1

Maltempo, Zinzi: “l’impegno di tutti per sostenere il Sannio”

G. Zinzi“Il Sannio merita l’impegno di tutte le istituzioni, ad ogni livello e di ogni colore politico, per fronteggiare questa ennesima emergenza.”

Così il consigliere regionale Gianpiero Zinzi sui danni provocati dal maltempo negli scorsi giorni.

“La violenta grandinata ha provocato ingenti danni agli agricoltori e ci ha ricordato – semmai ce ne fosse bisogno – la fragilità di un territorio che ora chiede tutta la nostra attenzione. La Giunta regionale faccia sue le legittime preoccupazioni di sindaci e produttori ed attivi celermente tutte le procedure necessarie per supportare concretamente il territorio sannita” conclude Zinzi.




Sant’Agata de’Goti: consistenti danni alla rete viaria a causa dell’incessante pioggia

iStock-483377135-600x400Sant’Agata de’Goti. A causa della notevole quantità di pioggia che nelle ultime 24 ore è caduta sul territorio comunale sono stati registrati consistenti danni all’intera rete viaria. Smottamenti, allagamenti e caduta dialberi hanno interessato sia la viabilità provinciale che quella comunale. La struttura municipale però ancora una volta ha risposto bene fronteggiando le emergenze, anche con mezzi non idonei, e ripristinando servizi e collegamenti viari. Importante la collaborazione tra la Polizia Municipale Comunale e la struttura tecnica che ha coordinato tutti gli interventi, seguiti direttamente anche dal primo cittadino Carmine Valentino che nel corso della notte ha supervisionato l’evolversi della situazione. Al mattino, le strade maggiormente danneggiate risultavano Via Santisi, la strada provinciale Sant’Agata-Cantinelle e Molino Corte-Bagnoli, la strada comunale Bagnoli-Longano, la strada comunale San Tommaso-Laiano, i collegamenti con località Cologna, Sala, Fagnano, Presta, Pecereca, Santa Maria Scozzese, San Silvestro. Ed anche nel centro storico alcuni palazzi hanno registrato danni agli intonaci.

“La macchina comunale – spiega il sindaco Valentino – ha tenuto rispondendo alle emergenze ed intervenendo a tutela dei cittadini. Va sottolineato come le notevoli precipitazioni con una quantità di millimetri di pioggia che in poco tempo è caduta sul territorio comunale abbia provocato danni consistenti alle principali arterie viarie. Comune e ufficio di Polizia Municipale hanno risposto come sempre prontamente. Ed ancora una volta va ricordato l’importante lavoro dei Vigili del Fuoco, che ringrazio per la prontezza dei loro interventi. Un grazie anche ai volontari ed in particolare agli uomini del Cireneo onlus. Il mio appello va ai cittadini ai quali chiedo di segnalare sempre con tempestività le emergenze aiutandoci così nella gestione delle situazioni di pericolo”.

Si ricorda che per segnalazioni sono attivi il numero di telefono 0823953054 e l’indirizzo di posta elettronica polizia.municipale@comune.santagatadegoti.bn.it.

 

 




Maltempo, la Comunità Montana del Fortore chiede lo stato di calamità

comunità montana

La Comunità Montana del Fortore, in seguito alle abbondanti nevicate degli scorsi giorni, ha presentato richiesta per lo stato di calamità.

I danni maggiori sono stati registrati soprattutto nelle numerose aziende agricole dove non sono state poche le problematiche che agricoltori ed allevatori hanno dovuto affrontare.
Situazione resa complicata a partire dalla corrente elettrica che per giorni è mancata soprattutto nelle zone più isolate, fino ad arrivare alla rottura dei condotti dell’acqua delle stalle.
Molti i vitelli appena nati che, a causa delle bassissime temperature, hanno dovuto combattere con la morte.
Queste le parole che si leggono nella nota inviata dalla Comunità Montana al Ministero delle politiche agricole: “Le temperature hanno raggiunto valori negativi fino a meno 11-12 gradi, le nevicate hanno impedito la consegna del latte per l’impraticabilità delle strade rurali, reso impossibile anche l’approvvigionamento dei mangimi e di ogni altra materia prima.”
Le spese da sostenere per le aziende agricole sono indecifrabili e questi sono solo alcuni dei problemi con i quali le aziende agricole fortorine devono fare i conti. Ricordiamo infatti i precedenti danni avvenuti durante l’alluvione dello scorso anno.
Pietro Di Stasio



20 milioni di euro per le Imprese Alluvionate, parla Filippo Liverini Presidente Confindustria Benevento

liverini“Dopo le anticipazioni già fornite nel corso dei lavori assembleari dello scorso 5 dicembre – ha dichiarato Filippo Liverini presidente di Confindustria Benevento –  sono stati pubblicati sul BURC gli avvisi a sostegno delle imprese colpite dall’alluvione dell’ottobre 2015. Si tratta di un importante tassello, nella lunga e complessa procedura di ristoro del danno, in accoglimento delle istanze proposte da Confindustria Benevento sin dai primi giorni successivi al tragico evento.

L’istituzione del Fondo e le conseguenti azioni nascono esclusivamente in risposta agli eventi calamitosi che hanno colpito il sannio nel suo cuore produttivo poco più di un anno fa. Oggi  apprezziamo, dunque, gli sforzi  messi in campo dalla Regione Campania che con il governatore Vincenzo De Luca, e l’assessore di riferimento Amedeo Lepore  hanno introdotto per la prima volta un Fondo ad hoc che, grazie agli avvisi pubblicati,  è reso  operativo tramite  un contributo a fondo perduto, sotto forma di sovvenzione, da erogare alle imprese in misura percentuale al danno subito. Sono 20 i milioni attualmente a disposizione delle imprese, risorse che saranno destinate al ripristino dei beni immobili e mobili strumentali all’attività di impresa e alle scorte di magazzino. Riteniamo, dunque, che la strada sia stata tracciata.

Tuttavia l’importo è ancora troppo esiguo se commisurato alle centinaia di migliaia di euro di danni  subiti dalle nostre imprese e censiti dal commissario. Siamo fiduciosi che, una volta validato il complesso procedimento ammnistrativo che ha portato all’introduzione dello strumento, sia possibile rimpinguarlo con ulteriori risorse.

Chiediamo ora uno sforzo congiunto per dare velocità e certezza sui tempi, immaginando una task force dedicata, che dia priorità assoluta alla necessità di evadere le richieste pervenute dalle imprese in modo da offrire loro certezze.”

 




Foiano: tromba d'aria distrugge un ristorante, lo sconforto dei proprietari "E' tutto finito"

foiano_di_val_fortore
Foiano di Varfortore, provincia di Benevento. Sono le 17 di venerdì 25 novembre quando una fortissima tromba d’aria si abbatte sul paesino e in particolar modo in contrada San Giovanni a Mazzocca. Le raffiche di vento provocano ingenti danni alla zona, creando disordini e timori. La paura delle persone si unisce allo sconforto e alla solidarietà nei confronti dei gestori di un piccola attività, distrutta dalla calamità. In poco tempo lo spostamento d’aria ha causato la distruzione di un locale, un ristorante da poco ampliatosi, rendendo vani gli sforzi e i sacrifici per far crescere l’attività.
Oltre al ristorante si sono registrati danni, ancora da calcolare, a vetture e infrastrutture stradali.
“È finito tutto. Come sempre non ci sono istituzioni a darci una mano e tutto il lavoro sporco tocca e toccherà solo agli abitanti”. Queste le parole dei ristoratori, che riassumono perfettamente lo stato d’animo del piccolo paese.
Lo scoramento al momento prevale tra gli abitanti che ora si trovano a fare i conti con una dura realtà. I fortorini, però, hanno già dimostrato di essere forti e questa disavventura non riuscirà a spezzarli.

Vincenzo Carpentiero