1

22^ giornata Serie B, si torna in campo nel big match contro la Spal. Novità Eramo e Campagnacci

Benevento-Spal 2-0, 27 agosto 2016
Benevento-Spal 2-0, 27 agosto 2016

La Serie B torna domani, sabato 21 gennaio, con otto gare alle 15:00, un posticipo alle 17:30 domenica e il monday night alle 20:30. Rinviata a data da destinarsi Ascoli-Pro Vercelli, per le infauste condizioni climatiche e lo sciame sismico che sta affliggendo il centro Italia (gara prevista per domenica alle 15:00). Dopo la lunga pausa di gennaio, di cui le squadre hanno beneficiato dopo le fatiche nel periodo natalizio, si torna in campo mentre si discute, si è discusso e si discuterà molto di calciomercato. La prima giornata di ritorno mette di fronte le due neopromosse rivelazione del torneo: Benevento e Spal, a 36 punti entrambe (il Benevento ne avrebbe 37 senza penalizzazione). Baroni e Semplici, amici d’infanzia, hanno fatto i conti col mercato, in maniera totalmente opposta: se il primo ha voluto consolidare l’organico puntando soltanto su acquisti mirati ed oculati, il secondo ha lasciato carta bianca agli elementi di maggiore spicco che così hanno abbandonato dopo sei mesi d’oro la città degli Estensi: si tratta di Beghetto e Cerri, il primo trasferitosi al Genoa, il secondo al Pescara. I due sono stati rimpiazzati rispettivamente da Costa (proveniente dal Chievo) e da Floccari, che abbandona Bologna e scende di categoria per stare più vicino alla sua famiglia. Per ora è soltanto ipotizzabile un loro impiego, ma non da escludere. Lo stesso vale per Eramo, convocato per la prima volta da Baroni dopo essere stato acquistato nei primi giorni del 2017. Prima convocazione anche per Campagnacci, che la società pare abbia tutta l’intenzione di reintegrare in rosa, lasciando coi bagagli in mano Jakimovski, non convocato, e forse Pajac, chiamato per la trasferta. Non convocati infine gli infortunati Padella, Lopez, Buzzegoli e De Falco, più lo squalificato Ciciretti. Rosa un po’ ristretta e scelte quasi forzate per il tecnico, che potrebbe optare per il 4-2-3-1 sin dall’inizio.

QUI SPAL Alla stampa Semplici dichiara di voler confermare quanto fatto nella prima parte del campionato, senza farsi distrarre dal mercato che può mettere al centro dell’attenzione tanti elementi che scenderanno in campo. Spighi è stato ceduto al Teramo, presentato Floccari, il mister si concentra sul match contro il Benevento – “squadra preparata e ben organizzata” – per cominciare il 2017 nel migliore dei modi. “Non mi piacciono tanto le soste, fosse per me giocherei sempre”. Semplici si aspetta una ripartenza super, così come Baroni per il suo Benevento: una cosa normale per due squadre rivelazione che devono mantenere la rotta, perché ora viene il più bello. La formazione si basa sempre sul 3-5-2, marchio di fabbrica del mister, con Meret in porta, in difesa dovrebbe essere confermato il trio Bonifazi-Vicari-Giani. A centrocampo il neo-acquisto Costa dovrebbe partire da titolare, sulla sua fascia l’alternativa è Del Grosso (già sceso in campo a Bari), sull’altra c’è Lazzari. Il trio di centrocampo dovrebbe essere formato da Arini, Pontisso e Schiavon, ma c’è il ballottaggio con Schiattarella, Mora e Castagnetti, convocati e possibili sorprese. In attacco Semplici dovrebbe confermare la coppia Antenucci-Zigoni, con Floccari che dovrebbe sostituire il secondo a gara in corso.

QUI BENEVENTO Si va sicuro in 250 in trasferta, con tanto di problemi nel centro Italia e nel Sannio a causa della neve: questo il dato aggiornato a stamane della prevendita. Baroni, con la rosa corta, è in preda al dubbio se lanciare o meno nella mischia Eramo, con Del Pinto che sembra favorito almeno per il momento. Per il resto, formazione che rispecchia quella scesa in campo nell’ultimo match del 2016. La Spal ha effettuato quasi lo stesso cammino degli Stregoni e si è allenata anch’essa a Roma la scorsa settimana. Baroni e Semplici hanno tante cose in comune, anche nelle parole per motivare la squadra: il tecnico fiorentino vuole riprendere il cammino interrotto alla grande nella prima fase del campionato, conscio che questo sia il periodo più duro a livello fisico e psicologico. Spal, Carpi e Verona, un tour de force esagerato che metterà duramente alla prova la Strega. Si cerca, nel frattempo, ancora l’esterno sinistro, con l’affare Acosty che dovrebbe sbloccarsi dopo la gara di domani. Per ora sul fronte mercato tutto tace, concentrazione massima per la partita di domani, che il Benevento non ha alcuna intenzione di perdere. Solito 4-2-3-1 con Cragno in porta, Venuti e Pezzi terzini, Camporese e Lucioni centrali. A centrocampo o Del Pinto o Eramo insieme a Chibsah, sulla trequarti conferma per Melara, Falco e Cissé a supporto di Ceravolo. Non si esclude un utilizzo di Campagnacci nella ripresa, dipende dall’andamento del match.

PROBABILI FORMAZIONI: SPAL (3-5-2): Meret; Bonifazi, Vicari, Giani; Costa, Arini, Pontisso, Schiavon, Lazzari; Antenucci, Zigoni. A disposizione: Branduani, Marchegiani, Cremonesi, Gasparetto, Silvestri, Castagnetti, Del Grosso, Mora, Picchi, Schiattarella, Costantini, Finotto, Floccari. All.: Semplici

BENEVENTO (4-2-3-1): Cragno; Venuti, Camporese, Lucioni, Pezzi; Chibsah, Del Pinto; Melara, Falco, Cissé; Ceravolo. A disposizione: Gori, Perucchini, Bagadur, Fusco, Gyamfi, Donnarumma, Eramo, Pajac, Campagnacci, Puscas. All.: Baroni