1

Lavoro e giovani, doppio appuntamento con la lista “La tua Benevento futuro”

Il lavoro e i giovani, due importanti temi strettamente collegati che saranno al centro di un doppio appuntamento promosso dalla lista “La Tua BeneVento Futuro”, a sostegno del candidato sindaco di Alternativa per Benevento Luigi Diego Perifano. 
Lunedì 20 settembre alle ore 18, presso il caffè Agip di viale Aldo Moro, focus su “Promuovere il lavoro in città: cosa può fare il Comune?”. Prevista la presenza dei candidati al Consiglio comunale Ettore Rossi, che introdurrà l’incontro, ed Enzo Parziale, con relazione di Lorenzo Zoppoli, ordinario di Diritto del Lavoro presso l’Università Federico II di Napoli.

Conclusioni affidate al candidato sindaco Luigi Diego Perifano. “Il Comune di Benevento, rispetto al lavoro, deve assumere una funzione di player per creare una coalizione orizzontale di tutti i soggetti che intervengono in materia al fine di individuare le migliori strategie per favorire l’inserimento dei giovani nel mondo del lavoro, puntando su percorsi di formazione mirata, politiche attive, individuazione di specifici bacini d’impiego” afferma il capolista Ettore Rossi.

Giovedì 23 settembre, poi, l’appuntamento è fissato alle 17.30 presso il bar Fabbriche Riunite Torrone di Benevento in viale Principe di Napoli, 123. Un luogo simbolico scelto per l’occasione, con la stazione centrale sullo sfondo. “Sosteniamo i giovani intraprendenti che decidono di restare a Benevento” è il tema del dibattito che vedrà i candidati Ettore Rossi, Alessio Altieri e Simone Razzano dialogare con il prof. Carlo Mazzone, finalista Global Teacher Prize 2020, e Antonio Domenico Ialeggio, Ceo dell’azienda Geolumen.

“Per i giovani di Benevento la partenza non è il loro unico destino” commenta Ettore Rossi. “Abbiamo begli esempi di giovani che restano e con spirito intraprendente creano imprese o iniziative di autoimprenditorialità. Il Comune ha il dovere, attivando su questo anche altri attori del territorio, di favorire tali aspirazioni dei giovani e mostrare con esempi positivi che si può vincere la rassegnazione”.

Comunicato Stampa