1

Distretti del Sannio, passi in avanti per la nascita

Si è conclusa la prima fase di ascolto del territorio che porterà alla nascita dei due distretti del cibo e precisamente il Distretto Rurale Terra Sannita (DIR), che vede come promotore il Gal Taburno Consorzio, e il Distretto Agroalimentare di Qualità Sannio (DAQ) che ha come soggetto promotore il Gal Area Fortore.

In occasione di uno degli eventi più attesi sul territorio, la Festa del Torrone e del Croccantino di San Marco dei Cavoti, si sono tenuti lo scorso sabato 7 dicembre presso la sala convegni del suggestivo Palazzo Marchesale, due incontri di animazione e di ascolto che hanno visto la partecipazione di vari stakeholders interessati alla costituzione di tali distretti. È stato un proficuo confronto di idee e programmi da mettere in campo nell’interesse del Sannio e non solo, segno che esiste un reale interesse degli enti, delle associazioni di categoria e soprattutto delle aziende, a puntare sulle eccellenze rurali, agroalimentari, artigianali e turistiche. Si viaggia, dunque, a gonfie vele, verso i riconoscimenti definitivi dei distretti da parte della Regione Campania. Come detto durante tali incontri, è ormai quasi tutto pronto per consegnare la documentazione necessaria e utile a creare sul territorio veri e propri punti di riferimento per sviluppo e crescita imprenditoriale.

Sia il DIR che il DAQ, per le loro particolari caratteristiche, potranno concorrere, una volta attivati, ai benefici nazionali e comunitari opportunamente destinati, al fine di sostenere e realizzare una strategia di sviluppo fatta di iniziative e progetti di diretto utilizzo da parte delle aziende agricole, dell’artigianato, del commercio, del turismo ma anche da parte degli enti territoriali. “Siamo sulla buona strada – hanno sottolineato nei rispettivi incontri i due presidenti dei comitati promotori, Raffaele Amore (Gal Taburno) e Davide Minicozzi (Gal Fortore) lavoriamo in sinergia puntando ad un obiettivo comune: l’attuazione sul territorio sannita ma anche su una parte di quello irpino e casertano, di nuovi strumenti di governance fondamentali a mettere in atto opportunità di sviluppo diverse da quelle conosciute ed attuate anche dai Gal. Siamo sicuri  – concludono Amore e Minicozzi  – che, una volta avviati, questi distretti valorizzeranno al massimo le vocazioni e le eccellenze  territoriali, incoraggiando anche forme di cooperazione. La speranza nonché l’obiettivo sono quelli di dare una concreta risposta alle tante richieste e fabbisogni che provengono dal tessuto imprenditoriale di un’area interna che ha l’esigenza di emergere e di abbandonare vecchie logiche che non hanno prodotto risultati e reddito’’.

Comunicato stampa




La Regione Campania finanzia la strategia di sviluppo locale del Gal Taburno Consorzio

GAL TABURNODopo lunghi mesi di attesa, la Regione Campania – Direzione Generale delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali con Decreto Dirigenziale n.°74 del 29 marzo 2017, ha finalmente approvato la graduatoria definitiva dei Gruppi di Azione Locale ammessi a finanziamento a valere della Misura M19 del PSR Campania 2014/2020. Ricordiamo, difatti che nella pubblicazione a ottobre 2016 dei primi esiti di valutazione, nell’elenco regionale non figurava il Gal Taburno Consorzio e che soltanto a seguito delle controdeduzioni presentate alla Commissione di Valutazione, il Consorzio GAL è riuscito ad ottenere il finanziamento. Difatti il Bando della Misura 19 prevedeva che la compagine sociale fosse composta da Enti Pubblici, Parti Economico-Sociali, Soggetti della Società Civile, ossia organismi e soggetti della società civile, che rappresentano interessi di tipo culturale, ambientale, sociale. Ricordiamo che a fine Luglio 2016 su iniziativa dell’Associazione di Promozione Sociale SANNIOIRPINIA LAB è stato organizzato presso il Comune di Airola un’incontro tra il GAL Taburno e i soggetti del terzo settore presenti sul territorio, per coinvolgere gli stessi ad entrare come soci del Gal Taburno. A seguito della manifestazione di interesse indetta dal Gal, l’APS SannioIrpinia LAB ha aderito a tale iniziativa acquisendo una quota sociale rilevante e coinvolgendo anche altri operatori del Terzo Settore, tra i quali Cooperativa Sociale Terzo Millennio, Cooperativa Sociale Benessere, Associazione Teatrale Airolandia e Associazione Condividiamo, rappresentanti circa il 12% del capitale interamente versato. Grazie alla lungimiranza di tutto il Consiglio di Amministrazione e del Direttore Caturano , che hanno sostenuto la richiesta avanzata dai suddetti operatori del terzo settore ad entrare nella compagine sociale, Il progetto del Gal Taburno  ha rispettato tutti i requisiti previsti dal Bando Regionale, coinvolgendo in modo democratico le rappresentanze richieste, e pertanto è stata ammesso a finanziamento.
Piena soddisfazione è espressa,  in una nota, dal Direttore dell’APS SannioIrpinia LAB – dott. Luca Mauriello – in quale ringrazia le cooperative sociali e le associazioni che hanno dato fiducia e creduto in questo investimento sullo sviluppo territoriale aderendo quali soci del Gal Taburno Consorzio, sulla spinta proprio di SannioIrpinia LAB.
Dopo la firma del decreto di ammissione, continua in una nota  il Direttore Mauriello – chiederemo nuovamente un incontro con il Presidente e il Direttore del Gal al fine di partecipare attivamente alle scelte relative ai bandi e alle azioni promozionali da mettere in campo per la crescita economica e sociale del territorio.