1

Lega B: “Nulla è sospeso. Il campionato prosegue”

logo Serie BKT

Il can can di questi giorni attorno all’operato del Collegio di garanzia ha forse fatto perdere di vista l’obiettivo perseguito da Figc e Lega B, oggi tanto osteggiati, obiettivo che va esattamente nella direzione di cui proprio in queste ore parla il sottosegretario allo Sport Giancarlo Giorgetti quando ricorda lo ‘spettacolo indecoroso con fallimenti di società e ripescaggi che innesca un confuso gioco al rimpiattino tra organi di giustizia sportiva e non’ oltre alla necessità di prevedere, come richiesto a più riprese anche dal presiedente Mauro Balata, “forme di vigilanza e controllo sulle società calcistiche che non possono essere quelli previsti oggi”.

Tale è la confusione che si sta generando in questi giorni che addirittura c’è chi parla di campionato della Serie B sospeso. Improvvide a tal proposito risultano le dichiarazioni di oggi del presidente Franco Frattini. Invece il campionato va avanti, regolarmente perché è quello che vogliono milioni di tifosi e perché non c’è alcun provvedimento di divieto che ne ha disposto la sospensione. D’altra parte la decisione cautelare di quattro giorni fa ha mai disposto alcunché in relazione al campionato di serie B, altrimenti evidentemente si sarebbe dovuta sospendere anche la terza giornata, giocata invece regolarmente. Notizie non veritiere che provocano, anche nell’attualità, danni organizzativi, economici e di immagine a sponsor, partner, tifosi e ai club che hanno meritato sul campo la possibilità di partecipare al torneo e ai quali quindi è dovuto il massimo rispetto.

 




Serie B, fine del calvario: il campionato resta a 19 squadre

logo Serie BKTIl presidente della commissione Franco Frattini, pochi minuti fa, ha dichiarato che la Serie B sarà rappresentata da 19 squadre: inammissibile il ricorso secondo il Collegio di Garanzia del Coni. La decisione non è arrivata all’unanimità, stando alle parole di Frattini, ma con un risicato voto per 3-2. Quest’ultimo ha inoltre affermato che appoggiava l’ipotesi di una Serie B a 22 squadre (votando contro) ma l’inammissibilità ha portato anche alla mancata discussione della griglia ripescaggi. In sostanza, le società interessate si sono rivolte all’organo sbagliato ma potranno ricominciare, se lo vorranno, dal 1° grado del Tribunale della FIGC. Questo il comunicato ufficiale:

“Il Collegio di Garanzia, a Sezioni Unite, “ha dichiarato inammissibili i ricorsi proposti da Ternana (R.G. 73-2018) e Pro  Vercelli (R.G. 74-2018) contro la Lega Nazionale Professionisti Serie  B e nei confronti della Federazione Italiana Giuoco Calcio, della Lega Nazionale Professionisti Serie A, della Lega Italiana Calcio Professionistico, delle società Novara Calcio S.p.A., Robur Siena  S.p.A., Virtus Entella s.r.l., Calcio Catania S.p.A. per  l’annullamento del provvedimento assunto dalla Lega Nazionale Professionisti Serie B del 31 luglio 2018, con il quale la predetta  LNPB si è rifiutata di emettere le certificazioni di sua competenza, previste dal C.U. n. 18 del Commissario Straordinario in data 18  luglio 2018, nonché della decisione assunta dalla medesima LNPB di  pubblicare il calendario del Campionato di Serie B 2018/2019 con  l’organico a 19 squadre, resa nota dalla predetta Lega in data 10 agosto 2018, e di ogni ulteriore atto presupposto, annesso, connesso,  collegato e conseguente ai predetti provvedimenti e decisioni”; “nonché i ricorsi proposti da Ternana (R.G. 75-2018) e Pro Vercelli  (R.G. 76-2018) nei confronti della Federazione Italiana Giuoco Calcio, della Lega Nazionale Professionisti Serie B, della Lega Nazionale  Professionisti Serie A, della Lega Italiana Calcio Professionistico,  delle società Novara Calcio S.p.A., Robur Siena S.p.A., Virtus Entella s.r.l., Calcio Catania S.p.A. per l’annullamento delle delibere del  Commissario Straordinario FIGC del 13 agosto 2018, pubblicate con C.U. n. 47, n. 48 e n. 49 e del C.U. n. 10 della LNPB, con cui è stato pubblicato il Calendario relativo al Campionato di Serie B 2018/2019,  nonché di ogni ulteriore atto presupposto, annesso, connesso, collegato e conseguente ai predetti decisioni”. La decisione è stata  assunta a maggioranza con il dissenso del Presidente del Collegio di Garanzia e di un componente”.

 




Serie B, blocco ripescaggi approvato dalla FIGC: saranno 19 squadre

logo Serie BKTEra attesa per oggi la storica decisione riguardante il blocco dei ripescaggi in cadetteria, una situazione che, con i fallimenti di Bari e Cesena e l’esclusione dell’Avellino, ha portato all’implosione del secondo campionato italiano e ad una vera crisi del calcio italiano nelle serie minori. Un’estate in ttribunale quella del calcio nostrano e la Lega B del presidente Balata aveva la soluzione: bloccare i ripescaggi, con Cellino e Lotito capifila di questa proposta. La FIGC ha più volte negato la praticabilità dell’ipotesi ma proprio nel tardo pomeriggio il commissario Fabbricini ha firmato per la Serie B a 19 squadre, chiudendo di fatto un braccio di ferro durato mesi.

E adesso cosa accadrà? La Serie B è letteralmente nel caos, scombussolata dagli ultimi avvenimenti. Balata assicura maggiori introiti con un minor numero di squadre (si parla di 700.000€ a squadra in più), ma ci sono tutte le altre che hanno chiesto il ripescaggio pronte a far guerra a Lega e FIGC e far slittare dunque l’inizio del campionato. Attenzione, perché plausibilmente i due organi competenti, con il pressing del CONI, hanno approvato tale scelta per non posticipare ulteriormente la presentazione dei calendari e l’inizio del torneo: non più a Cosenza ma a Milano questo lunedì, un paio di settimane se non anche meno, prima dell’inizio delle danze. Mai si era arrivati a tali minimi storici ma Novara, Catania (che avevano vinto altre battaglie in tribunale per il ripescaggio), Siena, Ternana e Pro Vercelli pare non vogliano darla vinta e denunciare la FIGC, con un adirato Lo Monaco in primis che si sente, insieme alle altre escluse, privato di un suo diritto. Insomma, la decisione è stata presa ma la parola fine non sembra ancora arrivare. Certezza ci sarà quando scopriremo finalmente la prima avversaria del Benevento nel prossimo campionato. Sicuri che dobbiamo aspettare soltanto questo weekend per saperlo?




Guardia Sanframondi: domani la “Festa dello Sport” presso la Struttura Polifunzionale “Guidi”

festa dello sport guardiaPresso la Struttura Polifunzionale “Sebastiano Guidi” di Guardia Sanframondi (BN), domani, giovedì 7 giugno 2018, alle ore 9.00, si darà vita alla “Festa dello Sport”, in collaborazione con il CONI, Movimento Sportivo Popolare Italia e con la partecipazione degli allievi dell’I.C. “A. De Blasio” di Guardia Sanframondi, dell’Istituto Tecnico Agrario “Galilei-Vetrone” di Benevento, del Liceo Scientifico e dell’Istituto Tecnico Agrario “Galilei-Vetrone di Guardia Sanframondi.
Sono previste esibizioni di balli caraibici a cura degli allievi; triangolare di calcio a cinque con gli studenti del triennio; finale di calcio a cinque del biennio; gara di volley, premiazioni finali e pranzo presso un ristorante del luogo.

festa sport guardia




Sottoscritto l’accordo tra Comune e CONI per l’impianto polivalente di via Compagna

coniSottoscritto con firma digitale dal sindaco Clemente Mastella e dal presidente Giovanni Malagò l’accordo tra il Comune di Benevento e il Comitato Olimpico Nazionale Italiano (CONI) per la riqualificazione e l’adeguamento dell’impianto sportivo polivalente di via Francesco Compagna.
Il costo dell’intervento, finanziato con il Fondo “Sport e Periferie”, ammonta a 1.479.800,00 euro e prevede il rifacimento in erba sintetica del terreno del campo di rugby, la ristrutturazione e l’ampliamento degli spogliatoi, il rifacimento dell’impianto di illuminazione con un sistema a led, la risistemazione del bocciodromo, la realizzazione di un nuovo spogliatoio del bocciodromo, la realizzazione di una club house, l’adeguamento del complesso sportivo mediante la realizzazione di nuovi parcheggi, la recinzione dell’intera area e l’ampliamento della strada di accesso, il rifacimento degli impianti tecnologici e la realizzazione di un impianto fotovoltaico e termodinamico.
“Ringrazio il presidente Giovanni Malagò per la sensibilità e disponibilità mostrata nei confronti della città di Benevento – ha dichiarato il sindaco Mastella dopo la firma dell’importante accordo -. Di questo progetto parlammo per la prima volta in occasione della manifestazione che organizzai per la raccolta di fondi a favore degli alluvionati. All’epoca, come si ricorderà, non ero ancora sindaco. Il presidente Malagò comprese subito l’importanza dal punto di vista sociale e aggregativo che avrebbe potuto assumere l’impianto sia per il rione Ferrovia che per l’intera città e promise il suo sostegno all’iniziativa. Un sostegno che si è, dunque, concretizzato oggi con la firma dell’accordo e che consentirà di rafforzare ulteriormente la vocazione sportiva di un’area dove, ricordiamolo, abbiamo già provveduto ad affidare la palestra della Colonia Elioterapica alla Federazione Italiana Scherma”.