1

Progetto “Terra sognata”, gli studenti del “Galilei Vetrone” incontrano i migranti

Provengono entrambi dal Gambia. Si sono incontrati per la prima volta a Benevento, nell’Aula Magna dell’Istituto “Galilei Vetrone” di Piazza Risorgimento, grazie al progetto “Terra sognata”, promosso dalla scuola superiore. Si tratta di Jallow Abdurahman e Ismaila Bayo, due ragazzi gambiani, approdati in Italia, passando per la Libia, per le prigioni e per i barconi. Il primo si trova nel Centro di Accoglienza di San Martino Sannita ed il secondo vive a Pietrelcina presso lo Sprar locale.
Hanno raccontato la loro storia ed i loro avventurosi viaggi agli alunni di quattro classi del geometra, che hanno fatto domande, letto poesie, ascoltato canzoni e visto filmati per comprendere meglio e da vicino il complesso fenomeno dell’immigrazione. Un incontro partecipato ed emozionante sui problemi dell’Africa, sul ruolo dell’Europa, sulle difficoltà dell’integrazione, sulla distribuzione delle ricchezze, sugli atteggiamenti razzistici che a volte affiorano nella società italiana e nel mondo del calcio.
Jallow, 20 anni,  proviene da Serekunda, 335 mila abitanti, la più grande città del Gambia, che è il più piccolo paese africano, mentre Ismaila,22 anni, è nato a Brufut, poco più di 34 mila abitanti, situato sulla costa che affaccia sull’Oceano Atlantico. Il Gambia ha circa due milioni di abitanti, è una striscia di terra tra il Senegal e la Guinea Bissau ed ha per capitale Banjul. Fino ad alcuni anni fa c’era la dittatura. Un paese  povero e senza grandi risorse. I gambiani figurano al primo posto tra i richiedenti asilo in Italia, ma raramente hanno ricevuto lo status di rifugiato trattandosi in maggior parte di migranti economici.
“Il mio sogno è quello di fare il calciatore -afferma Jallow- ora gioco da difensore nel Real San Nicola e studio italiano. Quando sono partito, mia madre ha cercato di dissuadermi, perché il viaggio era pericoloso. Ho pagato 600 euro. Sono stato tre mesi in prigione in Libia. Un giorno al mercato mi hanno derubato e mi hanno sparato ferendomi al fianco. Una persona buona mi aiutò. Sono fuggito ed ho viaggiato su un barcone per sei ore. Se tornassi indietro non rifarei più questa terribile esperienza”.
L’incontro, coordinato dai docenti Antonio Esposito, Mauro Pulzella, Sabrina Chiariotti e Nicola Melchionna, è cominciato col video della canzone di Ivano Fossati, “Mio fratello che guardi il mondo”. Gli studenti delle classi 2A,4A,4C e 5°,hanno interloquito con attenzione e curiosità, hanno letto le poesie di Nazim Hikmet, Gianni Rodari, del Mahatma Gandhi e di un migrante siriano anonimo. Poi è stato proiettato il filmato sulle “lettere dei napoletani ai migranti in difficoltà”, tratto da Fanpage.
Per Jallow , che parla in inglese, è stata molto utile la traduzione della professoressa Chiariotti, mentre Ismaila parla perfettamente in italiano, anche perché frequenta il corso serale Sirio del “Galilei Vetrone”, che offre la possibilità a tanti migranti di conseguire un diploma. Per il suo modo di vestire elegante e fantasioso i suoi compagni di scuola lo chiamano “o’ presidente”. Partì dal Gambia tre anni fa, quando c’era ancora la dittatura. A diciannove anni faceva già l’insegnante per i bambini.
“Sono venuto in Italia -racconta Ismaila- perché ero stanco degli scontri familiari per l’eredità. Anche io sono stato per due settimane in una prigione in Libia. A Pietrelcina la mia vita è cambiata in meglio. Io sono un artista. Creo con le mie mani collane, anelli, orecchini, zaini. Ho iniziato a 5 anni. Da poco abbiamo aperto una sartoria. Ho conseguito un attestato per la cucina presso l’azienda agrituristica “Fontana dei Fieri”. Voglio studiare, lavorare, prendere il diploma. Per il futuro potrei fare anche il cuoco”.
Gli alunni che hanno animato e vivacizzato il dibattito sono: Sergio Poccetti, Silvio Pio De Blasio, Laura Caporaso, Cosimo Beatrice, Pietro Corbo, Antonio Rinaldi, Sergio Panella, Marcello Pastore, Giovanni Ponte e Antonio Panarese, Nicola Zotti e Nicol Gugliotti. L’incontro si è concluso sulle note della canzone di Enzo Avitabile, “Tutte eguale song è criature”.Per lo Sprar di Pietrelcina era presente l’educatrice Angela Fariello e per il Corso Sirio, oltre a Melchionna, anche il docente Vincenzo Vitiello.
“Vorrei rimanere in Italia -ha ribadito Ismaila- anche se la situazione si è fatta più difficile. Per me L’Italia è la numero uno. Qui la gente mi vuole bene, anche se a volte si verifica qualche intolleranza. Ma io faccio finta di niente. Voglio coltivare il mio sogno. Chi è razzista è ignorante, nel senso che non conosce la tua cultura, non sa perché sei qui. Quando lo sa, cambiano le cose. Ma se tu non mi ascolti, io non ti ascolto, ci sarà sempre incomprensione. Siamo tutti cittadini del mondo e vogliamo vivere in pace”.

Comunicato stampa




Campi estivi digitali, Mortaruolo: “Finanziate tre scuole sannite. Premiata la nostra eccellenza”

mortaruolo de Luca

“Davvero un grande risultato quello raggiunto dall’Istituto Galilei – Vetrone di Benevento, la Scuola Primaria Bilingue di Benevento e l’Istituto Comprensivo Ilaria Alpi di Montesarchio che riceveranno un finanziamento di 10mila euro a seguito della partecipazione al bando relativo ai campi estivi promosso dal Dipartimento nazionale per le Pari Opportunità con l’obiettivo di promuovere la cultura scientifica tra le studentesse e gli studenti delle scuole primarie e secondarie di primo grado. Ancora una volta c’è un tangibile riconoscimento all’eccellenza della scuola sannita e il mio plauso va ai dirigenti e al personale delle istituzioni scolastiche che con grande attenzione hanno saputo cogliere questa opportunità”. Così il Consigliere regionale e Vicepresidente della Commissione Agricoltura della Campania, on.le Erasmo Mortaruolo.

“Il Dipartimento per le pari opportunità della Presidenza del Consiglio – rileva Mortaruolo – ha stanziato 1 milione di euro per l’attuazione dell’iniziativa “In estate si imparano le STEM – Campi estivi di scienze, matematica, informatica e coding”. L’iniziativa prevede il finanziamento di progetti per la realizzazione di percorsi di approfondimento in materie scientifiche (matematica, cultura scientifica e tecnologica, informatica e coding) da svolgersi nel periodo estivo rivolti prevalentemente alle studentesse, ma anche a studenti, delle scuole elementari e medie (primarie e secondarie di primo grado). Alla base dell’iniziativa vi è da un lato l’esigenza di superare gli stereotipi e i pregiudizi che alimentano il gap di conoscenze tra le studentesse e gli studenti rispetto alle materie STEM, nell’ambito del percorso di studi nonché nelle scelte di orientamento e professionali, e dall’altro di favorire la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro, incentivando le istituzioni scolastiche a tener aperti i propri locali per iniziative formative almeno per due settimane durante il periodo estivo ossia nel periodo in cui i genitori hanno maggiori difficoltà nella conciliazione dei tempi di vita e di lavoro”.

Prosegue il vicepresidente Mortaruolo: “Poco fa ho inoltre avuto un colloquio con Chiara Marciani, assessore regionale alle Pari Opportunità che ha voluto complimentarsi per l’ottima posizione delle scuole del Sannio. Al contempo ha voluto confermarmi che, sulla base di questa positiva esperienza, la Regione Campania finanzierà ulteriori percorsi, grazie alle attività previste nel Piano strategico per le Pari Opportunità già approvato dalla Giunta regionale, aggiungendo anche la “A” di “Arts” accanto all’acronimo STEM, perché il digitale investe ogni settore, anche le professioni artistiche e creative. La Regione Campania è quindi al lavoro per predisporre un programma ricco e articolato per aiutare le studentesse campane a scoprire le reali possibilità offerte dalle materie tecnico-scientifiche nel mondo del lavoro”.




Sandro al Galilei-Vetrone: “Porterò con me l’amore profondo della città”

sandro galilei vetroneUn’atmosfera di festa e grande entusiasmo ha caratterizzato l’incontro tra Sandro, centrocampista del Benevento, e gli studenti dell’Istituto Superiore “Galilei-Vetrone”. L’ospite d’onore ha raccontato la sua storia, le condizioni della famiglia, le prime esperienze calcistiche, l’educazione ricevuta, le emozioni provate nel campionato appena concluso. Con un messaggio finale ai giovani: “In tutte le cose che fate dovete metterci il cento per cento. Per fare carriera nel calcio ci vogliono umiltà e disciplina”.
La visita di Sandro alla scuola di Piazza Risorgimento si inserisce nel progetto “Valori in rete”, promosso dalla Figc per diffondere la passione sportiva e l’importanza dell’etica in un mondo schiacciato spesso da interessi economici. “Sandro è forse il giocatore più rappresentativo di quest’anno -ha sottolineato Filippo Milano, responsabile relazioni con la scuola- perché si è fatto apprezzare per la sua combattività e professionalità in una stagione in cui il Benevento ha scritto una pagina di sport autentico”.
Il calciatore brasiliano è stato salutato ed omaggiato anche da Antonio Tarantino, consigliere regionale della federazione, e dai docenti di educazione fisica del “Galilei-Vetrone”, Sergio Manganiello, Erminia Iacobucci e Gianni Varricchio. Il dialogo con gli studenti è stato condotto da Mauro Pulzella, organizzatore dell’evento, che ha provveduto anche a tradurre in italiano le parole di Sandro che si è espresso in portoghese. L’accoglienza riservata al campione è stata colorata da abbracci, sorrisi, autografi e selfie.
“Sono felice di stare qui -ha esordito il giocatore,29 anni e 1,87 di altezza- nei vostri occhi vedo la felicità con la quale mi ammirate, come una persona importante. Quando io ero alunno, non ho avuto questa possibilità come voi. Vengo da una famiglia non molto ricca. Ho cominciato da ragazzo a giocare per strada con gli amici. Ma sempre dopo aver fatto i compiti di scuola. Mia madre era molto severa. I miei genitori lavoravano tutto il giorno ed io dovevo fare il pranzo anche per mio fratello. Sono molto orgoglioso di questo insegnamento. Dovete ascoltare e rispettare i vostri genitori, come un giocatore l’allenatore”.
Dopo l’esperienza col Benevento, Sandro, che ha giocato tra l’altro col Tottenham e la nazionale brasiliana, potrebbe approdare in altre squadre della serie A, dalla Lazio alla Sampdoria, dal Torino al Milan. Ma potrebbe rimanere anche qui. Le prossime settimane saranno decisive. “Dovunque andrò -ha concluso- porterò sempre con me l’amore profondo della vostra città che ho visto esplodere in particolare nell’ultima partita giocata contro il Genoa, quei canti e quei cori festosi rimarranno unici, quella dignità e quella gioia, che rappresentano un grande messaggio positivo per il calcio”.

Antonio Esposito




Ambiente e musica come aggregazione, due allievi del “Galilei-Vetrone” scelti per lo “Youth Leadership Program”

allievi galileiLa prima prova è stata superata. Due alunni del liceo scientifico “Galilei Vetrone” sono stati scelti per partecipare allo “Youth Leadership Program”, un concorso nazionale promosso dal Consolato Generale americano di Napoli, dall’Università dell’Indiana, in collaborazione con l’Ufficio Pubblica Istruzione e gli Affari Culturali del Dipartimento di Stato. I selezionati sono Antonio Bruno e Simone Cirnelli, che frequentano rispettivamente la III D e la IV D dell’Istituto di Piazza Risorgimento.
Si tratta di un progetto innovativo che consiste in uno scambio di tre settimane negli Stati Uniti. La partecipazione al programma è gratuita ed il governo americano provvederà a coprire i costi del viaggio, del vitto e dell’alloggio. Il periodo di svolgimento va dal 5 al 25 agosto 2018.I partecipanti vivranno con famiglie americane e saranno impegnati in seminari sull’educazione civica, visiteranno scuole locali e associazioni, saranno coinvolti in progetti ed iniziative culturali insieme ai giovani del posto.
La selezione degli allievi è stata curata dall’assistente borsista di lingua madre, insieme alle docenti di inglese, Angela Ricciardi, Rosaria Pisaniello, Paola Glielmo e Franca Viglione. I prescelti hanno dimostrato un ottimo livello di inglese, uno spiccato senso di responsabilità, un’attitudine a lavorare in gruppo, una capacità elaborativa al servizio della comunità. Le loro proposte di progetto sono le seguenti: “Riqualificazione e Valorizzazione delle Risorse Ambientali della Diga di Campolattaro” e “Creazione di un’Orchestra con musicisti di varia etnia”.
Gli alunni Bruno e Cirnelli hanno ricevuto i complimenti della dirigente scolastica Grazia Pedicini ed ora si accingono a partecipare alla selezione nazionale che si terrà nel prossimo mese. Il superamento del primo scoglio, avvenuto con padronanza, prontezza e passione, lascia ben sperare perché possano raggiungere l’ambizioso traguardo. Sarebbe una grande occasione per far conoscere in America le qualità culturali ed artistiche della scuola sannita e le risorse naturali del nostro territorio.

Antonio Esposito




Il punto sul Liceo Quadriennale al Galilei-Vetrone

 

galilei vetrone Per fare il punto sulle prospettive del Liceo Quadriennale e sul Progetto col quale gli allievi hanno partecipato al concorso nazionale, indetto dal Ministero della Pubblica Istruzione, l’Istituto Galilei-Vetrone  di Benevento ha organizzato un convegno per venerdì 20 aprile, alle ore 16,30, presso l’aula Magna della sede di Piazza Risorgimento. L’iniziativa rientra nel mese delle S.T.E.M. (Science, Technology, Engineering, Mathematics). Si tratta di una prima verifica del percorso intrapreso come unico liceo scientifico del Sannio.
Dopo i saluti e l’introduzione del dirigente scolastico, Grazia Elmerinda Pedicini, la docente Silvana Travaglione illustrerà lo stato dell’arte e le potenzialità del Liceo Quadriennale. Poi la parola passerà agli studenti, coordinati dalle professoresse Rosa Cammarota e Maria Grazia Cotugno, che parleranno del loro lavoro scientifico, che hanno inviato al Concorso Nazionale intitolato “Stem : Femminile Plurale”. L’incontro si concluderà con un approfondimento sul tema: “Le ragazze e le scienze”.
L’argomento rientra nel percorso di Alternanza Scuola-Lavoro e sarà trattato da Piero Porcaro e Tiziana Zotti, rispettivamente direttore e genetista del Consorzio Sannio Tech. Le conclusioni del dibattito saranno affidate a Domenica Di Sorbo, ispettore del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. L’obiettivo dell’iniziativa è quello di diffondere la passione per le materie scientifiche e tecnologiche, la consapevolezza delle loro straordinarie opportunità e motivare le ragazze verso gli studi scientifici.

Antonio Esposito




Il geometra del futuro tra tecnologia e Green Economy

convegno geometriLa figura del geometra ha ancora una grande ruolo da giocare. Dall’edilizia alla Green Economy. Ma per rilanciarla e valorizzarla c’è bisogno di fare squadra. Tra associazioni di categoria, scuola e imprese. Questo il messaggio scaturito dal convegno, svoltosi al Museo del Sannio, per iniziativa dell’Istituto “Galilei-Vetrone” di Benevento, del “Sant’Alfonso Maria De’ Liguori” di Sant’Agata dei Goti e del “Carafa-Giustiniani” di Cerreto Sannita, col supporto del Centro di Formazione e Sicurezza della Provincia di Benevento. L‘incontro sul tema “Professione Geometra”, coordinato dal docente Ignazio De Lucia, ha tracciato le linee per invertire la rotta. La strada intrapresa può dare frutti positivi, perché è riuscita ad intrecciare passione, conoscenza e tecnologia. “Con le difficoltà dell’edilizia-ha affermato il dirigente scolastico del Galilei-Vetrone, Grazia Pedicini- si è diffusa l’idea che il geometra non serve più. Così i ragazzi hanno seguito mode e tendenze, preferendo una scelta generalista come i licei, anziché una scelta mirata, un diploma finito, professionalizzante”. Le nuove metodologie didattiche, l’introduzione dell’uso dei droni, le esperienze sul campo, hanno consentito di formare giovani geometri preparati. Pronti ad entrare nel mercato del lavoro. “Presso il nostro istituto -ha rilevato Maria Icolaro, dirigente del “De Liguori”- abbiamo avviato Progetti di Riqualificazione Ambientale in chiave turistica, ideato Parchi Urbani, piste ciclabili, campi di gioco, che abbiamo proposto alle amministrazioni comunali. Dobbiamo svelare la ricchezza di questo percorso scolastico”. Una nuova prospettiva potrebbe essere aperta dalle numerose opere pubbliche messe in cantiere per il Sannio, dagli interventi previsti per le strade e le ferrovie a quelli per l’edilizia scolastica. “Le imprese hanno bisogno di professionalità -ha sottolineato Mario Ferraro, presidente Ance di Benevento- per questo invito i giovani a specializzarsi in un settore. Il prossimo 30 gennaio firmeremo un protocollo per dare vita ad una “Filiera delle Costruzioni”. Possiamo veicolare le richieste dei geometri diplomati verso le grosse imprese”. Il presidente del Cfs, Albano Della Porta, ha elogiato il Progetto Sicurezza elaborato dai tre istituti tecnici, mentre Anna Villanova, responsabile dell’Inail, ha comunicato di non aver ricevuto alcuna denuncia per l’alternanza Scuola-Lavoro. “La fase di declino -ha detto Ezio Piantedosi, segretario del Consiglio Nazionale dei Geometri, originario di Roccabascerana, diplomatosi al Galilei nel 1982- forse è derivata anche dalla debole comunicazione. Dobbiamo promuovere meglio il nostro prodotto. Questa professione può tornare ad essere “anello di congiunzione” tra la scuola e il territorio”. Lo sforzo congiunto di tutti i soggetti è la chiave di volta di una ripresa. Le nuove opportunità vanno sfruttate subito. La formazione sui cantieri e la tematica della sicurezza sono importanti carte da giocare. “C’è bisogno di una maggiore collaborazione -ha concluso Pedicini- da parte delle imprese e del collegio dei geometri. La scuola non è l’unica responsabile. Non è più tempo di chiacchierare. Fate qualcosa. Il nostro istituto ha una storia che non può finire. Voi ragazzi raccontate in giro com’è bella questa scuola”.

Antonio Esposito




“Galilei-Vetrone”, presentazione del Liceo Quadriennale ed illustrazione dei progetti finanziati dal Governo

galilei vetrone L’Istituto d’Istruzione Superiore “Galilei Vetrone” di Benevento è stato autorizzato dal Ministero ad avviare per il prossimo anno scolastico il nuovo percorso di studi del Liceo Scientifico quadriennale. Si tratta dell’unica sperimentazione prevista in tutta la provincia. Per illustrare l’importante novità, il dirigente scolastico Grazia Elmerinda Pedicini, ha indetto una conferenza stampa per il giorno 18 gennaio 2018, alle ore 11,00, presso la sede centrale di Piazza Risorgimento. Nell’incontro saranno trattati i seguenti argomenti:
1) Presentazione del Liceo Quadriennale nell’ottica europea
2) Illustrazione dei progetti finanziati dal governo con oltre 10 milioni di euro
3) Rapporto sull’andamento dell’alternanza scuola-lavoro
La dirigenza dell’istituto invita cortesemente a partecipare tutte le testate giornalistiche e televisive.

Antonio Esposito




Più di 10 milioni di euro per il “Galilei Vetrone” di Benevento

grazia pediciniUna consistente fetta dei fondi stanziati per l’edilizia scolastica è stata assegnata all’Istituto d’Istruzione Superiore “Galilei Vetrone” di Benevento. Sulla Gazzetta Ufficiale del 13 novembre scorso, il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca ha pubblicato la ripartizione nazionale dei finanziamenti destinati in particolare alla sicurezza, all’ampliamento, all’adeguamento sismico delle scuole.
Sull’importo complessivo di 321 milioni e 100 mila euro la Campania ha ottenuto 48 milioni, collocandosi al primo posto della graduatoria regionale, mentre la provincia di Benevento, con quasi 21 milioni, risulta prima nella relativa graduatoria, sia in Campania che sul piano nazionale. Gli istituti sanniti che hanno beneficiato dei fondi sono il “Sant’Alfonso Maria dei Liguori di Sant’Agata dei Goti” (4.850.000), l’Istituto “Telesia” di Telese Terme (4.999.533,64) e soprattutto il “Galilei Vetrone”(10.722.382) per le due sedi di Benevento e quella di Guardia Sanframondi.
“Abbiamo avuto più del 50 per cento dell’intera somma attribuita al territorio sannita -sottolinea il dirigente scolastico Grazia Elmerinda Pedicini- e per questo voglio esprimere la mia gratitudine e la mia soddisfazione per le istituzioni che si sono impegnate a farci realizzare i nostri progetti. Bisogna anche dire che la sede centrale di Piazza Risorgimento è una delle poche ad essere ancora sprovvista della palestra e che gli interventi previsti all’Istituto Agrario di Piano Cappelle servono alle esigenze di tutta la comunità scolastica del Sannio”.
Questi in dettaglio i progetti finanziati per il “Galilei-Vetrone”: 1) Adeguamento sismico e Riqualificazione energetica dell’edificio sede del Liceo Scientifico e Istituto Agrario di Guardia Sanframondi (1.494.200); 2)Nuova Costruzione di Istituto Scolastico all’interno dell’area dell’esistente Istituto Agrario di Piano Cappelle(4.992.502); 3)Lavori di costruzione Nuove Aule e Palestra all’interno dell’area dell’Istituto di Piazza Risorgimento (4.235.880).

Antonio Esposito




Benevento, viaggio nell’Universo col fisico Eugenio Bianchi

Eugenio bianchiAppuntamento scientifico di grande rilievo organizzato dall’Istituto “Galilei Vetrone” di Benevento. Gli studenti ed i docenti incontreranno il fisico Eugenio Bianchi, che relazionerà sul tema “Terremoti di spaziotempo”. Il convegno si svolgerà presso l’Aula Magna dell’Istituto Agrario di Piano Cappelle il giorno 22 dicembre alle ore 9,00 e si snoderà in tre fasi: intervento dello scienziato, intervista sulla vita nel mondo della ricerca, domande della platea.
Il professor Bianchi, nato a Faicchio nel 1979, si è laureato in fisica nel 2010 presso la Scuola Normale di Pisa ed attualmente insegna alla Pennsylvania State University. Tra i suoi principali interessi spiccano la gravità e la teoria quantistica, la termodinamica dei buchi neri. Ha pubblicato articoli sulle più prestigiose riviste scientifiche internazionali. Ha collaborato, tra gli altri, con Stephen Hawking, uno dei più importanti fisici teorici al mondo. L’incontro sarà preceduto dai saluti della dirigente Grazia Pedicini e dall’introduzione di Alessio Mongillo, docente del Liceo Scientifico “Galilei-Vetrone”.

Antonio Esposito




Grande festa e tante emozioni per il segretario del “Galilei Vetrone” che va in pensione

SEGRETARIO PERSONALE ATA E PRESIDECon una grande ed emozionante festa l’Istituto “Galilei Vetrone” di Benevento ha salutato l’approdo alla pensione del suo segretario, Giuseppe Ferrucci. La cerimonia si è svolta a Piano Cappelle alla presenza della famiglia, della dirigente scolastica Grazia Pedicini e di tutto il personale della scuola. “Provo una profonda nostalgia -ha detto commosso Ferrucci- nel lasciare questo lavoro, al quale ho dedicato quasi 43 anni della mia vita. Cominciai sulle Alpi Lepontine, presso Domodossola. Tra i miei sogni c’erano le vigne, il grano, la meccanica. La scuola rimane ancora uno dei pochi luoghi di libertà. Vi porterò tutti nel cuore”.
Gli ultimi vent’anni della sua lunga attività amministrativa sono trascorsi tra l’Istituto Agrario di Piano Cappelle, l’Istituto Tecnico per Geometri ed il Liceo Scientifico di Piazza Risorgimento. “Il lavoro del segretario -ha sottolineato la preside Pedicini- è stato contrassegnato da tre parole: onestà, competenza e affidabilità. Giuseppe ha saputo coniugare insieme professionalità e rapporti umani. Per me rimane prima di tutto un grande amico”. La dirigente gli ha regalato due libri, uno di filosofia e uno d’arte, mentre i docenti ed il personale Ata gli hanno donato un quadro religioso realizzato dai ceramisti di Capodimonte. Dopo i discorsi, gli abbracci, gli auguri, i fiori, la torta ed il brindisi finale.