1

Benevento, all’orizzonte la prima ufficialità: Rillo al Piacenza

Le recenti sei positività al Covid tra i calciatori del Benevento, anche se ieri è arrivata una negativizzazione che dovrà essere confermata dal tampone molecolare, hanno rallentato il calciomercato giallorosso e messo momentaneamente all’angolo le cessioni di quegli elementi in lista di sbarco. L’attenzione si è quindi spostata sulle operazioni cosiddette minori e rientra in quest’ottica il passaggio di Francesco Rillo dal Teramo al Piacenza. Il terzino sannita, infatti, ceduto al club abruzzese in estate e con il quale ha collezionato quindici presenze, cambia nuovamente maglia e approda in Emilia sempre con la formula del prestito fino al termine della stagione. A cambiare per lui è anche il girone, dato che passa da quello B a quello A di serie C, con gli emiliani allenati da Cristiano Scazzola attualmente al tredicesimo posto con ventidue punti. Per il classe 2000 si tratta della quarta esperienza lontano dal Sannio e infatti anche nella passata stagione cambiò maglia a gennaio, passando, sempre con il beneplacito del Benevento, dal Fano alla Casertana.

Un altro giovane di proprietà destinato a cambiare nuovamente casacca è come noto Siriki Sanogo, con l’ivoriano di rientro dal Pescara (utilizzato da Auteri soltanto per quattordici minuti in Coppa Italia) e per il quale si cerca una nuova sistemazione in serie C. Si guarda alla terza serie nazionale anche per Abdallah Basit e il discorso avviato con il Foggia verrà riallacciato dopo le negativizzazione degli calciatori ancora positivi.




Benevento, Volpicelli alla Paganese: il punto sulle operazioni minori

Si sono separate nuovamente e questa volta in maniera definitiva le strade del Benevento e di Giovanni Volpicelli, con il centrocampista ceduto a titolo definitivo alla Paganese e l’operazione già nel pomeriggio di ieri è stata ufficializzata dal club azzurrostellato. Un’avventura in giallorosso iniziata nell’estate 2016, con il giovane atleta che nella sua prima stagione nel Sannio fece parte della formazione Primavera. Aggregato alla prima squadra nella stagione successiva, è stato poi girato all’Arezzo a farsi le ossa e dopo l’annata in Toscana la breve esperienza alla Juve Stabia nella prima parte della scorsa stagione. Dalle vespe il primo passaggio alla Paganese via Benevento e ieri quello definitivo. Restano adesso da sistemare le situazioni relative agli altri giovani di proprietà, con Francesco Rillo e Marco Cuccurullo vicini al Teramo e per il centrocampista il passaggio al club abruzzese dovrebbe avvenire a titolo definitivo.

Oltre a loro due sono in cerca di una nuova sistemazione anche Luca Sparandeo, Abdallah Basit e Cy Goddard, con l’anglo-nipponico che dopo l’esperienza con gli indiani del Mumbai City è rimasto a Londra in attesa di conoscere la sua nuova destinazione. Per Sparandeo e Basit, invece, si cerca una nuova squadra in serie C e nella terza serie nazionale potrebbe finirci anche Siriki Sanogo, con l’ivoriano troppo ai margini della prima squadra negli ultimi due campionati. I prossimi giorni saranno importanti anche per capire il futuro di Luca Antei. Con il centrale difensivo, infatti, si è giunti al momento di decidere cosa fare e l’infortunio dello scorso gennaio, l’ennesimo della sua sfortunata carriera, non gli ha consentito di prendere parte al ritiro di Cascia.




Benevento, tanti i rientri alla base e c’è chi spera nella riconferma

A caratterizzare il calciomercato del Benevento saranno anche quei calciatori di rientro dai prestiti e a molti dei quali bisognerà trovare, sin da subito, una nuova sistemazione. Fanno parte della lunga lista dei reduci da un’esperienza altrove i difensori Francesco Rillo e Luca Sparandeo, i centrocampisti Abdallah Basit, Marco Cuccurullo, Giovanni Volpicelli e Dejan Vokic, l’esterno Oliver Kragl e il fantasista Cy Goddard. Sarà da valutare anche la posizione di Luca Antei, con il difensore rientrato in netto anticipo dal Pescara a causa dell’ennesimo infortunio della sua carriera e anche lui, così come tutti gli altri, è legato contrattualmente al club di via Santa Colomba fino al 30 giugno 2022.

Ad oggi gli unici che hanno maggiori possibilità di restare agli ordini di Fabio Caserta sono l’esterno tedesco e, con ogni probabilità, Sparandeo. Il difensore mancino e beneventano doc, unitamente all’ex Foggia e a Marco Cuccurullo, è quello infatti che nell’ultima annata ha giocato con maggiore continuità ed essendosi fatto ormai le cosiddette ossa nelle due stagioni e mezzo lontano da casa potrebbe rivelarsi un’alternativa in più nel pacchetto arretrato. A suo favore c’è ancora l’età, in quanto l’ex Francavilla è nato nel 1999 e non andrebbe a incidere nella lista dei diciotto over 23. Discorso diverso, invece, per Vokic e Goddard, con l’anglo-nipponico reduce dalla vittoria nell’Indian Super League con il Mumbay City e nel massimo campionato indiano ha collezionato diciannove presenze. Difficile però ipotizzare una sua conferma, così come per Vokic, con lo slovacco che anche a Pescara ha giocato con il contagocce e la stagione si è conclusa con la retrocessione in serie C. Sul finire di gennaio in Abruzzo si è trasferito anche Basit, con il ghanese mai sceso in campo con la maglia biancoazzurra ma che potrebbe restare nella città adriatica nell’ambito della trattativa che porterebbe Amadou Diambo a diventare a tutti gli effetti un calciatore del Benevento.

Sono destinati a vivere una nuova esperienza in serie C Rillo, Cuccurullo e Volpicelli, con i tre calciatori cresciuti nel vivaio giallorosso e reduci dalle esperienze con Casertana, Cavese e Paganese. Rillo e Volpicelli, inoltre, fino allo scorso gennaio hanno indossato le maglie del Fano e della Juve Stabia, per poi provare una nuova avventura che ha permesso a entrambi di giocare con una maggiore continuità.




Benevento, Rillo rientra dal Fano e va alla Casertana

Dopo quella di Del Pinto, ceduto nella giornata di ieri alla Reggiana, il Benevento in giornata ha ufficializzato un’altra operazione in uscita, con Francesco Rillo ceduto con la formula del prestito alla Casertana. Nella stagione in corso il giovane terzino sinistro ha raccolto sette presenze con la maglia del Fano e adesso per lui inizia una nuova esperienza in serie C.

Il comunicato del club giallorosso: “Il Benevento Calcio comunica che, in data odierna, il calciatore Francesco Rillo rientrato dal prestito con l’Alma Juventus Fano, è stato trasferito temporaneamente alla Casertana”.




Benevento, una nuova ufficialità: Rillo al Fano

Dopo quelle relative a Sparandeo, Cuccurullo, Tazza e Billong, nel pomeriggio odierno il Benevento ha comunicato l’ufficialità di una nuova operazione in uscita e a lasciare, seppur a titolo temporaneo, il Sannio è Francesco Rillo. Il giovane terzino è stato infatti ceduto all’Alma Juventus Fano 1906, club di serie C girone B.

La nota del Benevento: “Il Benevento Calcio comunica di aver ceduto a titolo temporaneo all’Alma Juventus Fano 1906 i diritti alle prestazioni sportive del calciatore Francesco Rillo”.




Benevento, la grande gioia di Rillo: un sannita doc con la Strega nel cuore

In casa Benevento la nota positiva dell’amara trasferta di Crotone è rappresentata, senza ombra di dubbio, dall’esordio tra i professionisti del baby Francesco Rillo. Il classe 2000, subentrato a Letizia all’84’, è soltanto l’ultimo in ordine di tempo dei vari giovani calciatori del vivaio giallorosso a esordire con la prima squadra. In questa stagione, come ben noto, era già capitato a Giuseppe Di Serio e l’attaccante venerdì allo “Scida”, precedentemente all’ingresso di Rillo, è stato nuovamente gettato nella mischia da mister Pippo Inzaghi.

Ciò che differenzia Rillo da Di Serio è la provenienza geografica ed essendo il terzino mancino un figlio del Sannio la soddisfazione per l’esordio tra i grandi è ancora più elevata. Il numero due giallorosso vive a Ponte e la sua famiglia è da sempre molto vicina al Benevento.

Prima di Rillo, nel corso degli ultimi anni, è toccato ad altri due sanniti, Enrico Brignola e Luca Sparandeo, esordire in prima squadra. Il difensore beneventano doc l’estate scorsa è stato ceduto con la formula del prestito alla Virtus Francavilla e con il club pugliese, eliminato ai play off di serie C dal Catania, ha collezionato ben 20 presenze.




Benevento, mai utilizzati: in sei attendono una chance

Si avvicina sempre di più a grandi passi il big match Benevento – Perugia, con la sfida del tardo pomeriggio di sabato che mette in palio punti pesanti e nella rosa giallorossa, dopo queste prime sette gare di campionato, sono sei i calciatori finora mai utilizzati da Pippo Inzaghi. Oltre a Ghigo Gori, che di questo gruppo è l’unico a non aver particolari pretese, con il suo apporto alla squadra che è di fondamentale importanza anche al di fuori del campo, attendono una chance i baby Francesco Rillo, Siriki Sanogo e Giuseppe Di Serio. Tutti e tre si allenano da tempo con la prima squadra e nel corso di questa stagione è già capitato sia al terzino sinistro che al centrocampista di essere prestato alla formazione Primavera, con la quale hanno collezionato rispettivamente una e due presenze.

Fanno parte dell’elenco dei mai utilizzati anche Dejan Vokic e Abdallah Basit. Lo sloveno, arrivato nel Sannio nello scorso mese di febbraio e dopo il periodo di apprendistato con il calcio italiano maturato nella seconda parte della scorsa stagione, attende da tempo una chance e quando lo riterrà opportuno bisognerà vedere dove mister Inzaghi intende collocarlo nel suo 4-4-2. Nessun dubbio, invece, per Basit, con l’ex Arezzo che si piazzerebbe al centro del campo, ma in quella zona, dato anche il recupero di Schiattarella, la concorrenza è davvero tanta e il tecnico emiliano, oltre che sull’ex SPAL, può fare affidamento anche su Viola, Hetemaj, Del Pinto e all’occorrenza anche su Tello.