1

Il Sannio brucia, CONAPO: “Tantissimi ettari stanno andando a fuoco”

vigili del fuoco“Da tempo chiediamo di affrontare l’eccezionale emergenza incendi con misure straordinarie come il richiamo in servizio straordinario anche dei pompieri di turno libero, per potenziare l’azione di spegnimento, ma ciò, anche se previsto dai regolamenti interni, non è stato fatto”. È quanto denuncia Livio Cavuoto, sindacalista del CONAPO dei Vigili del Fuoco di Benevento in merito ai numerosi roghi che stanno mandando a fuoco i tantissimi ettari di vegetazione nel Sannio. “Come già fatto in passato intendiamo ribadire che se è vero che la gestione operativa del personale è innegabilmente compito delle Dirigenze Provinciali e Regionali è altrettanto vero che la tutela e del personale è compito del Sindacato e per questo motivo non possiamo, non dobbiamo e non vogliamo rimanere silenti spettatori del dramma che quotidianamente vive il personale operativo del Comando Provinciale VVF di Benevento”. Cavuoto rende noto, malgrado il supporto di squadre inviate da parte dei Comandi Provinciali limitrofi al nostro territorio la situazione rischia di sfuggirci di mano ogni giorno, visto che tali squadre per tempi tecnici impiegano più di un’ora per arrivare sul luogo dell’intervento. Non si contano più i casi in cui l’utenza esasperata da ore di attesa tenta di sfogare la sua rabbia sul personale che oltre ad affrontare turni di lavoro al limite delle possibilità umane deve anche quasi rischiare il linciaggio.
Tuttavia comprendiamo, senza ovviamente in alcun modo giustificare episodi di violenza e intolleranza, queste esasperazioni. Se a causa della cronica mancanza di personale, intere squadre vengono distolte da interventi in atto – senza portarli a termine – per essere inviate altrove come non comprendere il disappunto di chi vede andar via i Vigili del Fuoco?
Considerata la nostra missione operativa e le nostre funzioni è impossibile non rimanere basiti da tali scelte.
“Ormai da tre mesi – spiega il segretario provinciale del CONAPO – i Vigili del Fuoco di Benevento stanno lavorando in condizioni vergognose, affrontando interventi di tutti i generi, con mezzi oramai ridotti all’osso, ritrovandosi ad affrontare una situazione eccezionale con uomini previsti per situazioni ordinarie e con una situazione mezzi ancora peggiore. Ancora una volta come CONAPO stiamo chiedendo alla nostra Dirigenza di richiamare personale in integrazione libero dal servizio, ma non quasi a fine turno, ma all’inizio del turno di servizio, senza guardare in questo momento particolare al risparmio di gestione. Ripetutamente stiamo facendo presente a chi di dovere, che i pompieri Beneventani sono stati messi in più occasioni in condizioni operative a limite della sicurezza, quindi sempre scongiurando, in caso di infortuni di qualsiasi genere, ognuno dovrà prendersi le dovute responsabilità”.
Infine Cavuoto conclude, tirando ancora una volta in ballo, tutta la classe politica beneventana, chiedendo un intervento concreto da parte di tutti, visto che come ben tutti sanno, sta andando in fiamme la nostra terra.  “Cerchiamo tutti assieme di evitare ulteriori danni, che potrebbero causare molti disastri anche con l’arrivo delle piogge”.




Vigili del Fuoco Volontari indagati a Ragusa, CONAPO Benevento: "Mai più retribuzione, il vero volontariato è gratis"

vigili del fuoco“La notizia dell’arresto di 15 vigili del fuoco volontari di Ragusa che provocavano incendi e simulavano richieste di soccorso per trarne un illecito compenso, non può e non deve sporcare l’immagine dell’intero corpo nazionale”. Così interviene Livio Cavuoto, segretario provinciale del CONAPO di Benevento.
“Mai più retribuzione oraria ai volontari a chiamata dei vigili del fuoco. Il vero volontariato non deve essere retribuito ma solo rimborsato, anche della eventuale giornata lavorativa persa per fare il pompiere. È una riforma che come CONAPO chiediamo da anni – prosegue Cavuoto – e che doveva trovare soluzione nel decreto delegato della legge Madia entrato in vigore a luglio di riordino del Corpo, ma così purtroppo non è stato”.
“Senza entrare nel merito della vicenda, ancora al vaglio della magistratura cui il Comando dei vigili del fuoco di Ragusa si era rivolto, ci auguriamo che si faccia la massima chiarezza e che i responsabili, se riconosciuti colpevoli dei gravissimi fatti accaduti, vengano puniti in modo esemplare e che non indossino mai più la divisa dei pompieri.
In conclusione è doveroso precisare tuttavia – prosegue il rappresentante del CONAPO – che gi arrestati non sono personale di ruolo dei vigili del fuoco, sono invece inquadrati tra i volontari i quali non sono vincolati da rapporto di impiego con l’amministrazione. I volontari vengono impiegati temporaneamente, a richiesta, quando se ne ravvede la necessità e retribuiti ad ore”.




Emergenza incendi, Cavuoto: "Seppur in ritardo, raddoppiati i turni dei Vigili del Fuoco"

vigili del fuoco“Seppur in ritardo, a distanza di oltre una settimana, è stato accolto il nostro appello di raddoppiare i turni per far fronte e limitare i danni nel territorio Beneventano, come in tutti quelli della Regione Campania”. Lo ha  dichiarato Livio CAVUOTO, segretario provinciale del CoNaPo Vigili del Fuoco di Benevento.
Senza entrare nel merito del rimpallo di responsabilità e di accuse tra varie Amministrazioni dello Stato a cui abbiamo assistito in questi ultimi giorni, aggiunge Cavuoto, il nostro compito è stato e sarà sempre quello di tutelare il personale operativo del CNVVF che svolge servizio di Soccorso tecnico urgente. In questo momento particolare, c’è bisogno di tutti, dal Governo, Dipartimento, Regione Campania e Politica locale, con un appoggio sempre più costante e costruttivo. I Vigili del Fuoco sono, come sempre, in prima linea senza sosta, ma ogni anno che passa le criticità sono maggiori anche per effetto dei cambiamenti climatici in atto e proprio per questo, che siamo da tanto tempo ad annunciare quello che poteva succedere e che è successo.
A tutto ciò, va ad incidere altro punto saliente, che portiamo avanti da tempo, che è la grave carenza di organico, che a livello Nazionale, arriva a 3500 unità e solo al Comando Provinciale VV.F di Benevento a circa 25. Anche se nei prossimi mesi, con le mobilità del personale, questa carenza dovrebbe diminuire, Cavuoto insiste ancora che comunque il problema non si risolve del tutto e dopo il l’appello accolto del raddoppio dei turni, puntiamo ancora all’appello di aumentare ancora le unità di vigili permanenti presso il Comando VV.F di Benevento.




Emergenza incendi, Cavuoto: "Nonostante la nostra richiesta di raddoppiare i turni dei Vigili del Fuoco, al momento tutto tace”

vigili del fuoco

“Ancora oggi dopo tanti solleciti, nessuno ha preso in considerazione il nostro appello di raddoppiare i turni per far fronte e limitare i danni nel territorio Beneventano”.  Lo ha dichiarato Livio CAVUOTO, segretario provinciale del CoNaPo, il sindacato dei Vigili del Fuoco.
“Non si comprende come dall’esperienza delle passate stagioni, – ha aggiunto Cavuoto – La Regione Campania si sia trovata impreparata e non abbia predisposto in tempo utile, una convenzione con i vigili del fuoco, per far fronte agli incendi boschivi.  Mi chiedo se sono stati predisposti tutti i necessari adempimenti affinchè non si verificasse quando stà accadendo in questi giorni, sicuramente uno di questi adempimenti sarebbe stata la convenzione con i vigili del fuoco”.  Ancora oggi il Sannio, sta continuando a bruciare e il poco personale in azione continua ad essere stremato, ma nonostante abbiamo chiesto un raddoppio di turni, il silenzio è totale a differenza degli altri comandi VV.F della Campania che hanno avuto squadre in straordinario. Tutto ciò, perché il Sannio non ritenuto territorio con suscettività elevata ed estrema.
Il sindacalista CoNaPo Livio Cavuoto, essendo un operativo che in questi giorni, presente come tanti altri colleghi su questi scenari di fuoco, dichiara ancora una volta che si sta lavorando al limite della sicurezza. Quindi si chiede in caso di scongiurati incidenti che potrebbero avvenire al personale operativo tutto, del Comando vigili del fuoco di Benevento, chi si prenda la responsabilità di tutto ciò.