1

Sanità: focus di Pediatria presso l’Ordine dei Medici di Benevento

Giovedì 11 Aprile 2019, alle ore 9.00,  prenderà il via il decimo Focus di Pediatria – Incontri monotematici mensili di scena nell’Auditorium D’Alessandro dell’Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Benevento

Il tema conduttore del 2019 è la pediatria del futuro e si collega direttamente a quello dello scorso anno.

Per rafforzare il nostro intento di fornire agli iscritti messaggi facilmente traducibili in pratica, sono stati

scelti, come sempre, relatori particolarmente portati a rendere semplici i concetti anche più complicati, da

applicare alla pratica clinica quotidiana.

Come da prassi consolidata, gli incontri si svolgeranno in maniera informale e sarà prioritario il metodo

dell’interattività, che si avvarrà soprattutto del contributo dei partecipanti .

Prima di ogni appuntamento gli iscritti avranno a disposizione recente bibliografia, scelta dai relatori, che

consentirà un preventivo ed individuale approfondimento dei temi trattati.

Protagonisti del programma di giovedì 11 Aprile saranno:

 

MARIA MAJORANA – U.O.C. Pediatria – AORN “G. Moscati” Avellino

GIUSEPPE FURCOLO – U.O.C. Pediatria – AORN “G. Moscati” Avellino

FLAVIO QUARANTIELLOU.O.C. di Pediatria e Adolescentologia AORN San PIO P.O.“G. Rummo” Benevento

GIOVANNI PIETRO IANNIELLO – Presidente OMCeO Benevento

Medicina di laboratorio:
Appropriatezza prescrittiva in Ematologia
Ugo Ramenghi – Torino;
Appropriatezza

prescrittiva in Pediatria Generale e di Pronto Soccorso
Giuseppe Castaldo Napoli.

Comunicato Stampa




Amts, interviene il M5S: "La priorità è tutelare i lavoratori"

m5s meetup

“Quale futuro per l’azienda di trasporto pubblico locale?” Questa è la domanda che pone il Movimento 5 Stelle di Benevento, attraverso una nota stampa, all’amministrazione comunale. Le preoccupazioni dei pentastellati si concentrano soprattutto sul futuro nebuloso dei lavoratori: “Mentre l’amministrazione comunale emana un bando per l’affidamento del servizio, il futuro dei dipendenti dell’azienda è sempre più nebuloso. Se nessuno dovesse rispondere alla gara, ci troveremmo in un paradosso in quanto dal 1 gennaio l’attività potrebbe essere bloccata, e i dipendenti non avrebbero nessuna garanzia di percepire lo stipendio”.

Il Movimento continua: “Ci chiediamo perché non si è proceduto a trovare soluzioni, anche tampone, per salvaguardare i livelli occupazionali e i conseguenti redditi attraverso l’attivazione degli ammortizzatori sociali. Abbiamo dunque chiesto al Presidente del Consiglio Comunale di verificare, presso le opportune sedi, se vi sia la possibilità di attivare la cassa integrazione in deroga, prevista per un massimo di quattro mesi, presso la Regione Campania la cui richiesta è possibile fino al 16 dicembre 2016, e se possibile perché non è stato fatto”.

Sguera e Farese concludono: “Siamo consapevoli che qualora fosse accettata non risolverebbe le tante problematiche che attanagliano l’AMTS, ma tuttavia ciò rappresenterebbe un piccolo sollievo per sostenere temporaneamente i redditi di chi in questo momento vive l’ansia dell’incertezza del proprio futuro”.

 




Confindustria, il 5 dicembre, premia 11 imprese, un ponte tra passato e futuro

marsiglia_operaiIl prossimo 5 dicembre 2016, in occasione dell’assemblea pubblica di Confindustria Benevento saranno premiate con una targa 11 aziende, che hanno raggiunto oltre 50 anni di iscrizione a Confindustria Benevento: Fabbriche Riunite Torrone di Beneventi spa, I.ME.VA. spa, Maturo Costruzioni srl, Impresa Minieri spa, Moccia Industrie srl, Ocone D. & R. spa, Gruppo Mataluni, Rummo SPA, S.I.R.F.A. srl, Strega Alberti Benevento spa, Teconocostruzioni srl.

Confindustria Benevento attraverso la consegna delle targhe, una mostra fotografica, ed un video-racconto sulle tappe principali della vita economica e sociali del territorio festeggia i suoi 90 anni.

Gli sponsor dell’evento: Banco Popolare di Novara (Gruppo Banco Polare), Banco di Napoli Spa, Banca Popolare Pugliese, BPER Banca, Banca Popolare di Ancona, Banca di Credito Popolare, Monte dei Paschi di Siena, Unicredit, Banca Sella, B.N.L. Gruppo BNP Paribas, Banca Capasso Antonio,  Agriges srl, Ance Benevento, Avicola Mauro srl,  Fabbriche Riunite Torrone Benevento spa; Ferraro Costruzioni srl, Goil spa,  Imeva spa, Idal srl, Idnamic srl, Impresa Minieri spa, Labit srl, Laif srl, Laer srl, Maca srl,  Mangimi Liverini spa,  Modena Distributori srl,  Olio Dante spa; Pragma srl (studio Porcaro); Rillo Costruzioni srl; Rossi Umberto Allestimenti, Rummo spa; SAPA Group,  Seieffe srl, Sidersan srl, Strega Benevento spa, Texi srl.

Sempre il 5 dicembre presso l’Auditorium del Seminario  Arcivescovile di Benevento ci sarà anche un nuovo passaggio di consegne da Biagio Mataluni (presidente attuale) a Filippo Liverini (presidente designato).

Il tutto avverrà dinanzi ad un parterre di eccellenza che vedrà, tra gli altri, la presenza del Presidente di Confindustria Vincenzo Boccia, del Governatore della Campania Vincenzo de Luca,  del Sottosegretario alle Infrastrutture Umberto del Basso de Caro e del sindaco della città Clemente Mastella .

“Nel corso dei lavori del 5 dicembre, premieremo le aziende con più di 50 anni di iscrizione a Confindustria. Ad esse va un riconoscimento doveroso per aver da sempre creduto nell’associazione e contribuito con la loro attività al benessere di un territorio. Abbiamo ritenuto opportuno – dichiara Biagio Mataluni, Presidente di Confindustria Benevento – ripercorrere le tappe principali del processo storico e sociale attraverso il quale, nel corso di 90 anni, l’economia e la società di questo lembo della Campania si sono trasformate fino ad assumere le connotazioni attuali. Confindustria Benevento è stata fondata nel 1926, cercando sempre di mantenere saldo il suo ruolo di soggetto propulsore delle imprese territoriali, non mutando mai il suo spirito d’intraprendenza ed impegno”.

“Abbiamo cercato di recuperare il passato per proiettarci al futuro. Sono molte le iniziative Filippo Liverini. Una rilettura in chiave moderna, un percorso a ritroso, condotto con archivi fotografici privati e pubblici e con la collaborazione di quanti credono nell’opportunità di recuperare la memoria per consegnarla in eredità alle giovani generazioni. È proprio con loro, infatti, che abbiamo il nostro debito più grande ed è a loro che dedichiamo parte dei nostri sforzi, per avvicinarli sempre di più a questa terra”.