1

41^ giornata Serie B, Benevento-Frosinone è la partita dell'anno: in ballo i playoff per la Serie A

frosinone-benevento 2

Il campionato di Serie B 2016/17 sta volgendo al termine e il 41^ turno potrebbe già regalare i primi verdetti in chiave promozione e playoff. A determinare questi ultimi è sicuramente la regina delle sfide di questa giornata: Benevento-Frosinone. Al Vigorito potrebbero accendersi o spegnersi le speranze playoff di tutte le pretendenti per un posto negli spareggi che consentono l’accesso alla Serie A, e regalare in anticipo, a meno di clamorosi colpi di scena, l’accesso diretto in A al Frosinone, con Spal e Verona chiamate ad affrontare rispettivamente Ternana e Carpi, per chiudere il discorso promozione. Una giornata tutta da seguire e che prende il via domani alle 15:00. Perugia e Cittadella avranno lo sguardo puntato sui loro match, con un’occhiata doverosa al Vigorito: il Grifo sarà ospite del Latina già retrocesso, il Cittadella al Tombolato attende il Vicenza nell’ultimo derby veneto della stagione. Un altro derby infiammerà questo turno, ovvero Salernitana-Avellino: per gli irpini vincere sarebbe un grandissimo passo avanti in ottica salvezza, per i granata sarebbe la rivincita sui cugini biancoverdi per la sconfitta dell’andata. Ma il fulcro è tutto lì, nel Sannio: la Serie A passa per il Vigorito, e sarà un dentro o fuori incredibile per tutti i tifosi della Strega, al primo anno in Serie B e subito catapultati nello scenario da sogno della possibile Serie A. Ovviamente tutto dipenderà dai calciatori e dal pubblico, che sarà delle grandi occasioni: si punta al superamento del massimo stagionale registrato nella sfida contro il Bari. Sold out invece il settore riservato ai ciociari. Il clima sarà da serie superiore.

QUI BENEVENTO
“Viviamocela come un regalo, davanti ad un pubblico numeroso”: Marco Baroni presenta così la sfida dell’anno contro il Frosinone. Sarà l’ultima al Vigorito nella stagione regolare e i giocatori che scenderanno in campo dovranno dare il massimo: “Non penso a ciò che non si può fare, devo lavorare su chi c’è: ci sono giocatori pronti che hanno voglia di dare tutto quello che hanno in campo”. Un’opportunità importante, non interessa che il match decreterà le sorti di un intero campionato e i destini di tutte le altre squadre in lotta per i playoff: “saremo noi, il nostro pubblico e la nostra voglia”. Il tecnico giallorosso però deve fare i conti con una rosa martoriata: assenti gli squalificati Lopez, Camporese e Chibsah, oltre agli infortunati Bagadur, Buzzegoli, Ciciretti e Cissé. Modulo confermato e uomini contati, poche alternative in panchina, completata dai giovani della Primavera Rutjens, Donnarumma e Brignola. Torna Melara tra i convocati ma non ha gamba, così come De Falco, assente da troppo tempo. Bisogna giocarsela con gli uomini a disposizione, in fondo Baroni non ne ha mai fatto un dramma né un’attenuante. Al posto degli squalificati ci saranno i loro sostituti naturali: Padella ritorna da titolare dopo un lungo periodo di assenza e torna a far coppia con Lucioni, quella stessa coppia che ha fatto faville nel girone di andata. Pezzi rimpiazza Lopez e Del Pinto Chibsah: il destino ha voluto che i protagonisti della promozione giocassero un anno dopo il match “da Serie A” contro il Frosinone. Per il resto, confermata la formazione di Ascoli, con Venuti che agirà da esterno destro dopo il ripiego forzato a sinistra nel match del “Del Duca”. Ceravolo sarà chiamato ancora una volta agli straordinari: è su di lui che pende il destino di un popolo intero chiamato a lottare e che vuole vincere per sognare, ancora.

QUI FROSINONE
Alta la concentrazione in casa giallazzurra, con Marino che, fortuna sua, ha tutti gli uomini a disposizione nonostante il gran numero di diffidati. Partendo dalla fine della sua conferenza, il mister spera in un arbitraggio “all’altezza della partita che andremo a fare”. Il fischietto di domani sarà il quinto anno La Penna di Tivoli, arbitro abbastanza esperto in odore di promozione. Per non entrare troppo nel merito, la speranza di un arbitraggio all’altezza dovrebbe essere una preoccupazione di Baroni, non del tecnico ciociaro, che arriva a Benevento in una condizione da invidiare, sotto ogni aspetto… Per quanto concerne il campo, “andremo a giocare contro una squadra forte, aiutata da un pubblico caldo ma sempre corretto: non ci faremo influenzare dal clima ma penseremo solo al campo e a quello che dovremo fare”. Marino si sofferma poi sull’ottimo periodo che stanno vivendo i suoi: “La mia squadra ha entusiasmo specie dopo le ultime 3 vittorie consecutive: siamo tornati ad essere padroni del nostro destino e questo può solo aumentare l’autostima e gli stimoli. Dovremo essere cattivi agonisticamente e cercare di sfruttare il possesso palla a nostro favore”. Il Frosinone si presenterà nel Sannio col solito 3-5-2 che ha fatto le fortune di Marino, la formazione sarà quella tipo con Bardi tra i pali, il trio Terranova, Ariaudo, Krajnc in difesa a costituire un reparto di ferro, Fiamozzi e il rientrante dalla squalifica Mazzotta sulle corsie laterali, al centro Maiello, il ciociaro doc Gori e Sammarco, in attacco la coppia più prolifica del campionato, Dionisi e Ciofani. Per i frusinati c’è da vendicare la sconfitta a Benevento che costò la promozione in C1 nel 1996, quando la Strega con un gol di Barrucci riuscì a salvarsi e a rovinare la festa promozione dei ciociari. Per i giallorossi, però, c’è da vendicare la partita dell’andata, con un Ghersini in più a deciderla in favore dei padroni di casa. Un ulteriore motivo per infiammare la sfida dell’anno.

PROBABILI FORMAZIONI:
BENEVENTO (4-2-3-1): Cragno; Gyamfi, Padella, Lucioni, Pezzi; Del Pinto, Viola; Venuti, Falco, Eramo; Ceravolo.
A disposizione: Gori, Alastra, Piscitelli, Rutjens, De Falco, Donnarumma, Matera, Melara, Pajac, Puscas, Brignola. All.: Baroni

FROSINONE (3-5-2): Bardi; Terranova, Ariaudo, Krajnc; Fiamozzi, Maiello, Gori, Sammarco, Mazzotta; Ciofani D., Dionisi.
A disposizione: Cojocaru, Zappino, Russo, Crivello, Pryyma, Ciofani M., Frara, Soddimo, Paganini, Mokulu, Volpe. All.: Marino