1

Vvf, il CONAPO incontra Di Maio: “il vice premier ha promesso impegno, ma noi vigileremo”

Da un comunicato diffuso alla stampa dal CONAPO di Benevento:

“Grazie alla determinazione della nostra Segreteria Provinciale, e con il fattivo coinvolgimento della Segreteria Regionale e della Dirigenza Nazionale della nostra Organizzazione Sindacale CONAPO, oggi una nostra delegazione è stata ricevuta dall’ On. Luigi Di Maio e da altri rappresentanti del M5S e del Ministero del Lavoro.

In un clima di serena collaborazione i temi posti storicamente dalla nostra OS sono stati recepiti e sono state date ampie rassicurazioni per quanto riguarda l’equiparazione retributiva e pensionistica dei Vigili del Fuoco con quelle delle Forze di Polizia.

Il Ministro Di Maio ha assunto l’impegno alla “creazione, già nel 2019, di un Fondo economico dedicato che sarà attivo da Gennaio 2020 al Ministero del Lavoro, con cui affiancare il Ministero dell’Interno nell’operazione di azzeramento del gap previsto  nel contratto di governo”.

Gli impegni assunti e sottoscritti dalla contro parte politica sono stati pubblicati sulla pagina web   https://www.lavoro.gov.it/stampa-e-media/comunicati/pagine/incontro-con-i-rappresentanti-di-conapo-il-sindacato-autonomo-del-vigili-del-fuoco.aspx/

Pur esprimendo ampia soddisfazione per quanto definito oggi, e in nome di un atteggiamento collaborativo,  la Segreteria Nazionale CONAPO ha sospeso lo sciopero e ritirato lo Stato di agitazione,  naturalmente vigilando affinché gli impegni presi oggi siano mantenuti.

Ancora una volta abbiamo dimostrato la nostra determinazione, la nostra volontà, la nostra onestà intellettuale e la nostra coerenza”.




Il Conapo: “Autisti Vigili del Fuoco Benevento ridotti all’osso”

Il Segretario Provinciale CONAPO (Sindacato Autonomo dei Vigili del Fuoco di Benevento) Livio Cavuoto, denuncia che l’organico Vigile del Fuoco autista del Comando Provinciale VVF di Benevento è ridotto come si suol dire all’osso. Una situazione che ha portato a un gran sacrificio, mettendo anche in difficoltà l’operatività  del  poco personale autista presente presso il Comando di Contrada Capodimonte.

“Questa situazione non concede certo la necessaria serenità al personale che espleta questo difficile e particolare lavoro – conferma Livio Cavuoto – con situazioni estreme nell’impiego dello stesso”.

La nostra Segreteria Provinciale CONAPO  con una nota, ha portato all’attenzione di  tale problematica, oltre al Dirigente del Comando Provinciale VVF di Benevento, anche il Direttore Regionale VVF Campania e il Signor Prefetto di Benevento, cercando di far capire il dramma che quotidianamente vive e che andrà a vivere tra qualche mese con l’inizio della stagione estiva, il personale Vigile del Fuoco autista del nostro Comando.

Questa critica situazione, con l’avvicinarsi dei mesi più caldi e del periodo in cui il personale deve usufruire delle ferie estive, rischia di mettere in ginocchio l’intero dispositivo di soccorso tecnico urgente della Provincia di Benevento e non concede certo la necessaria serenità al personale che espleta questo difficile e particolare lavoro.

Le soluzioni estreme come la soppressione delle ferie non possono e non devono essere prese in considerazione, anche se dobbiamo tristemente constatare che già da tempo i Vigili Permanenti autisti non riescono ad usufruire delle proprie ferie.

In considerazione di quanto sin qui esposto, la nostra O.S. intende avanzare al Signor Comandante Provinciale Vigili del Fuoco di Benevento e al Signor Direttore Regionale Campania di valutare l’ipotesi di richiami del personale Vigile Permanente Autista in straordinario, per sopperire la carenza venutasi a creare presso il Comando Provinciale Vigili del Fuoco di Benevento.

Comunicato stampa 

 




Conapo, Cavuoto: “Riaprire il Distaccamento dei Vigili del Fuoco volontari di Vitulano”

livio cavuoto “Come è ben noto, il giorno 2 dicembre 2018, si è giunti alla chiusura del Distaccamento Volontario vigili del fuoco di Vitulano” dichiara Livio Cavuoto segretario Provinciale del CONAPO Vigili del Fuoco Benevento.
“Tale situazione è dovuta al transito del personale volontario nei ruoli discontinui del CNVVF, notizia da tempo prevedibile a seguito di un nuovo regime concorsuale che consente la stabilizzazione del personale discontinuo nel CNVVF.
Purtroppo oggi le popolazioni di diversi comuni Sanniti, si ritroveranno con tempistiche d’intervento preoccupanti e pericolose, sia per loro stessi, che per gli operatori del soccorso.
I comuni interessati, sono Campoli del Monte Taburno con una superficie di 9,8 kmq e 1.649 abitanti; Castelpoto con una superficie di 11,78 kmq e 1.208 abitanti; Cautano con una superficie di 19,72 kmq e 2.040 abitanti; Foglianise con una superficie di 11,77 kmq e 3319 abitanti; Tocco Caudio con una superficie di 27,49 kmq e 1.534 abitanti; Torrecuso con una superficie di 29,16 kmq e 3.395 abitanti e lo stesso Vitulano con una superficie di 35,99 kmq e 2.933 abitanti”.

Prosegue Cavuoto: “Attualmente, la sede centrale dei vigili del fuoco di contrada Capodimonte e la sede distaccata di Bonea che dovrebbero sobbarcarsi tale carico di lavoro, non dispongono spesso nemmeno, se non sulla “carta”, della dotazione organica completa e la viabilità, la distanza e le condizioni meteo, potrebbero allungare ulteriormente i tempi di arrivo in posto delle squadre di soccorso.
Infatti, i territori di Campoli Monte Taburno e Tocco Caudio dovrebbero essere coperti per il soccorso tecnico urgente dalla sede distaccata di Bonea che dista all’incirca 10 km e 12 km, con tempi di percorrenza che si aggira intorno ai 20/25 min. per entrambi.
Il territorio di Castelpoto, dovrebbe essere coperto dalla sede centrale che dista all’incirca 14 km, con tempi di percorrenza di circa 20/25 min.; i territori di Cautano e Foglianise sempre coperti dalla sede centrale distano all’incirca 22 km, con tempi di percorrenza di circa 25 min.; il territorio di Torrecuso e Vitulano coperti dalla sede centrale distano circa 20 km, con tempi di percorrenza di circa 25 min.
Il quadro della situazione è alquanto allarmante e l’intero dispositivo di soccorso tecnico urgente, potrebbe non essere in condizione di garantire quella tempestività che in caso di soccorso fa la differenza tra il disastro e la salvezza.
Tutto questo, sarebbe in controtendenza al progetto “Italia in 20 minuti” avviato nell’anno 2002 e basato sullo studio sistematico del territorio e dei tempi massimi necessari a raggiungere i singoli Comuni nello svolgimento del servizio di soccorso, aumentando il numero di Comuni serviti nel tempo massimo fissato dal progetto di 20 minuti, ritenuti ragionevoli affinché il servizio di soccorso possa considerarsi più efficace”.

Si legge inoltre nella nota: “L’autorità prefettizia, i Sindaci dei territori interessati e i rappresentanti politici presenti in Parlamento originari della nostra stupenda terra devono conoscere lo stato delle cose e proprio per questo il sindacalista del CONAPO Vigili del Fuoco di Benevento Livio Cavuoto, ha inviato una nota al Prefetto e al Dirigente dei VVF di Benevento, ai sette Sindaci interessati dal fatto e per conoscenza a tutti i Politici territoriali presenti alla Camera e al Senato.
Un “domani” nessuno potrà dire “non sapevo” o “non ero informato dei fatti”, la nostra coscienza e la nostra “mission istituzionale” come organizzazione sindacale ci impone di gridare il nostro dissenso in merito a tale chiusura.
Non si può barattare la sicurezza dei cittadini e degli operatori in nome del risparmio di spesa.
Vogliamo credere ed augurarci che, sicuramente, anche il nostro Dirigente condivide l’importanza di mantenere aperto il Distaccamento di Vitulano, ma siamo anche ragionevolmente certi che le possibilità, concrete che esistono, di tener aperto il Distaccamento con poche unità operative permanenti in turno straordinario, si scontra con i soliti limiti di spesa imposti dal Ministero.
Eppure si potrebbero affiancare, ai pochi volontari disponibili, quel personale permanente ed esperto che nel caso sarebbe bastante a garantire il soccorso, ricordiamo inoltre che oltre ad esistere come struttura il distaccamento  dispone anche dei mezzi VF di soccorso”.

In conclusione: “Riteniamo che sia necessario garantire quegli standard minimi di sicurezza per tutti, che sono il minimo che ci si può aspettare da un paese civile.
Crediamo che al momento uno sforzo condiviso da parte di tutti sia necessario, la sicurezza delle popolazioni del comprensorio interessate dalla chiusura del Distaccamento, oggi è oggettivamente ed incontrovertibilmente a rischio.
Siamo certi che i Sindaci e il Prefetto vogliano garantire a tutti i loro amministrati un soccorso adeguato agli standard europei e speriamo che questo nostro accorato appello non cada nel vuoto”.

Comunicato stampa




Conapo, i Vigili del Fuoco di Benevento aderiscono allo sciopero

vigili del fuocoAnche i Vigili del Fuoco di Benevento aderiscono allo sciopero nazionale di 4 ore proclamato dal sindacato autonomo Conapo per domani dalle ore 9,30 alle ore 13,30. I pompieri protestano per la scarsa attenzione ricevuta dal governo giallo verde, nonostante i proclami.
A spiegare l’amarezza dei Vigili del Fuoco è Livio Cavuoto segretario provinciale del Conapo: “rischiamo la vita come e più degli appartenenti agli altri Corpi dello Stato e siamo impiegati nel pronto intervento operativo dal giorno dell’assunzione sino al giorno della pensione, un servizio usurante che non ha eguali nello Stato, eppure siamo il Corpo meno retribuito e non abbiamo le tutele previdenziali degli altri corpi, siamo veramente amareggiati dal disinteresse della politica che pare ripetersi anche con questo governo”.

“I vigili del fuoco – aggiunge Livio Cavuoto rivolgendosi al premier Conte e ai vicepremier Salvini e Di Maio – non chiedono nessun privilegio, solo retribuzioni, pensioni e carriere alla pari dei corpi di polizia. Nel contratto di governo c’è l’impegno a risolvere la questione ma i fatti nella bozza della legge di bilancio non si vedono. Chiediamo modifiche durante l’ iter alle camere e ci appelliamo anche ai parlamentari della nostra provincia sperando che presentino emendamenti per rispettare la nostra dignità di servitori dello Stato”.
E Livio Cavuoto va giù duro: “Prima di essere sindacalista sono un vigile del fuoco. Una promessa non mantenuta si trasforma in una presa in giro e i vigili del fuoco non lo meritano, altro che governo del cambiamento: nelle bozze della legge di bilancio non solo non è stato previsto un centesimo per l’adeguamento delle retribuzioni dei vigili del fuoco ai livelli previsti per le forze dell’ordine ma il divario aumenterà poiché sono stati invece stanziati 70 milioni aggiuntivi per le sole forze dell’ordine escludendo i Vigili del Fuoco”.
Il sindacato Conapo chiarisce che saranno comunque garantiti tutti i servizi di soccorso pubblico ai cittadini e che a seguito della dichiarazione del consiglio dei ministri le regioni dichiarate in stato di emergenza maltempo sono state esentate dall’ azione di sciopero “onorando il giuramento di fedeltà che ogni Vigile del Fuoco ha fatto agli italiani”.
“Il governo M5S-Lega è in grado fare altrettanto onorando almeno le promesse fatte ai pompieri in campagna elettorale e nel contratto di governo? La mobilitazione dei Vigili del Fuoco del Conapo non si limiterà allo sciopero ma andrà avanti per tutto l’iter della legge di bilancio, sperando che il ministro dell’interno ci ascolti” si legge in una nota che conclude “gli italiani sappiano che la nostra protesta sarà sempre nel pieno rispetto delle loro esigenze e mai strumentale, chiediamo solo parità di trattamento con gli altri corpi”.

Comunicato stampa

 




Il Segretario Provinciale CONAPO di Benevento Livio Cavuoto è stato ricevuto dal Prefetto

livio cavuotoIl Segretario Provinciale CONAPO, in seguito ad una richiesta formale di incontro, è stato ricevuto ed ha avuto modo di evidenziare le criticità del Comando VVF di Benevento circa la carenza di personale operativo, di automezzi dedicati per incendi boschivi e le conseguenti criticità che si evidenzieranno con l’approssimarsi della stagione estiva per la gestione delle emergenza incendi.
Il giorno 15 Maggio è stata convocata dal Prefetto di Benevento una delegazione dell’OS CONAPO, presenti il segretario provinciale Livio Cavuoto, il segretario aggiunto Christian Francesca e il componente di segreteria regionale Eligio Forgione, contestualmente è stato convocato il Dirigente del Comando Provinciale VVF  Benevento Ing. Michele Di Tullio; in rappresentanza della Prefettura il Vicario del Prefetto Dott.ssa Ester Fedullo.
Dice Cavuoto: “Soddisfatto dell’incontro, mi sono rivolto personalmente al Prefetto rappresentante generale del governo sul territorio della nostra Provincia, per mettere la sua persona e il suo ufficio a conoscenza delle problematiche del Comando VVF di Benevento”.
Il CONAPO sempre in prima fila per i diritti dei Vigili del Fuoco questa volta intende evidenziare le criticità sempre maggiori presenti in ambito provinciale per portare soccorso alla popolazione.
“Le carenze di organico, anche in mansioni specifiche e fondamentali quali quelle degli autisti unito alla vetusta e all’insufficiente parco automezzi per la lotta agli incendi boschivi rischiano di mettere in pericolo la sicurezza degli operatori del soccorso e di dilatare pericolosamente i tempi d’attesa per la popolazione in caso di emergenza.
A questo si aggiunge un coordinamento a dir poco lacunoso con gli altri enti che concorrono nel compito di affrontare le eventuali emergenze impedendo il coordinamento delle operazioni ai Vigili del Fuoco, come norme e buon senso vorrebbero.
La mancanza di fondi, in seguito ai sempre maggiori tagli economici, e la riduzione dei Centri di Spesa impediscono ai Comandi Provinciali, anche in caso di situazioni emergenziali gravi, la possibilità di richiamare, in autonomia,  personale al di fuori del normale orario di lavoro.
Fanno notare Francesca e Forgione che nell’ambito del Soccorso tecnico urgente, un ritardo anche di pochi minuti può fare la differenza tra la salvezza e il disastro e solo la buona sorte, fin ora, ha evitato gravi ripercussioni sul territorio, sulla popolazione e sul personale. Come Cassandra da tempo lanciamo accorati appelli in merito all’attuale situazione e come Cassandra siamo rimasti finora inascoltati, abbiamo quindi portato a conoscenza dell’Ufficio e della persona del Vicario del Prefetto su queste evidenti criticità del Dispositivo di Soccorso Tecnico Urgente della nostra Provincia”.
Il segretario del CONAPO Livio Cavuoto, conclude affermando la soddisfazione per l’esito e il clima dell’incontro fortemente collaborativo e proficuo, tra il CONAPO, il Comandante Michele Di Tullio e il rappresentante del Prefetto Dott.ssa Ester Fedullo, le parti avendo riconosciuto la fondatezza delle problematiche messe in evidenza dal CONAPO Benevento, si sono espresse a favore di una risoluzione per evitare rischi e disagi agli operatori della sicurezza e ai cittadini.
La Prefettura si è impegnata a far sì che tali criticità possano essere risolte o quantomeno ridimensionate.
Il CONAPO non può esimersi dal ringraziare per l’attenzione e la disponibilità il Prefetto di Benevento Dott.ssa Paola Galeone e il Vicario Dott.ssa Ester Fedullo.