1

Il Benevento che verrà: Costa in un lampo, Cataldi e D'Alessandro nel mirino per una Strega italiana e da Serie A

Foto Getty Images
Foto Getty Images

Comincia una nuova settimana di luglio, mese da sempre caratterizzato dalle trattative di calciomercato che si fanno bollenti soprattutto in questo determinato periodo. Secondo appuntamento con la rubrica “Il Benevento che verrà”: diamo uno sguardo al futuro assetto in campo della Strega tra conferme, nuovi arrivi e possibili colpi in canna.

top 11 Benevento

CONFERME, NUOVI ARRIVI… E UN INTRUSO
C’è chi studia le rose delle squadre di Serie A sotto l’ombrellone per costruire il team del futuro al Fantacalcio, c’è chi segue il mercato perché costantemente vuole tenersi aggiornato su tutti i movimenti, e poi ci sono i tifosi, eterni sognatori, e sempre desiderosi del grande colpo ad effetto: nell’ipotetica Top 11 del Benevento 2017/2018, come fatto la scorsa settimana, inseriamo i tre acquisti ufficiali Belec, Letizia e Coda, escludendo Djimsiti (affare concluso ma non ancora ufficializzato) e Gravillon dalla possibile formazione titolare. In difesa inseriamo il neo-acquisto Andrea Costa, proveniente dall’Empoli: il centrale, passato in Toscana dopo il fallimento del Parma, può giocare anche come terzino a sinistra. All’Empoli vanno circa 1,5/2 milioni, lui invece ha firmato un biennale e si è aggregato al gruppo in ritiro a Sestola. Il suo arrivo è stato lampo: viste le difficoltà per arrivare ad Antei, prima scelta di Baroni ma le richieste sono considerate esose da Di Somma (trattativa al momento congelata, ma non si esclude un possibile ritorno di fiamma), ecco che la Strega ha puntato tutto sul difensore dell’Empoli, classe 1987 e desideroso di riscatto dopo la retrocessione beffa della scorsa stagione. Ci sbilanciamo poi con un nome, quello di Danilo Cataldi: il ragazzo classe ’94 è vicino a vestire la casacca giallorossa, bisogna trovare solo l’accordo tra il suo staff e la società sannita. Continua la sinergia tra Vigorito e Lotito, in buoni rapporti dai tempi della Lega Pro 2014/15 quando Salernitana e Benevento si diedero battaglia in campionato. Il centrocampista prodotto del vivaio biancoceleste dovrebbe arrivare a titolo definitivo per una cifra pari a 5/6 milioni comprensivi di bonus, con la recompra in favore della Lazio fissata a 12 milioni: insomma, una ripartizione equa tra incasso ed uscita. Noi lo azzardiamo lì accanto a Viola, per il Benevento sarebbe davvero un ottimo colpo. Le conferme, infine, rispondono ai nomi di Lorenzo Venuti e George Puscas (assente nella Top 11): il loro percorso continuerà sempre in prestito in giallorosso, così come accaduto per Chibsah e Gyamfi, entrambi riscattati e di proprietà del Benevento. Tra le conferme, e dispiace molto, non possiamo ancora annoverare Gori: acclamato dalla folla e dalla stessa società che gli ha mostrato grande gratitudine, tutti ora attendono il nuovo contratto sul tavolo del monumento giallorosso. E se lo meriterebbe a prescindere.

top 11 Benevento2

NUOVI ACQUISTI ED OBIETTIVI FUTURI
Come sarebbe invece il Benevento composto dai nuovi arrivi e dagli obiettivi futuri? Abbiamo stilato la Top 11 della settimana con tutti i nomi che gravitano intorno all’orbita giallorossa, comprensivi di neo-acquisti. Partendo dai già conosciuti Belec e Letizia (il partenopeo può rappresentare anche un’alternativa a destra), al centro della difesa abbiamo i neo-acquisti Costa e Djimsiti. A completare il reparto, a sinistra, Gian Filippo Felicioli: le ultime sul rossonero indicano un accordo vicino col Verona, che ha già chiuso per Cerci e Cassano. I gialloblù avevano già sondato a giugno il giocatore, per il quale il Milan, invece, aveva dato il proprio consenso per il prestito a Salvatore Di Somma. Ora pare vicino l’approdo del terzino ex Ascoli alla corte di Pecchia: dunque nella nostra Top 11 possiamo spostare anche Costa a sinistra, inserendo Gravillon al centro. Da notare la duttilità del pacchetto arretrato, cosa non da poco, così come, a parte qualche eccezione, il Benevento sul mercato è alla ricerca di calciatori italiani sia di prospettiva che desiderosi di riscatto. A centrocampo, detto di Cataldi, l’obiettivo di mercato che gli affianchiamo è Ledian Memushaj, regista albanese in forza al Pescara retrocesso in B. Per il centrocampista di Zeman è previsto un incontro, nome da tenere d’occhio. Sulle corsie esterne il primo nome è quello dell’ala destra Marco D’Alessandro, classe 1991, scuola Roma e in forza all’Atalanta: il giocatore vuole rilanciarsi e il Benevento è forte sulla concorrenza in base all’accordo che c’è col calciatore, ora tocca imporsi sulle altre trovando un’intesa con l’Atalanta. A sinistra il nome che circolava nei giorni scorsi era quello di Antonino Ragusa, 27enne ala del Sassuolo: oltre a lui era spuntato anche il nome di Iemmello per l’attacco, seguito anche dalla SPAL che ha ufficializzato Paloschi. Forse questo nuovo arrivo placherà la concorrenza ma sul giocatore c’è anche il Las Palmas di De Zerbi, suo ex tecnico al Foggia nella stagione del primo trionfo sannita. Inoltre c’è il rischio che dopo la trattativa stoppata per Antei, l’asse col Sassuolo si sia raffreddato. Ma, come dichiarato da Di Somma, la cultura italiana impone che i colpi importanti arrivino alla fine…