1

Il sogno che può diventare realtà: avviato il progetto per la bretella tra la Fortorina ed il comune di Molinara

fortorina 5Nel pomeriggio della giornata di ieri, 5 giugno 2017, si è tenuto presso il Palazzo Ionni di Molinara un incontro pubblico per illustrare a tutti i presenti ed in particolar modo alla cittadinanza di Molinara il progetto che si intende realizzare per la creazione di una bretella di collegamento tra la Fortorina ed il comune di Molinara. All’incontro sono stati presenti il sindaco di Molinara, Giuseppe Addabbo, il presidente della provincia Claudio Ricci, il progettista e ingegnere Nardocci Paolo ed il sottosegretario di Stato alle Infrastrutture ed ai Trasporti, l’Onorevole Umberto Del Basso De Caro. Il primo ad intervenire è stato il sindaco Giuseppe Addabbo che ha puntato il dito contro chi nei governi precedenti ha dato poca importanza a quello che era il reale problema della viabilità, ma soprattutto dell’isolamento di cui il Fortore è ormai vittima da anni. Al centro del dibattito anche la questione della viabilità provinciale, soprattutto per quanto riguarda le strade di collegamento che portano a San Giorgio la Molara e Montefalcone. L’ingegnere Paolo Nardocci ha mostrato infatti agli occhi di tutti tramite una presentazione il progetto che si intende realizzare, un progetto che è stato diviso in ben 4 lotti. Per quanto riguarda la bretella che collega la Fortorina al comune di Molinara i lavori dovrebbero avere inizio già nel corso del 2018, quindi nel prossimo anno, mentre per quanto riguarda la viabilità provinciale si dovrà aspettare al 2019. Incontro segnato dalla importante presenza dell’Onorevole Del Basso De Caro che ha reso noto a tutti gli enormi progressi che sono stati fatti negli ultimi anni, ha infatti affermato che “per arrivare a Benevento oggi si impiegano ben 15 minuti ed il nostro obbiettivo è quello di riuscire a collegare ben tre regioni diverse, ovvero Puglia, Molise e Campania attraverso le aree interne”. All’incontro vi era anche la presenza dei sindaci di comuni limitrofi, alcuni di quali hanno anche voluto porre delle richieste all’Onorevole del Basso De Caro e all’ingegnere Nardocci, mettendo in risalto le proprie problematiche e mettendo in luce il fatto che la “Fortorina” dovrebbe essere non solo un punto di collegamento per San Marco dei Cavoti e Molinara, ma dovrebbe dare un accesso diretto anche a paesi isolati come Foiano o Baselice che vivono una forte situazione di isolamento.

Pietro Di Stasio