1

[FOTO] Imprese e Protezione Civile, siglato il nuovo protocollo alla Rummo

Saper rispondere con successo agli eventi avversi, ai danni che derivano dalle calamità naturali o dalle conseguenze della pandemia che ancora oggi il mondo sta vivendo. È questo l’obiettivo delle azioni messe in pratica in stretta sinergia da Piccola Industria Confindustria e dal Dipartimento della Protezione Civile, con i due organismi che dal 2016 collaborano a un grande progetto organizzativo, il PGE – Programma Gestione Emergenze di Confindustria. Tale protocollo nella giornata di oggi è stato rinnovato e all’evento tenutosi presso il pastificio “Rummo” di Benevento ha preso parte anche il Capo Dipartimento della Protezione Civile, Fabrizio Curcio. “Ci si ricorda della Protezione Civile solo quando c’è un intervento emergenziale, ma la Protezione Civile è tanta pianificazione e prevenzione. Ci è sembrato doveroso essere a Benevento perché questa fabbrica nel 2015 è stata distrutta, ma grazie al protocollo sottoscritto insieme a Confindustria nel 2016, questa importante azienda locale e nazionale è riuscita a ripartire. La prevenzione passa anche e soprattutto attraverso i corretti comportamenti dei cittadini e in questo caso dei lavoratori. Purtroppo questo territorio nelle ultime ore è stato duramente colpito dal vasto incendio di Airola e questa mattina insieme al Prefetto Torlontano ho partecipato a una riunione in cui abbiamo fatto il punto della situazione. Devo dire che sin da subito tutte le autorità territoriali hanno gestito nel migliore dei modi quanto accaduto e da parte mia mi è sembrato giusto e opportuno mostrare un segno di attenzione a un evento in cui effetti andranno seguiti”.

Presente all’evento moderato dalla giornalista del TG1 Maria Soave anche il Direttore Generale per i Lavori Pubblici e la Protezione Civile della Regione Campania, Italo Giulivo. “Quella di oggi è una giornata davvero molto importante, con la Rummo che rappresenta un esempio di capacità di resilienza. Questa è un’azienda che sei anni fa è stata duramente colpita dall’alluvione, ma è riuscita a ripartire e soprattutto a sviluppare. Il protocollo di oggi siglato con la Protezione Civile dimostra quanto sia importante la collaborazione pubblico/privato in una logica che per noi si chiama cultura d’impresa. Ci teniamo a far comprendere agli imprenditori l’importanza della prevenzione e dopo gli ultimi due anni terribili dovuti al Covid stiamo dimostrando nella pratica la resilienza delle aziende italiane. La piccola e media impresa italiana ha saputo resistere, reagire e oggi finalmente c’è una nuova stagione nella quale Confindustria è estremamente convinta dell’importanza dei green pass. Per far ripartire le imprese c’è bisogno di sicurezza e bisogna ripartire soprattutto dalle piccole/medie imprese che rappresentano la spina dorsale del nostro Paese”.

Ha poi preso la parola il padrone di casa, Cosimo Rummo: “Il protocollo che oggi sigleremo nuovamente già l’abbiamo siglato e attuato sei anni fa. Insieme al Governo, al Presidente della Repubblica e alla Protezione Civile che ci aiutarono tantissimo nei momenti difficili che abbiamo vissuto, già sei anni fa l’abbiamo reso operativo ed esso ci ha permesso di salvare questa azienda e oltre duecento posti di lavoro. I limiti e le opportunità di questo protocollo li stanno portando avanti Confindustria e la Protezione Civile, ma noi la nostra parte l’abbiamo già fatta e questa azienda, completamente distrutta da un’onda di nove metri e mezzo, è riuscita in un tempo relativamente breve a ripartire e a diventare secondo i dati dell’ultima indagine Doxa la pasta preferita degli italiani. Quella di domani è per me una giornata particolare e mi commuoverò sempre nel ricordare tutti i miei lavoratori che hanno lavorato in un modo semplicemente meraviglioso”.

Concluso l’intervento del Presidente dell’omonimo pastificio, sull’importanza del nuovo protocollo odierno si è soffermato anche il Presidente regionale di Confindustria Piccola Industria, Pasquale Lampugnale. “Le piccole e medie imprese oggi hanno l’opportunità di mettere in mostra tutto ciò che fanno e il Protocollo di oggi è di fondamentale importanza. Esso, infatti, da un lato si occupa delle prevenzione sui luoghi di lavoro e dall’altro di sostenere le imprese in difficoltà in casi di calamità naturale. Siamo a sei anni dall’alluvione che ci ha duramente colpiti e ricordiamo quei momenti in un’azienda simbolo della resilienza. Questo Protocollo, nato subito dopo il terremoto di Amatrice e che rinnoviamo oggi a Benevento, ha dato un grande contributo durante la pandemia, permettendo a tante aziende di continuare a lavorare nei mesi difficili del lockdown. Noi come Confindustria, quindi, svolgiamo un ruolo sociale di fondamentale importanza sui territori”.

A margine dell’evento odierno, al quale per un saluto istituzionale ha preso parte anche il sindaco Clemente Mastella, è intervenuto il Presidente di Confindustria Campania, Luigi Traettino. “Sei anni fa questa azienda era distrutta e dal disastro che ha vissuto è rinata e oggi è un leader nel proprio settore a livello internazionale. L’altro motivo per cui gioiamo oggi è per questa rinnovata collaborazione tra la piccola industria e la Protezione Civile. Essa rappresenta un motivo d’orgoglio per tutti quanti noi”.

Foto: Alessio Dicuonzo