1

Celebrati i 204 anni della Penitenziaria: sinergia e dedizione contro il covid

Un anno buio, difficile, ma “che ha messo ulteriormente in evidenza le grandi potenzialità all’interno della nostra struttura”: parole del direttore del carcere di Benevento, Gianfranco Marcello, in occasione del 204° anniversario della fondazione del Corpo di Polizia Penitenziaria celebrato questa mattina presso la casa circondariale di Capodimonte.

Alla celebrazione presenti istituzioni e autorità: oltre ai padroni di casa, il direttore Marcello e il Commissario Coordinatore Linda De Maio, hanno partecipato il Prefetto di Benevento Carlo Torlontano, la presidente del Tribunale Marilisa Rinaldi, il Procuratore Aldo Policastro, il questore Luigi Bonagura, il sindaco Clemente Mastella, il presidente della Provincia Antonio Di Maria e il direttore dell’Asl Gennaro Volpe. “Questa festa cade in un momento simbolico: grazie alle vaccinazioni effettuate su personale e detenuti sono ricominciati i colloqui con l’esterno e tutte le attività ricreative e sportive, per essere pronti a ripartire a pieno regime a settembre” ha aggiunto Marcello, che ha sottolineato la grande collaborazione e sinergia tra le istituzioni e le autorità in epoca covid, “un punto di forza che ha aiutato il carcere a non essere isolato. La pandemia ci ha insegnato qualcosa”.

I numeri elencati dal comandante De Maio: ben 15.000 colloqui telematici, 1349 udienze in videoconferenza, 269 nuovi ingressi e 1242 perquisizioni. Cifre che riguardano i due istituti di pena sanniti, quello del capoluogo (che conta 236 operatori) e il carcere minorile di Airola (che ne annovera 51). Tutti elogiati dalla De Maio per aver fronteggiato “con tutte le nostre risorse il nemico”. Dedizione e senso del dovere i tratti marcati dalla De Maio per sottolineare i grandi sforzi e l’operato del personale in servizio durante l’emergenza sanitaria: “Un lavoro estenuante”.

Al termine della cerimonia consegnate le onorificenze: encomio agli ispettori Domenico Coletta, Giuseppe Fornasiere, Giuseppe Catalano, al vice sovrintendente Amedeo Solla, all’assistente capo Tommaso De Lia; lode al Commissario Rossano Varricchio, all’assistente Maurizio Panella, all’assistente capo coordinatore Fausto Varricchio, all’ispettore capo Luigi Napolitano e assistente capo coordinatore Giuseppe Apicella.