1

Scrivendo "en plain air" all’Hortus

alfredo martinelliDomenica, 14 maggio, alle ore 18.00,  l’Hortus Conclusus di Benevento sarà un salotto di scrittura en plain air. Un’iniziativa culturale interessante che vedrà riuniti gli amanti delle parole, quelle che raccontano, ma anche un momento di confronto, di scambio di idee e di collaborazione. L’incontro, dunque, debutterà domenica ed è ideato dall’associazione culturale amArte in collaborazione con lo scrittore Alfredo Martinelli che, nell’intervista che segue, ha spiegato il progetto di scrittura.

Hortus, arte e scrittura: un podio perfetto. Da cosa nasce l’idea di questa estemporanea collettiva?

Molte sono le persone che amano scrivere, poche le occasioni di confronto. Spesso ci si incontra con una poesia o un racconto già scritti, da leggere davanti a un uditorio più o meno ampio e competente, in cui capita che ci siano anche persone giunte per gentilezza nei confronti di chi le ha invitate. La formula della scrittura collettiva estemporanea e collaborativa, consente un muto scambio di idee, suggerimenti o semplici umori durante il processo creativo. L’obiettivo, oltre che il piacere di stare insieme a chi condivide lo stesso interesse è anche quello di una crescita distribuita e distribuita .

Chi potrà partecipare e quale sarà, laddove ci fosse, il fil rouge dell’estemporanea?

La partecipazione è aperta a tutti: sia coloro che già si cimentano con la scrittura e sia coloro che non l’hanno ancora fatto ma vogliono mettersi in gioco. Il filo rosso, quindi il soggetto della trama intorno al quale far ruotare la storia, sarà minimale e ben spiegato prima dell’inizio. Poche saranno le regole da seguire: solo quelle ritenute utili per dare omogeneità alle trame che ogni partecipante creerà.

L’evento è alla sua prima edizione: previsioni?

Si è alla sua prima edizione, nessuna previsione futura, valuteremo al termine dell’incontro, dopo la lettura dell’intero racconto.

Un ritorno alla penna e al foglio?

Non solo, per dare ampia possibilità a tutti di sentirsi a proprio agio, ogni partecipante potrà usare il supporto con cui si sente più a suo agio: penna e foglio, computer, tablet, telefono e sistemi si messaggistica: siamo attrezzati per far fronte a ogni esigenza.