1

Vieri: “Benevento spettacolare l’anno scorso. E ora crea problemi alle grandi”

Il Benevento che chiude il girone d’andata undicesimo a quota 22 punti, e con la zona retrocessione distante 8 lunghezze, raccoglie consensi ed elogi. E’ tempo dei primi bilanci di stagione, si tira una linea e dalla prossima giornata parte il girone di ritorno, praticamente un nuovo campionato.

In questa direzione a 90° Minuto sono stati stilati i top e flop del girone d’andata e tra le 3 squadre “up”, oltre al Milan capolista e all’Inter inseguitrice, è stata designata la Strega di Pippo Inzaghi quale sorpresa di questa prima metà di stagione. E alla domanda di Varriale: “Come lo vedi Pippo?” ha risposto l’ospite d’eccezione e suo grande amico di tante avventure, Bobo Vieri, che ha subito fatto una battuta: “Lo vedo ancora più secco, mangia ancora di meno”, scatenando le risate generali. Ma l’analisi riguardo SuperPippo e i giallorossi è entusiastica: “Lo vedo bene, mi piace Pippo perché non ha paura. Se deve andare ad allenare in B o in C ci va e ha grande voglia. Ha fatto l’anno scorso un campionato spettacolare, sta giocando un buon calcio quest’anno e il Benevento è una buona squadra che ha 22 punti e crea problemi anche a grandi squadre. Son contento per Pippo perché si merita tutte queste soddisfazioni”.

Un complimento che arriva da un amico di lunga data, nonché ex compagno di Nazionale, che fa il paio con quello riservato da un gigante del calcio quale Fabio Capello, che è andato anche oltre, tanto da far arrossire Inzaghi: “Il calcio che state giocando è di grande velocità e determinazione, niente possessini. Assieme ad Atalanta e Verona siete le squadre che han dato qualcosa di diverso al calcio italiano. In emergenza hai fatto davvero una grande partita” ha detto il tecnico pluricampione all’allenatore giallorosso nel post-partita col Torino, ai microfoni di Sky. Rimostranze sicuramente spinte anche dalla caratura di Inzaghi e dalla sua grandissima carriera da calciatore. Ma dopo aver colpito molti bisognerà stregare tutti definitivamente. Come? Centrando la storica salvezza.