano della promozione e valorizzazione del “Sannio Express”, in collaborazione con la CNA Salerno e con “Benevento Longobarda”. Il treno storico, interamente finanziato dalla Regione Campania ed inaugurato nel settembre 2017, con il passare dei mesi sta riscuotendo interesse e consensi.
Due i momenti salienti della giornata: la riattivazione della fermata ferroviaria “Benevento Arco Traiano” e la presentazione del progetto “Principati e Terre di Longobardi del Sud” all’interno della rievocazione storica “Benevento Longobarda”.
La fermata “Arco Traiano” verrà riattivata, ed inserita nel cartellone ufficiale dei treni storici di Fondazione Fs, proprio per agevolare il flusso turistico dei passeggeri del treno storico provenienti da Salerno e Avellino. La vicinanza ai maggiori monumenti longobardi e non di Benevento sarà un motivo in più per apprezzare le bellezze della città.
Una grande opportunità per favorire il flusso turistico nel cuore della città, la comodità di arrivare da Napoli, Caserta, Salerno ed Avellino gustandosi un viaggio “slow” è un assist per gli operatori turistici e culturali beneventani e, soprattutto, per i commercianti del centro storico. Su “Il Treno dei Arechi” di domenica 10 giugno risultano già un centinaio di passeggeri a bordo: molte delle persone a bordo sono archeologi o appassionati di rievocazioni storiche che raggiungeranno il capoluogo sannita per godersi “Benevento Longobarda” ed i principali monumenti della buffer-zone Unesco”.
Obiettivo del treno storico con carrozze Centoporte “anni ’30”, è far provare antiche emozioni e sensazioni ai viaggiatori che, una volta arrivati alla fermata “Benevento Arco Traiano” saranno accolti dai rievocatori nelle uniformi d’epoca longobarda e “scortati” in un percorso speciale fino all’area archeologica dei “Santi Quaranta” dove è in programma l’ultima giornata di “Benevento Longobarda”, la rievocazione storica della città sannita.
All’arrivo del gruppo di passeggeri presso il villaggio longobardo dei “Santi Quaranta”, si terrà il convegno “Principati e Terre di Longobardi del Sud”, infine, si terrà all’interno dell’area archeologica dei “Santi Quaranta” con la partecipazione del Gruppo Archeologico Salernitano, Langobards ways e Benevento Longobarda. Si discuterà sulla nascita di una ATS (Associazione Territoriale di Scopo) sui Longobardi del Sud, al fine di favorire il recupero della comune identità e dare vita a nuovi itinerari per un turismo culturale.

Il treno storico coprirà le seguenti fermate con i seguenti orari: ANDATA – Salerno (9.15) – Mercato S.Severino (9.45) – Avellino (10.20) – BENEVENTO ARCO TRAIANO (viaggio di andata: arrivo ore 10:51, partenza
ore 10:56) – Benevento Centrale (11.15) – Pietrelcina (11.41) – Fragneto Monforte (12.09) – Campolattaro (12.21) – Pontelandolfo (12.30).
RITORNO – Pontelandolfo (17.43) – Campolattaro (17.49) – Fragneto Monforte (18.00) – Pietrelcina (18.26) – Benevento Centrale (19.10) – BENEVENTO ARCO TRAIANO (arrivo ore 19:12, partenza ore 19:13) – Avellino (19.56) – Mercato S.Severino (20.30) – Salerno (20.57).




Sannio Autentico: "Le eccellenze del territorio a Ravello"

Belvedere-Principessa-di-Piemonte...Vetrina di prestigio per le eccellenze sannite. Sabato 12 aprile, in occasione di “Calici di Stelle”, evento a cura del Comune di Ravello e del Movimento Turismo del Vino, la CNA di Benevento sarà presente a Ravello (Salerno) con il brand di promozione turistica “Sannio Autentico”. All’interno del suggestivo scenario del belvedere “Principessa di Piemonte” (NELLA FOTO ALLEGATA), sarà allestito uno spazio “100% made in Sannio” dove, oltre a “Sannio Autentico”, sarà presente il “Sannio Consorzio Tutela Vini” che si occuperà della promozione enogastronomica. Tante le attività che la CNA beneventana presenterà a Ravello: dall’infopoint turistico dove verranno presentate al pubblico le maggiori iniziative del Sannio (Riti Settennali di Guardia Sanframondi, le deguSTAZIONI a Benevento e le attività legate al treno storico di Pietrelcina) con brochure e informazioni in lingua inglese alla vendita dei prodotti agroalimentari (croccantino del Fortore, taralli telesini, pasta bio e nocino) fino all’esposizione del feltro artistico e dei Maestri Ceramisti delle botteghe di San Lorenzello e Cerreto Sannita, volute fortemente dagli organizzatori: saranno proprio loro ad animare lo spazio sannita con lavorazioni dal vivo ed esposizioni dei pezzi più belli della ceramica “cerretese”.
Una presenza importante quella di “Sannio Autentico”, all’interno di uno dei borghi più belli e rappresentativi della Costiera Amalfitana, che specialmente nel periodo clou dell’estate, garantirà il pienone di turisti stranieri in viaggio in Italia: “Siamo davvero soddisfatti di partecipare attivamente a questa iniziativa – ha sostenuto Annarita De Blasio, responsabile Imprese di Cna Benevento – si tratta di un progetto di collaborazione partito da lontano, grazie all’interesse e l’impegno di Suita Carrano, fondatrice e presidente IWPA International, che lo scorso marzo è stata nostra ospite ed ha capitanato il gruppo di buyers internazionali impegnate nell’educational tour “Italy Coast to Coast. Un ricambio disinteressato, visto che in quell’occasione l’interesse verso la ceramica “cerretese” e verso le bellezze del nostro territorio non è certo passato inosservato”.