1

Mancati stipendi ai lavoratori SAM, la denuncia dei sindacati: “si intervenga presto”

“Oramai non c’è più pace i lavoratori del Gruppo SAM S.r.l. che espletano servizio presso la stazione FS di Benevento. Da tempo sono costretti a lavorare senza che l’azienda eroga i dovuti stipendi nei tempi prestabiliti”, si apre con queste parole la nota diffusa alla stampa dalle segreterie provinciali di Uiltrasporti, FILT CGIL e FIT CISL che intervengono in merito al rapporto lavoratori-azienda:

“Ogni mese si ripete questo scempio, in tutto ciò i lavoratori continuano a dare le loro prestazioni senza creare alcun disagio. Un comportamento aziendale intollerabile che dimostra l’assoluta mancanza di rispetto verso i lavoratori.

Tenuto conto che il
mancato pagamento sta creando gravi disagi ai lavoratori e alle loro famiglie,queste OO.SS. oltre a
manifestare nelle sedi opportune quanto di vergognoso stanno vivendo i dipendenti,
vogliono esprimere la
massima vicinanza e solidarietà alle famiglie dei lavoratori che per colpa dell’incoscienza ed
irresponsabilità dell’azienda Gruppo SAM S.r.l. sono costrette ad affrontare un
drammatico momento.

In considerazione che sono alle porte le festività natalizie, ci auspichiamo che qualcuno si rendi conto della gravità in questione e intervenga in maniera decisa, in modo da evitare che la dignità dei lavoratori venga assiduamente calpestata”.

Comunicato Stampa    




Trotta Bus, pagati gli arretrati. I sindacati: “Lo stato d’agitazione continua”

Si è tenuta stamani in Prefettura la riunione tra i sindacati Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, delegati del Comune e della Trotta Bus in merito al mancato pagamento della mensilità di giugno e della 14°.

“Le spettanze – dichiarano i rappresentanti sindacali Anzalone, Marra e Pagliuca – sono state accreditate ai dipendenti dell’azienda di trasporti e, dinanzi al Prefetto, sono state elencate alcune problematiche che oramai da tempo ci vedono costretti ad un forte e continuo conflitto con la parte aziendale. In primo luogo è stata citata la questione del DURC, poi quella del fondo complementare priamo, che ad oggi, non risulta in linea con le trattenute mensili fatte ai lavoratori e che le suddette quote non vengono versate in maniera regolare così come previsto dalla normativa vigente. Inoltre, bisogna ristabilire urgentemente un corretto rapporto industriale tra le parti, con il rispetto degli accordi sottoscritti precedentemente, mantenendo gli impegni presi ai vari tavoli di trattativa che in questi anni si sono tenuti”.

“Pertanto, se pur soddisfatti per avere alleviato il disagio ai lavoratori per l’avvenuta erogazione degli stipendi e 14°, riteniamo che lo stato di agitazione dei dipendenti dell’azienda Trotta Bus Service di Benevento resti confermato e che lo stesso verrà interrotto solo dopo le dovute garanzie che l’azienda presenterà a Filtcgil, Fitcisl e Uiltrasporti al tavolo che ci auspichiamo arriverà in tempi brevi. In caso contrario, attiveremo tutte le procedure necessarie per ripristinare non solo corrette relazioni industriali, ma anche e soprattutto rispetto degli impegni sottoscritti, le erogazioni precise e puntuali degli emolumenti, nonché la puntualità nei versamenti contributivi agli enti previdenziali e complementari, condizione essenziale per il rilascio del DURC. Non escludiamo, se non saranno risolte tali difformità, il ricorso estremo, ma sacrosanto, all’astensione delle prestazioni lavorative” concludono.