1

Falzarano e Bernardo (Io sto con Airola): "Peccato poca partecipazione al consiglio comunale aperto"

falzarano airola

“Nell’attuale momento storico che vive il nostro Comune – fanno sapere con una nota alla stampa i consiglieri del gruppo “Io sto con Airola” Antonietta Bernardo e Gennaro Falzarano – insediato continuamente da reati predatori, notevolmente intensificatisi negli ultimi tempi, l’esigenza di sicurezza avvertita tra i nostri concittadini  è certamente da annoverare tra le priorità del programma che questo gruppo  intende porre all’attenzione, per l’indubbia rilevanza della questione. E, come tale, ha costituito argomento  di  riflessioni, approfondite e condivise, anche con i   nostri concittadini,  che sempre e comunque ci  si onora di rappresentare. Infatti la sicurezza dei nostri concittadini richiede risposte concrete, articolate sulla base di un impegno che deve vedere  uniti maggioranza e minoranza,  in un rapporto di collaborazione reciproca,  più prossimo  ai bisogni ed alle aspettative della nostra  comunità. Purtroppo,  lo scorso consiglio comunale tenutosi in data 21.02.2017, avente come ordine del giorno la questione sicurezza nel nostro comune,  non ha registrato, contrariamente alle aspettative di questo gruppo, una notevole partecipazione dei concittadini. Questa circostanza, purtroppo, costituisce una occasione mancata. Considerato soprattutto  la contemporanea  presenza in seno a detto consiglio di Autorità di polizia, quali Il Comandante della Compagnia Carabinieri di Montesarchio, nella persona del Maggire Erminio de Nisco, il Comandante della locale stazione dei Carabinieri , personale di Polizia di Stato della Questura di Benevento nonché il Comandante ad interim della locale Polizia Municipale. Questo gruppo unitamente ai gruppi di minoranza ha cercato con la richiesta espressa di un consiglio comunale aperto,  di  contribuire fortemente a soddisfare la domanda di sicurezza dei  Cittadini, in una ottica di disponibilità costante e diffusa verso la cittadinanza. Tutto questo nella sincera speranza di vedere “fisicamente” una risposta positiva  della popolazione. Alla luce dei fatti, risposta ampiamente disattesa dalla cittadinanza Alla luce della mancata adesione della cittadinanza, questo gruppo non può che condividere il pensiero espresso dal  Comandante della Compagnia Carabinieri di Montesarchio in relazione ad una poco significativa  collaborazione della cittadinanza con le forze dell’ordine. Circostanza che non fa venire meno l’impegno che questo gruppo costantemente profonde per il benessere dei cittadini”.

 




[VIDEO] Sicurezza, Carabinieri: "Non esiste caso Airola". Scontro in consiglio comunale

Airola – Consiglio comunale monotematico sulla sicurezza, aperto alla cittadinanza e sicuramente dai toni accesi.

Le aspettative non sono state deluse, sala piena e voce ai cittadini di Airola che hanno declinato con toni diversi il tema caldo in città: la sicurezza. Chiesto dalle opposizioni e accettato dalla maggioranza, il consiglio comunale d’urgenza è stato palcoscenico anche per la polemica politica tra la maggioranza che sostiene il sindaco Michele Napoletano e l’opposizione alla sua giunta. Anche le forze dell’ordine e i vigili urbani hanno partecipato al consiglio comunale. “Non esiste un caso Airola”, ha commentato il Comandante della Compagnia Carabinieri di Montesarchio, Maggiore Erminio De Nisco.

giunta airola
La giunta di Airola guidata dal sindaco Michele Napoletano

“Airola – ha dichiarato il sindaco Napoletano – non è un comune dell’hinterland partenopeo e come hanno confermato le forze dell’ordine i fenomeni di criminalità registrati negli ultimi tempi sono fisiologici e nella media. Bisogna evitare inutili allarmismi e collaborare con le forze dell’ordine per garantire ai nostri cittadini un territorio sempre più sicuro”.

falzarano airolaGennaro Falzarano dai banchi della minoranza è stato durissimo. “L’amministrazione guidata da Napoletano – ha tuonato Falzarano –  è bravissima ad andare a Roma e a Napoli per recuperare fondi per opere pubbliche di diversa natura ma in quasi sei anni non è stata capace di recuperare fondi per la sicurezza in città”.